Radici 2017. I primi nomi degli esperti del vino attesi a Bari dal 30 Maggio al 5 Giugno attratti dal fascino del vino autoctono del Sud Italia

8/3/2017 1.1 MILA
Esperti del vino attesi a Bari dal 30 Maggio al 5 Giugno
Esperti del vino attesi a Bari dal 30 Maggio al 5 Giugno

Si ritroveranno a Bari in viaggio da ogni parte del mondo autorevoli conoscitori di vino per partecipare all’unico grande evento che rende omaggio ai vitigni autoctoni del sud Italia giunto alla sua dodicesima edizione.

Dal 30 Maggio al 5 giugno prossimi Radici del Sud ospiterà infatti oltre 40 esperti nazionali ed internazionali chiamati a valutare l’evoluzione della produzione vinicola che negli ultimi anni ha acquistato l’attenzione di un vasto pubblico di appassionati attenti a coglierne le peculiari sfumature. Provenienti da Danimarca, Norvegia, Svezia, Inghilterra, USA, Gran Bretagna, Australia, Olanda, Russia, Ungheria, Polonia, Corea del Sud e Medio-Oriente oltre che dal nostro paese, comporranno le giurie che si pronunceranno per decretare i migliori risultati nelle varie categorie di appartenenza (stilate a seconda del vitigno di origine dei vini) e parteciperanno ai wine-tour in programma nei giorni della manifestazione utili per approfondire direttamente nei luoghi di produzione e nelle cantine la conoscenza del significativo retroscena dove prendono vita le attività che concorrono alla realizzazione dei vini.  I qualificati ed esperti giornalisti provenienti da ogni parte del mondo, saranno impegnati nelle giornate del 31 maggio, 1 e 2 giugno nei press tour previsti nei vari territori pugliesi per consentirgli di apprezzare direttamente nelle cantine, nelle zone di produzione, la complessità e il coraggio con cui i vini da vitigno autoctono del Sud Italia sono in grado di esprimersi. Negli stessi giorni, escluso il giorno 1 giugno dove anche i wine-buyer saranno impegnati in un interessante wine-tour, avranno luogo nel Castello di Sannicandro di Bari gli incontri BtoB tra i wine buyer e i produttori che si sono registrati a tali confronti per presentare e promuovere le proprie etichette. Nei due giorni successivi (3-4 giugno) le attività principali saranno quelle inerenti al concorso dei vini in lizza e si svolgeranno le 4 sessioni di assaggio alla cieca da parte di 4 apposite giurie strutturate per fornire verdetti di immediata lettura: faranno parte della stessa giuria i buyer esteri e distributori italiani che si esprimeranno presumibilmente considerando con occhio particolarmente attento la capacità di sedurre i mercati che i vini posseggono mentre i giornalisti nazionali ed internazionali comporranno un unico gruppo e forniranno un giudizio più incondizionato. Le ultime due giornate del 4 e 5 giugno sarà interamente dedicata al Salone del Vinoad uso e consumo degli operatori di settore, appassionati addetti e non addetti ai lavori che potranno visitare gli stand espositivi delle cantine che hanno aderito per degustare la loro intera gamma di produzione. Al Salone, a disposizione dei visitatori, da quest’anno anche i banchi d’assaggio degli oli extravergine d’oliva che in questa prima edizione del primo salone dell’olio sarà circoscritto alle ultime due giornate.

Per concludere la dodicesima edizione del Salone del Vino da Vitigno Autoctono del Sud parteciperanno alla celebrazione dei vini i più grandi chef dei nostri territori del mezzogiorno ad allestire una grande festa enogastronomica aperta al pubblico in piazza Castello a Sannicandro di  Bari.

Nel novero degli illustri ospiti di Radici del Sud 2017 ecco l’elenco dei primi nomi degli esperti del settore: Simon Cassina è giornalista ma lavora anche per importatori, ed ha promesso di invitare buyer seri ed interessati inglesi. Alfonso Cevola è gironalista (blogger), ma lavora anche in un posto assai importante per il più grande distributore di vini negli Stati Uniti.

Alfonso Cevola, USA notissimo giornalista statunitense di origini italiane e specialista di vini italiani (“the Italian Wine Guy”). Collabora con diverse testate tra cui The Dallas Morning News e The Well Fed Network e svolge un ruolo determinante presso uno dei più grandi distributori di vino negli Stati Uniti.

Jung Yong Cho importatore ha un’impresa di vini italiani in Corea del Sud

Elaine Chukan Brown (USA) giornalista, lavora per Jancis Robinson e per Hawk Wakawaka Wine Reviews

Åsa Johansson giornalista, lavora anche come guida per BK Wine Tours

Simon Cassina (UK) giornalista e collaboratore di importatori di vino inglesi

Anthony D’Anna (Australia) importatore di vini italiani in Australia

Bernardo Conticelli giornalista importatore di vini italiani in Francia

Daniele Cernilli giornalista, editor di doctorwine.it