Syrentum Birra Artigianale Chiara del Birrificio Sorrento

Letture: 255

Giuseppe Schisano e Francesco Galano

di Marina Alaimo

Battiato in una delle sue canzoni più belle e coinvolgenti, L’Animale, elogia il valore e la necessità di vivere la vita con ampie dosi di leggerezza e stupidità. Elementi indispensabili per non farsi travolgere dagli eventi e riuscire a mantenere un buon equilibrio ed una certa spontaneità di pensiero e di azione.

Volendo tradurre la necessità di leggerezza in qualcosa da sorseggiare spensieratamente in un bicchiere, scelgo una birra chiara, di corpo medio leggero, riconducibile allo stile Season, di tradizione belga. A parer mio, la birra più del vino può esprimere la leggerezza , non essendo obbligata a rispettare alcun disciplinare di produzione, ma esaltando al massimo la libertà di interpretazione e di pensiero.

La birra artigianale Syrentum

 Essendo in piena estate, una Season è certo l’ ideale, è stata pensata proprio come tipica birra estiva nella tradizione belga, al fine di risultare piacevolmente dissetante, per soddisfare le esigenze di braccianti e contadini che in gran numero lavoravano nei campi sotto il sol leone. E ‘pertanto una birra di corpo medio leggero, dal sapore amaro secco che predispone la bocca a sorseggiarla di continuo, di buona freschezza e basso tasso alcolico, contrariamente alla tendenza della stragrande maggioranza delle birre belga che per lo più sono molto alcoliche, di buona struttura, particolarmente aromatiche e quindi poco dissetanti, come risultano essere le tipiche birre d’Abazia e le Trappiste.

il luppolo

Le spezie espresse nel bouquet di una Saison sono di fiori freschi, spesso fiori di sambuco, per accentuare la sensazione dissetante, ma anche leggermente pepate, con schiuma dalla trama fine e compatta. Proprio in questi giorni ho avuto il piacere di conoscere due mastro birrai sorrentini, che coniugano la passione per la birra artigianale con la cultura della loro splendida terra, sono Giuseppe Schisano e Francesco Galano.

etichetta della birra Syrentum

 Hanno pertanto pensato e realizzato Syrentum, birra di ispirazione Saison, ma profumata con le bucce del limone tipico di Sorrento che le dona grande freschezza e bevibilità e ben la colloca in uno stile del tutto sorrentino. Contrariamente a quello che si può pensare, la birra a Sorrento non è affatto una novità, infatti i due giovani mastro birrai hanno entrambi sposato le figlie di Gennaro Gargiulo, il primo in Italia a possedere un birrificio artigianale.

Ma andando ancora più indietro nel tempo, molto più indietro, la leggenda narra che Syrentum ,fanciulla di rara bellezza, venne alla luce a Sorrento nel XVI secolo in seguito ad un voto fatto dai genitori al Tempio delle Sirene nella Baia di Ieranto. Costei sposò un ricco nobile di Sorrento e mostrò sempre grande generosità verso il popolo.

Nel 1558 la città fu invasa dai saraceni e molti furono i prigionieri, compresa la bella Syrentum, che durante la sua prigionia apprese le primordiali tecniche per la produzione di una bevanda ottenuta dalla fermentazione di cereali. Al suo ritorno Syrentum offrì in dono questa bevanda al Tempio delle Sirene e trasmise l’arte di produrla ai sorrentini che continuarono ad offrirla alle divinità. La birra Syrentum non viene ne’ filtrata ne’ pastorizzata, mantenendo quindi integre le proprietà organolettiche, il mosto viene naturalmente filtrato facendolo scorrere lentamente tra le trebbie del malto, che trattengono le eventuali farine ed impurità, rilasciando lentamente un mosto limpido e dolcissimo.

E’ di colore giallo paglierino carico, leggermente opalescente, ha buona intensità di profumi marcati da piacevolissime note di buccia di limone,  sa di miele di acacia, sentore dovuto all’utilizzo del malto di tipo Pils, poi di tiglio, cantalupo ed erbe mediterranee. In bocca ha buona freschezza avvolta dai sentori agrumati che invogliano al sorso ripetutamente, con leggerezza,  è sottile con discreta tendenza amara.

Si beve in bicchiere Teku ad una temperatura di 9° – 10°. Considerando che è tra le cose che preferisco in questo momento,  me la godo  abbinandola a My Fovourite Things di John Coltrane guardando le stelle cadenti, e chissà…

 www.birrificiosorrento.com 
info@birrificiosorrento.com 
Tel. 081 8773708.

2 commenti

  • ALESSANDRO

    (12 agosto 2010 - 16:25)

    Due ragazzi in gamba che coltivano qualità a 360°. Birra piacevolissima…

  • Monica Piscitelli

    (22 agosto 2010 - 12:11)

    Davvero ottima, assaggiata a Salerno. la cosa particolare (la raccontavo in un post da qualche parte su questo blog) è che la prima birra artigianale in assoluto in Italia è stata sorrentina. incredibile! brava marina, ottimo!

I commenti sono chiusi.