Colpo di scena: Sgarbi paga la cena dei tredici sbafatori a Chichibio

Letture: 6769
Vittorio Sgarbi
Vittorio Sgarbi

La notizia della cena non pagata a Chichibio da 13 persone al seguito di Sgarbi ha fatto il giro dei gossip estivi. La cosa più clamorosa che a critica l’Osteria di Polignano su Tripadvisor era stata una certa Loredana, che non aveva pagato.
La cosa si è chiusa con una telefonata del segretario di Sgarbi Sauro Moretti Giacomo, il patròn del locale.
“Quella sera non c’ero e purtroppo Vittorio non conosceva quelle persone che lo hanno seguito, pensava fosse un accordo con l’organizzazione del Libro Possibile. Di solito sono io che faccio da filtro perché queste situazioni sono molto diffuse – spiega Sauro – e comuni. Mi spiace perché in quel posto ci ho mangiato due volte e si mangia bene. Così abbiamo deciso di chiuderla così. Abbianmo chiesto il conto e faremo il bonifico di pagamento”.
“Polignano – aggiunge Sauro – non è un posto fortunato per Vittorio, ogni anno succede qualcosa. E pensare che è uno dei posti posti in cui va in amicizia per rispettare l’impegno preso. Ma credo che sarà proprio l’ultima volta”.

Stupiscono nell’ordine: l’incredibile faccia tosta di chi protesta contro un locale dopo aver mangiato a sbafo; 2 ) il fatto che una volta scoperti nessuno  ha sentito il dovere di andare e saldare il proprio; 3) il silenzio degli organizzatori, che avrebbero potuto fare prima il gesto di pagare.
Una storiella estiva tutta ferragostana.Alè

Un commento

  • Giacomo Bianchi

    (16 agosto 2016 - 09:22)

    Ho parlato personalmente al telefono con il sig.Sauro e, pertanto, mi stupisco di leggere questo titolo. Del resto anche dal contenuto dell’articolo comprendo che il sig. Sauro non ha proprio colto lo spirito di tutta la faccenda. A beneficio di chi come lui ancora brancola nel buio vi allego la mia risposta a chiusura di tutta la storia:
    Per quelli che ricercano la verità, e non la notizia, vorrei chiudere il cerchio con la “O” maiuscola di “Ospitalità”, parola chiave che è a monte dell’accaduto, da cui è scaturito quel bisticcio mediatico, che poi qualcuno ha voluto montare fino a definirlo “un incidente diplomatico”.
    Se è chiaro come sono andati i fatti, sarà ormai noto a tutti che Sgarbi e il gruppo che lo ha seguito sono stati da noi ospitati, a torto o a ragione: li abbiamo aspettati fuori orario e li abbiamo serviti “ad libitum” e “gratis et amore dei”.
    La recensione negativa della nostra famigerata “Loredana”, al contrario, infrange quel vincolo di riconoscenza che in ogni cultura si stabilisce tra ospitato e ospitante. Ebbene, l’ospitalità è la trama essenziale su cui si intreccia questa storia, e non il conto non pagato!
    L’invito a “pagare il conto” è solo il grido di protesta di chi vede dissacrato quel vincolo di solidarietà tradizionalmente riconosciuto e condiviso tra chi arriva e chi l’accoglie, quando al posto di un semplice “grazie” riceve una pugnalata alle spalle, complice tripadvisor.

    Inviato da iPad

I commenti sono chiusi.