Pesto genovese al mortaio: Roberto Panizza in cattedra a Firenze, al Magazzino di Luca Cai

Letture: 130
pesto genovese al mortaio - Roberto Panizza
pesto genovese al mortaio – Roberto Panizza
Ne stavamo parlando da tempo e l’abbiamo fatto: dimostrazione di pesto genovese al mortaio!
Ho avuto il piacere e l’onore di ospitare Roberto Panizza al ristorante il clandestino, il prestigioso home restaurant fiorentino, che c’aveva deliziati con una sessione di pesto genovese al mortaio (e che mortaio! 42 kg di marmo, un MONUMENTO!). Ho quindi deciso, complice l’entusiasmo e la disponibilità del pestista più famoso del mondo, di far conoscere questo prodotto, spesso mortificato dalla vasta disponibilità, su scala industriale.

E quindi: ho il piacere di annunciare che a Firenze, solo per una sera ovvero martedì 19 marzo 2015, potremo goderci il VERO pesto alla genovese, al mortaio.

Ho trovato porte aperte al magazzino: Luca Cai si è dimostrato disponibilissimo ad ospitare alla tripperia in piazza della passera il buon Roberto Panizza​, araldo nel mondo del prodotto principe della tradizione gastronomica ligure/genovese ed ideatore del campionato mondiale di pesto al mortaio (manifestazione biennale, che si tiene a Genova, organizzata dall’Associazione culturale e gastronomica Palatifini), che ci delizierà con una dimostrazione e degustazione del pesto genovese, secondo i canoni della tradizione!

A seguire
– pesto di cavolo nero di Luca Cai​
– buridda di seppie
– burridda, sapore di terra toscana
4 portate abbinate ad altrettanti VINI
– MONTELLORI brut pas dosé
– Pigato LE ROCCHE DEL GATTO
– Rossese superiore Poggi dell’Elmo
– Don Tommaso 1999 in magnum
PREZZO superdemocratico: 30 euro (i piatti ed i vini, come su indicato – ogni altro extra non specificamente indicato: a pagamento dalla carta).
pochissimi posti disponibili: affrettatevi a prenotare telefonicamente al ristorante 055 215969 (anche se, temo e spero: si farà presto a far SOLD OUT!). ;-)
Ecco una video-dimostrazione di Roberto Panizza: