Terzigno, Villa Dora

Letture: 80

Via Boscomauro, 1

Tel 081 5291221 Fax 081 8274905

www.gruppodorotea.it

info@gruppodorotea.it

 

Si danno appuntamento qui gli operatori della Lipu, lega italiana per la protezione degli uccelli. Ogni anno raggiungono Villa Doro per catturare solo temporaneamente gli esemplari presenti nel Parco. Li misurano, li osservano a fini scientifici e poi li lasciano volare davanti agli occhi appassionati di decine di studenti. Dopo la lezione di educazione ambientale si passa la percorso didattico in azienda. Estesa su 13 ettari, di cui cinque ulivetati con alberi di età media pari a 60 anni, Villa Dora sorge proprio sulle falde del Vulcano. Le radici scavano in una terra tanto nera dal provocare sorprendenti contrasti con il manto verde delle montagne circostanti. La coltura è biologica. E’ Giovanna D’Ambrosio ad occuparsi della tenuta, su cui cade sempre la supervisione del papà. L’olio prodotto ricorda al gusto l’oliva matura e la mela gialla. Ha un’impronta dolce appena piccante con leggere note di mandorla. Tra le produzioni della casa anche i barattoli di olive in salamoia lasciate fermentare per 14 mesi. E’ presente nella guida Slow Food 2004. Sui terreni di origine vulcanica si distendono anche i vitigni di aglianico, piedirosso, coda di volpe e falanghina per i Lacryma Cristi doc. I vini e le grappe portano la firma dell’enologo Roberto Cipresso.