San Marco di Castellabate, ristorante K: dedicato ad Ancel Keys

Letture: 7599
ristorante K, la famiglia Durazzo
ristorante K, la famiglia Durazzo

di Marco Contursi

Ristorante K: della “dieta mediterranea” oggi tutti ne parlano e si riempiono la bocca, ristoratori, politici, tour operator. Qui a San Marco di Castellabate, c’è però una persona che nel lontano 1978 ci credeva così tanto, seppur giovanissimo, da intitolare il suo bar al padre della famosa dieta Ancel Keys, ma temendo si arrabbiasse per aver avuto un bar dedicato, lo chiamò solo con la sua iniziale, bar K. Parlo di Vincenzo Durazzo, cilentano duro e puro, uno per capirci che insegna ai turisti stranieri a suggere le teste dei gamberoni, perché il “sapore del mare è tutto qui”. Ma dopo pochi anni si rese conto che un bar non bastava per trasmettere il suo messaggio sulla corretta alimentazione e sullo stile di vita così salutare, ed ecco che con l’aiuto della moglie Rosalba il bar diventò ristorante, Ristorante K. Oggi a gestirlo anche la figlia Imma e il figlio Fabio che col padre curano la sala.

La piazzetta di San Marco
La piazzetta di San Marco

Il posto è delizioso, una fresca balconata sulla piazzetta di san Marco, circondati da tanti fiori colorati. Il mare locale fornisce il pesce, mentre l’orto di famiglia garantisce verdure fragranti e profumate.

Ottime le alici maruzzella (dalla forma che assumono le alici a piatto finito che ricorda le chiocciole), ricetta antica e quasi mai proposta qui nel cilento, fragrante il polpo all’insalata. Imperdibile ma bisogna prenotarla, la zuppa di pesce misto, degna della migliore natura morta del Recco.

Ristorante K Le alici a maruzzelle
Ristorante K Le alici a maruzzelle
ristorante K, zuppa di pesce
ristorante K, zuppa di pesce
ristorante K, insalata di polpo
ristorante K, insalata di polpo

La pasta con le alici è un trionfo di cilentanità ma qui si viene pure per le fantastiche triglie rosse di Licosa, carnose e saporite. Alla brace, al forno, in padella, l’unico limite che avrete è la fantasia della Chef e la capienza del vostro pancino.

ristorante K, triglie di Licosa
ristorante K, triglie di Licosa
ristorante K, la frittura
ristorante K, la frittura di calamari

Il vino non poteva che parlare cilentano, Maffini, San Salvatore, Polito, aziende eccellenti anche se mi chiedo come mai ci siano ancora locali di eccellenza che non hanno la Matta di Casebianche nelle loro carte. Vino cilentanissimo e delizioso su tutta al cucina di mare locale, soprattutto le fragranti fritture. Si chiude con dolci casalinghi, qualche infuso e magari la piazzetta che si arrossa al tramonto. Il vero segreto della dieta mediterranea è anche questo: l’olio, il pesce, le verdure……ok d’accordo, ma soprattutto vivere qui.

Prezzo medio 35 euro.

ristorante K, terrazzo fiorito
ristorante K, terrazzo fiorito

 

Ristorante K
Piazza Comunale San Marco di Castellabate
Tel 0974.966394
Sempre aperto a pranzo e a cena
Ferie in inverno

2 commenti

  • Adegiac

    (14 agosto 2016 - 09:39)

    La mia recensione pubblicata su TripAdvisor (agosto 2016) : …. Chi legge le mie recensioni gastronomiche sa che difficilmente valuto i ristoranti con 5 pallini verdi (eccellente) … sono tornato al Ristorante K nella piazza di San Marco di C. dopo quasi un anno e questa volta vorrei avere a disposizione il 6° pallino verde per esprimere compiutamente il mio giudizio su questo ristorante … perché ai sapori espressivi già provati, alla eleganza unica di cucinare il pesce si sono uniti gli ingredienti tipici dei Presidi Slow Food, “piccole produzioni locali realizzate secondo pratiche tradizionali” realizzando un mix di ricerca e di piacere senza pari … è stata una cena semplicemente perfetta …. Antipasto con Polpette di Alici con pane raffermo, olive, pinoli e uvetta (delizia) … poi una Tartare di Ricciola con cipolla di Vatolla, capperi e pepe rosa, un piatto gourmet (le Tartare qui sono una vera specialità) … quindi una novità assoluta creata in cucina … piatto nuovo perfettamente riuscito … Seppia croccante su crema di finocchi (e questa crema ha una sapore stupefacente che si sposa perfettamente alla croccantezza della seppia) … poi una eccellente Vellutata di ceci di Cicerale (Presidio “Slow Food”) con gamberi, toni perfettamente equilibrati e armoniosi … e per finire un classico che mi sorprende ogni volta … Tagliata di Tonno rosso scottato su letto di zucchine alla scapece e sale aromatizzato … una cucina davvero raffinata …. il tutto accompagnato da una bottiglia di Fiano… Conto adeguato a quanto detto prima e a quanto esprimono la cucina e la location …

  • marco contursi

    (14 agosto 2016 - 11:21)

    Fa piacere che piace.

I commenti sono chiusi.