Pierino Penati, Viganò: Stella accesa a pranzo

19/12/2016 1.4 MILA
Pierino, provincia di Lecco, lecco anche il piatto, in questo caso quello dei cavatelli con cozze e cimata verde (catalogna cimata), l’aggiunta al tavolo di pane tostato e aromatizzato al peperoncino, completa ed esalta un primo probabilmente semplice solo all’apparenza, per gusto ed equilibrio, probabilmente uno dei migliori targato duemilasedici
Pierino Penati, Vigano’ provincia di Lecco, lecco anche il piatto, in questo caso quello dei cavatelli con cozze e cimata verde (catalogna cimata), l’aggiunta al tavolo di pane tostato e aromatizzato al peperoncino, completa ed esalta un primo probabilmente semplice solo all’apparenza, per gusto ed equilibrio, probabilmente uno dei migliori targato duemilasedici

di Marco Galetti

Torta paradiso e salsa paradisiaca, qui in versione tuorli, zucchero e marsala in parti uguali, per la ricetta originale della crema dolce e spumosa dal nome energizzante, attribuita al bolognese Bartolomeo Stefani, dobbiamo andare a ritroso di quasi quattro secoli; lo zabajone la copre di liquido caldo, lei consenziente in posizione supina, lo lascia fare, si trovano ritmo intesa e forze per un immediato bis di gran soddisfazione.

Pierino, torta paradiso e zabaione
Pierino Penati, torta paradiso e zabaione

Il giardino alberato per cenare sotto le stelle, nel nostro caso una, Michelin, che brilla da anni, segno di continuità ed impegno

Pierino, il giardino
Pierino Penati, il giardino

Il laghetto senza cigni, attiguo, il comodo parcheggio

Pierino, il laghetto senza cigni
Pierino Penati, il laghetto senza cigni

Il ruscello in versione bonsai

Pierino, il ruscello in versione bonsai
Pierino Penati, il ruscello in versione bonsai

Le Soste e Rotary

Pierino, associazione Le Soste e Rotary
Pierino Penati, associazione Le Soste e Rotary

La sala principale, dove saltuariamente vengono organizzate serate a tema, bolliti & formaggi, pizza & bollicine, cazzoeula & champagne, verticali per fine serata orizzontali

Pierino, la sala principale
Pierino Penati, la sala principale

La tavola rotonda, in attesa dei cavalieri e delle dame

Pierino, la tavola rotonda
Pierino Penati, la tavola rotonda
Pierino, la vetrata
Pierino Penati, la vetrata

Mentre i risotti pluridecorati (che non è un complimento) fanno la fine delle pizze che vanno troppo oltre a pomodoro&mozzarella, il risotto con l’ossobuco mantiene senza sforzo alcuno il suo posto al sole, un piatto intramontabile, carne alta quattro centimetri, l’osso col midollo, cottura perfetta del riso e zafferano iraniano.

Pierino, risotto e ossobuco
Pierino Penati, risotto e ossobuco

Sono ormai in doppia cifra, in quanto a passaggi, con relativa sosta ai box (ma nel parcheggio privato è meglio) nell’oasi luminosa tra le nebbiose colline brianzole, ho potuto testare più volte, con soddisfazione stagionale, la cucina di Theo, figlio di Pierino Penati ancora saldamente in sala a coordinare e supervisionare il suo locale arredato con eleganza, evidentemente e necessariamente per location, votato e finalizzato all’offerta per banchetti e cerimonie.

Quello che può sembrare un limite è, credo, anche motivo di certezze, qui non si fanno voli azzardati ma nemmeno cadute rovinose, la sala e la cucina sono macchine perfettamente oliate e ben collaudate.

Oltre alle proposte di territorio, penso agli imperdibili risotti, alla cassoeula, alla cotoletta, all’ossobuco, qui serviti in porzioni sopra media, la cucina sa anche alleggerirsi ed ingentilirsi con preparazioni più moderne e più tecniche, le giovani mani di Theo bilanciano con l’uso di frutta, verdura e pesce, una cucina regionale che fortunatamente non tramonta, portando note più fresche, speziate, acide e meno grasse, leggerezza anche in alcune preparazioni dolci che strizzano l’occhio alle quote rosa milanesi e brianzole che non rinunciano al tacco dodici ma nemmeno al salame in apertura né al dolce in chiusura di serata.

Pierino, il menu' del 9 dicembre
Pierino Penati, il menu’ del 9 dicembre

I lievitati, lievita una spanna sopra gli altri la polenta da passeggio da gustare come un gelato, ma è calda, buoni i diversi pani tra i quali spicca quello con l’uvetta.

Pierino, pane
Pierino Penati, pane

Il salame di Dicembre alleggerito (sembra di sentire Sal De Riso quando mette la panna nei dolci), in questo caso manzo e maiale in percentuali uguali per un ottimo risultato gustativo.

Pierino, il salame di benvenuto
Pierino Penati, il salame di benvenuto

Salmone marinato maison con sale e zucchero

Pierino, il salmone
Pierino Penati, il salmone

Riso pilaf con verdure, bianco di pollo e salsa al curry nella salsiera a disposizione e discrezione del cliente

Pierino, riso pilaf e pollo
Pierino Penati, riso pilaf e pollo

Baccalà in umido con polenta macinata a pietra

Pierino, baccala'
Pierino Penati, baccala’

Caffè e biscottini sopra media per una pausa pranzo, sotto le aspettative per uno stellato.

Pierino, caffe'
Pierino Penati, caffe’

Le bollicine selezione Pierino Penati incluse nel percorso pranzo, abissale nei prezzi e non nei contenuti, la differenza con le proposte serali

Pierino, le sue bollicine
Pierino Penati, le sue bollicine

Ma la pagellina di Pierino, anche per il nome che porta, non può essere immacolata, se per quel che concerne la cucina non ho appunti da fare, per dovere d’informazione credo sia corretto segnalare, soprattutto se il locale è stellato, qualche piccolo neo che su un bel viso è quasi sempre un difetto, Cindy Crawford è l’eccezione che conferma la regola.

Nell’ordine, dai titoli di testa a quelli di coda: chi ci accompagna in sala non ci chiede di scegliere il tavolo né se quello assegnato è di nostro gradimento, Il salame di benvenuto, due fette per due persone in un unico piattino, viene servito in contemporanea all’antipasto di salmone, Il vino proposto non viene mostrato, né viene chiesto al cliente se è gradito o meno, inoltre, nelle ultime visite, ho constatato una certa insistenza nel proporre il “loro” uovo perfetto e/o un dessert, preferirei semplicemente “posso portarle la carta dei dolci” o, in subordine, “oggi il nostro pasticcere ha preparato”…comunque…

Detto questo, le proposte a pranzo sono valide per prezzo e qualità, di sera o a pranzo la domenica, si sale notevolmente in quanto a spesa ma si rimane comunque soddisfatti, anche in considerazione del fatto che i competitors in zona sono davvero pochi.

L’insegna indica al viaggiatore la strada da percorrere, prima dei saluti, una considerazione, è bene approfittare della luce riflessa che un locale stellato emette inevitabilmente anche a pranzo.

Pierino, l'insegna
Pierino Penati, l’insegna
Pierino Penati
Via XXIV Maggio, 36, 23897 Viganò LC
Tel. 039 956020
pierinopenati.it