Pirelli, Raspelli, Camilleri e Montalbano

7/4/2017 2 MILA
Sor-riso e pianto
Sor-riso & pianto

di Marco Galetti

Alle 23,22 del 21 Marzo, ricevo un info shock da Paola e Roberto.

Edoardo Raspelli, che sembra flemmatico, probabilmente dopo aver ricevuto la stessa notizia, il 24 sera è già seduto al Ritrovo di Carate Brianza, dopo essere stato servito a tavola da Paola Tosi e dopo aver degustato il meglio della cucina di Roberto Pirelli, veloce come un giaguaro, ha sparato un bell’articolo dei suoi sia su cartaceo che sul web, il pezzo è andato alle stampe con tre refusi che, non essendo un correttore di bozze, non segnalo, chi li trova per primo, ecco il Comunicato Stampa, accede di diritto alle fasi finali di mangiatore seriale di risotti, comunque è ufficiale, Paola e Roberto, lasciano sia il Ristorante di Carate che quello di Noto e si trasferiscono, assieme ai loro più fidati collaboratori, nel ristorante ViDi, (Vittoria e Diego sono i nomi dei loro figli) a Portopalo di Capo Passero, presso il Castello Tafuri Charming Suites, un calice di Champagne sulla terrazza a picco sul mare di Portopalo non ha prezzo, ci si vede lì, cara Paola e caro Roberto, in bocca al Lupo, al Capo Passero e alla Balena.

Pianto

Alle 23,22 del 21 Marzo, ricevo un info shock da Paola e Roberto.

Sono solo a combattere contro il polline e la malinconia, ho gli occhi arrossati e i coglioni girati.

Da Paola e Roberto, sia a Carate che a Noto, ci sono stato innumerevoli volte, probabilmente più di chiunque, prima da appassionato, poi da appassionato ed amico, infine da appassionato con tastiera ed amico, ma ho sempre pagato i miei conti che sono sempre tornati.

Riguardo a loro su questo blog non avevo ancora scritto niente, il rapporto di amicizia non mi avrebbe consentito un giudizio limpido, come il cielo siciliano sotto il quale i miei due amici andranno a lavorare, inevitabilmente ci sono stato domenica due aprile, a pranzo, metto in archivio, assieme alle decine di foto dei piatti degustati negli ultimi anni, anche quelle di domenica, oggi me ne bastano due, che senso avrebbe fare una recensione a dado tratto…passano davanti ai miei occhi un po’ umidi, (anche se in fondo sono contento per loro) gli spaghetti con cipollotto e tonno essiccato, la pasta con le sarde in versione tradizionale e green, l’inarrivabile spada panato alla palermitana, il rombo in crosta di capperi, il merluzzo Skrei delle Isole Lofoten, gli anelletti, gli innumerevoli benvenuto della cucina che col tempo sono diventati, attraverso il sorriso di Paola,  “Marco, Roberto ti manda questo” e i cannoli, come dimenticare i cannoli…

…e poi il piatto della foto in apertura di post, risotto con crema di gambero rosso, a completare, a crudo, arancia, finocchio e gambero rosso, dalle mani di Roberto a quelle di Paola e fino a me.

A parlare con i pesci son capaci tutti, non possono rispondere, ma quanti tra gli chef, rispettano davvero i pesci…provate a chiedere ai pesci cosa ne pensano di Roberto Pirelli, vi risponderanno, basta saperli ascoltare.

Roberto? Ci ha trattato sempre benissimo, li sentirete dire.

Questo stanno dicendo i pesci
Questo stanno dicendo i pesci

Questo stanno dicendo i pesci dal piattino del pane in ceramica siciliana che risveglia ricordi di momenti condivisi in questo locale, qui ci sono venuto con Nasone da Meda e con Roberto da Biella, qui, qualche anno fa, mi sono presentato con un libro sul commissario Montalbano, speravo in una dedica, serata ad invito per pochi eletti, Camilleri e qualche fortunato giornalista, invece, era stata organizzata per me una splendida ed indimenticabile festa a sorpresa, con gli amici e gli affetti di sempre e per sempre…

…andate a trovare Paola e Roberto, visitate, Noto, Ragusa Ibla, Siracusa, l’Ortigia, Marzamemi, la Riserva di Vendicari, andateci a mio nome, fatevi offrire una bottiglia….

Chiudo come ho fatto domenica con l’amaro siciliano d’arancia rossa e con l’amaro in bocca, mentre scrivo rivedo il viso di Paola e i suoi occhi arrossati, a presto, in bocca al lupo e in cul@ al Passero di Portopalo…vi voglio bene.

 

Un commento

    Paola e Roberto

    (8 aprile 2017 - 14:13)

    Sorridere e nello stesso tempo piangere per tristezza, felicità …Ci hai fatto emozionare!!!
    Che belle parole il nostro amico Marco Galetti ha usato per raccontar 12 anni di lavoro.
    Sempre più ci convinciamo che i nostri Ospiti sono il valore più importante delle fatiche quotidiane.
    Nostri Ospiti che sono diventati e sono Amici!
    Vi aspettiamo presto al ristorante ViDi di Portopalo di Capo Passero SR.
    E un brindisi a Voi che siete il successo della nostra nuova avventura!!!

I commenti sono chiusi.