Sorrento, alla scoperta della birra artigianale con Birra Felix

Letture: 212
Giuseppe Schisane e Luigi D'Alise

di Mario Sposito

Foto di Fiorella Nitrato Izzo

Ed eccoci a Sorrento, tra i turisti che se la godono ai tavolini dei bar e una leggera brezza marina che rinfresca la giornata piuttosto calda.

Siamo in piazza Angelina Lauro e tra i gazebi messi su per la Borsa Valori Del Territorio uno in particolare pare possedere una forza magnetica maggiore degli altri.

Forse  per l’entusiasmo di chi lo vive, forse perché la birra si arricchisce sempre più di persone che le restituiscono la dignità negata da troppo tempo.

Birra Felix

E’ lo stand di Birra Felix,  manifestazione giunta alla seconda edizione, dedicata alla diffusione della cultura brassicola, promossa dall’Associazione Slow Sud assieme al Birrificio Sorrento.

Birre nei calici da degustazione

Durante l’ultimo fine settimana  gli eventi targati Birra Felix hanno offerto ad appassionati, curiosi e neofiti, la possibilità di partecipare a  laboratori del gusto sulle birre artigianali e di scoprire la birra in abbinamento con prodotti tipici e piatti della tradizione mediterranea.

Mi avvicino allo stand accolto da Luigi D’Alise, fondatore di Slow Sud e da Giuseppe Schisano, mastro birraio del Birrificio Sorrento, che non tarda ad offrirmi un bicchiere della sua Syrentum: dorata e spumosa, caratterizzata dalle note dei rinomati Limoni di Sorrento. Non potevo aspettarmi migliore accoglienza.

Birre offerte allo stand
Syrentum del Birrificio Sorrento

Lo spirito dell’iniziativa e sopratutto la funzione dello stand “presidio” è proprio quella di far assaggiare le birre e magari di scambiare qualche chiacchiera con i mastri birrai presenti. Avviene così quel contatto, quel “primo bacio”, che spesso segna la nascita di una nuova consapevolezza di consumo. Ed è proprio così che vanno le cose: i passanti si fermano, assaggiano, chiacchierano e scoprono.

Lo stand di Birra Felix

Io non sono da meno e Giuseppe Schisano mi guida alla scoperta della birra che ha prodotto assieme a Mario Cipriano del birrificio Karma, una birra chiara prodotta con un particolare processo di luppolatura che le dona un intenso olfatto di frutta esotica. Il nome della birra è proprio Birra Felix: prodotta in “joint venture” apposta per la manifestazione e quindi non reperibile in commercio: che fortuna essere qui.

Nello Marciano, Giuseppe Schisano e Luigi D'Alise

Oltre al Birrificio Sorrento lo stand ospita Il Chiostro di Nocera Inferiore (Sa), Karma di Alvignano (Ce), Maneba di Striano (Na), Saint Jonh’s Bier di Faicchio (Bn).

Vesuvia di Maneba

Ad ogni edizione inoltre è invitata un’altra regione italiana. Quest’anno è toccato alla Puglia, con i birrifici Birranova di Triggianello (Ba) e B94 di Lecce.

Siamo nel territorio dell’artigianale: nessuna pastorizzazione, nessuna filtrazione aggressiva, nessuna mortificazione dei sensi; la birra è viva e regala per questo aromi e sapori altrimenti assenti.

Il fenomeno della rinascita dei birrifici artigianali si avvia negli Stati Uniti a partire dagli anni ottanta, toccando successivamente l’Europa e più di recente l’Italia. Una delle “vittime” dell’arte birraia è sicuramente Nello Marciano, mastro birraio di Maneba, che dopo una genesi come homebrewer ed alcune esperienze in microbirrifici italiani e tedeschi, ha messo su il suo birrificio a Striano (Na).

Beviamo assieme L’oro di Napoli, la sua chiara, beverina e rinfrescante; passiamo poi alla Vesuvia, doppio malto di colore ambrato scuro , schiumosa e vellutata, dal gusto caramellato e tostato.

Ambrata in degustazione

Prima di salutarci mi offre la birra che ha creato in omaggio alla sua Clelia, una bianca nel pieno rispetto della tradizione belga: speziata con pepe bianco, coriandolo e bucce d’arancia. Che profumo e che sapore!.

Nel pomeriggio l’interessante laboratorio degustativo  tenuto da Gianluca Polini, docente Slow Food, è stato una  grande occasione per capirne di più e soprattutto per gustarne di più: 7 birre da scoprire, tanti  partecipanti e grande soddisfazione generale.

Durante il week-end, presso alcuni ristoranti che hanno sposato l’iniziativa, era inoltre possibile addentrarsi in affascinanti abbinamenti tra le birre artigianali dei produttori aderenti a Birra Felix ed i piatti degli chef sorrentini.

Un grande della musica diceva che un paese è veramente un paese quando ha una compagnia aerea e una birra…e alla fine è di una bella birra che si ha più bisogno.

Insomma, per chi non vi fosse andato, un appuntamento da non perdere per la prossima edizione. Per i più “avventurosi” invece ecco gli indirizzi dei birrifici campani che vi hanno partecipato, magari si va a scoprirli di persona.

Maneba

Via Palma 181, Striano (NA) – Telefono: 0818276637

www.birramaneba.it



Birrificio Sorrento

www.birrificiosorrento.com

info@birrificiosorrento.com

Tel -0818773708


Birrificio Artigianale Karma

Info: Mario Cipriano
Tel. 0823.869117 – 328.8280951 – 348.0963108

C.so Umberto I, 291 Alvignano (CE) Italy
www.birrakarma.cominfo@birrakarma.com

Il Chiostro

Via L. Ariosto, 25, Nocera Inferiore (Sa)

Tel. e Fax +39.081.5172564

Email simone.dellaporta@libero.it

www.ilchiostro.net

Saint John’s Bier

Loc. Selva, Faicchio (BN)

www.saintjohnsbier.com