Tenuta Frassitelli 2007 Ischia doc

Letture: 103

CASA D’AMBRA
Uva: biancolella
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio


La vendemmia a Frassitelli, sullo sfondo Forio d’Ischia
La buona vendemmia 2008 consente ad Andrea D’Ambra di presentarsi al pubblico degli appassionati in modo assolutamente classico con l’intera batteria dei bianchi. Erano ormai diversi millesimi a presentare smagliature in una direzione piuttosto che in un’altra, ma stavolta l’andamento stagionale della vigna e i collaudati protocolli aziendali sembrano fatti apposta per combaciare. Come è noto, il Tenuta Frassitelli nasce dall’omonima vigna sul monte Epomeo, una delle più belle della Campania, da cui nasce questo cru ormai ala ribalta da quasi vent’anni. La finezza dei profumi, floreali e anche un po’ fruttati, oltre che dal vitigno, è garantita da buone escursioni termiche. Il vino appare già in ottimo equilibrio e conferma la sua vocazione alla bevibilità immediata: suggestioni di macchia mediterranea arricchiscono l’olfatto, al palato l’ingresso è abbastanza morbido, l’acidità, pur presente in modo necessario, non è solista nel coro come accade invece ai bianchi da fiano, greco e falanghina nei primi tempi di vita. La classicità della stagione è tutta nella costruzione ovale nel palato: il vino entra deciso, si espande ai lati grazie alla freschezza, prosegue in avanti grazie all’alcol e soprattutto alla struttura, e chiude in fondo in maniera perfetta e senza smagliature. Credo davvero che chi vuole conoscere il genius loci dell’Isola Verde quest’anno non può fare a meno di bere il Frassitelli. La sua costruzione enologica rimanda immediatamente ai piatti di pesce semplici e non costruiti, immediati e naturali. Già, proprio la naturalezza contribuisce alla sua immediata e istintiva bevibilità, priva di costruzioni mentali e senza alcuno spunto barocco o inutilmente virtuoso. Questo vino fa da controcanto al resto della produzione campana proprio per il suo approccio semplice e ai modi gentili. Sotto questo aspetto la decisione di non allontanarsi dall’acciaio si conferma felice e vincente nella caratterizzazione e identificazione delo stile aziendale oltre che del prodotto stesso. Da usare per trascorre l’estate e l’autunno, prima di iniziare a bere gli altri bianchi campani del 2008.r
Sede a Forio d’Ischia, Via Mario D’Ambra, 16 Frazione Panza. Tel. 081. 907210, Fax 081.908190. info@dambravini.com, www.dambravini.com. Enologo: Andrea D’Ambra. Ettari: 5 di proprietà e 12 in fitto. Bottiglie prodotte: 500.000. Vitigni: biancolella, forastera, San Lunardo, uva Rilla, coglionara, piedirosso, guarnaccia, cannamelu.