Amaro in bocca: perchè sul lungomare di Napoli la media del voto alle pizze è mediocre?

Letture: 11609
Pizza Guinnes sul lungomare di Napoli
Pizza Guinness sul lungomare di Napoli

di Tommaso Esposito

Ecco, diciamocelo chiaramente, l’articolo di Andrea Docimo ha disvelato quello che da tempo si mormorava e forse non si aveva il coraggio di dire chiaramente.
Sul lungomare liberato di Napoli non si mangia una pizza eccellente.

Napoli il lungomare
Napoli il lungomare

Anzi, a ben guardare la classifica nuda e cruda, quella che cioè prende in considerazione la pizza e basta, la sua qualità, il suo aspetto puramente gastronomico, le cose stanno messe veramente maluccio.
Vediamo.
La classifica mette sotto esame le 13 pizzerie che si affacciano sul litorale più bello del mondo. Più o meno il Paradiso.
Si tratta di pizzerie che hanno una storia recente; lavorano a pieno regime con squadre di pizzaioli collaudati e, ad eccezione di due, Eccellenze Campane Mare con Guglielmo Vuolo e Fresco con Alfredo Forgione, non hanno pizzaioli di fama residenti.
I voti, relativamente alla pizza, sono stati espressi in 20/20 dopo una visita in anonimato, non annunciata.
Ecco i risultati.
_______________________________
Eccellenze Campane Mare – Vuolo 16,5
_______________________________
Rosso Pomodoro                                   13,5
____________________________

Lievito Madre Sorbillo                           13
_______________________________
Hachè                                                         12,5
_______________________________
Pizza Gourmet Vesi                                 12
_______________________________
Stella                                                          11,5
_______________________________
L.U.I.S.E.                                                  11,5
_______________________________
Gusto & Gusto                                          11+
_______________________________
I Re di Napoli                                          10,5
_______________________________
Fresco                                                         10
_______________________________
For ‘o Mar                                                 10
_______________________________
Mammina                                                 10-
_______________________________
Regina Margherita                                10-
_______________________________
I punteggi parlano da sé.
Su tredici pizze assaggiate, tanto per esprimerci in termini scolastici, otto non raggiungono la sufficienza, una sì, tre la superano di poco. Una soltanto è più che buona.
E allora?

Pizza non buona. No grazie
Pizza non buona. No grazie

Allora bisogna dirlo chiaramente.
In Paradiso la pizza deve essere divina, altrimenti meglio l’Inferno.

6 commenti

  • Marco contusi

    (6 agosto 2016 - 11:16)

    Basta che ci sta o sole….basta che ci sta o mare….

  • andrea

    (6 agosto 2016 - 11:38)

    Napoli rimane sempre Napoli…Assoluto rispetto per chi ha la volontà di lavorare, soprattutto per le neo pizzerie…. far nascere anche nel mondo delle pizze…..”Pizze di Pizzaioli Minori”.. è di cattivo gusto.. Saranno gli stessi mangiatori di pizza a classificare la loro pizzeria!!! Il tempo è galantuomo….Tuttì devono campà!!!

  • Oreste

    (6 agosto 2016 - 11:40)

    Credo che si sia esagerato a tenere in basso i punteggi. A Napoli non si può scendere per la pizza al di sotto di 14/20. Poi si possono graduare anche in decimi di punto. E non può essere che non ci sia un 17, 5!

  • giulia cannadabartoli

    (6 agosto 2016 - 15:30)

    eh sì, Marco sei andato dritto al punto, i grandi numeri, la fretta, i turisti, il personale che non parla lingue straniere, gli acchiappa clienti su tutto il lungomare, nulla di tutto ciò fa a favore di una buona pizza. ci si scontra con il food cost: quasi tutti i locali qui, vogliono farti pagare il fatto che mangi la pizza praticamente seduto in paradiso, e quindo vai con 15% servizio e coperto, poi le materie prime ne vogliamo parlare? pizzerie che arrivano a sfornare oltre 500 se non più pizze al giorno , quanto spendono di costi generali, pomodoro, farina, fiordilatte, OLIO (?) mozzarella (?) e tutte le altre più o meno fantasiose farciture gusto tourist? io ne ho provata qualcuna e a parte i soliti noti, salse acide, cotture lasciamo stare, impasti e lievitazioni no comment, approssimazione a go go. e per rispondere a chi dice che è esagerato tenere i punteggi così bassi, rispondo no! non è automatico che la pizza a Napoli sia buona ! il tutti devono campà poi è assurdo, fate altro nella vita, ma non la pizza se non è arte vostra. La formazione signori, la formazione a 360 gradi!

  • Ellina

    (7 agosto 2016 - 00:55)

    Sorbillo lievito madre a mio avviso arriva a stento ad un 10. Pizza gommosa..

  • raffaele

    (7 agosto 2016 - 19:35)

    Non sottovalutate il fatto che ciascun locale debba sopportare costi proibitivi per il fitto dei locali;
    si calcola dai 20.000,00 ai 30.000,00 mensili, a scapito della qualità del prodotto e del servizio.
    quindi o la qualità o la location.

I commenti sono chiusi.