Sant’Agata dei Goti, Sannio. Mustilli

Letture: 88

Via dei Fiori 20
Tel 0823.717433. Fax 0823.717619
E-mail info@mustilli.com. Sito www.mustilli.com
Aperto tutto l’anno
Carte di credito:tutte tranne American Express
Lingue parlate inglese, francese
Posti letto 12 più 4 aggiunti
Tv in Camera: si

Un soggiorno romantico, un soggiorno di cultura. Non siete in campagna o tra i boschi, ma nel cuore di Sant’Agata dei Goti, uno dei centri più belli del Mezzogiorno: un dedalo di stradine, viuzze, chiese, palazzi circondato dalle mura dietro le quali i Goti cercarono di resistere ai Bizantini. Leonardo Mustilli vi accoglie con la moglie e le figlie proprio al centro, nell’antico palazzo di famiglia con tanto di cortile interno, sala elegante sala da pranzo, camere personalizzate e dotate di ogni comfort. Obbligatoria la visita alla cantina, situata poco distante e scavata in profondità nel tufo, tra le più spettacolari della Campania, certamente unica.Già, perché siete a casa di un signore che ha rivoluzionato il vino campano riscoprendo e lanciando, all’inizio degli anni Ottanta, la falanghina. Insomma, l’azienda Mustilli è conosciuta soprattutto per i suoi vini di alto pregio, costruiti secondo una filosofia produttiva adottatta in tempi non sospetti e basata sulla valorizzazione dei vitigni autoctoni, falanghina, greco, aglianico e piedirosso. Il servizio è professionale ma familiare.

Ristorante
Sempre aperto, su prenotazione. Coperti: 120
La cucina è basata sul recupero della tradizione basata però sul costante aggiornamentosui prodotti e le tendenze: mangeretearancini speziati, frappe rustiche, pizza di provola e pomodoro, timballi di maccheroncelli, sformati di melanzane e di peperoni, ravioloni, cavatelli, pacche,minestre di fiorilli, di farro e verdure, di zucca e fagioli, involtini di verza, lacerto brasato al cesco di nece, arista al profumo di greco, bocconcini di Santa Chiara, medaglioni di vitello e salsiccia, crostate di frutta, pizza di crema e amarena, dolcetti della nonna. Tutto fatto in casa, regolato dalla stagionalità come si conviene alla buona ristorazione.

Altre notizie
L’azienda ha cinque ettari di proprietà e quindici in affitto tutti vitati. Tra le etichette, ricordiamo la falanghina, il Briccone (da aglianico), il Cesco di Nece, il rosso Conte Artus e il Gheppio. E’ prevista la vendita in diretta.

Dotazioni
Visita guidata alle cantine dell’azienda e ai vigneti