Trebbiano d’Abruzzo 2004 doc Valentini

Letture: 223
Trebbiano 2004 Valentini
Trebbiano 2004 Valentini

Ci si chiede come può un vino restare impresso nella memoria. Se il primo amore non si dimentica mai per l’intensità del sentimento che provoca per la prima volta, lo stesso accade con un vino. La complessità di un corredo olfattivo poliedrico e sfaccettato, a volte anche scontroso, l’eleganza del corpo che coinvolge l’assaggio, la sua interminabile persistenza, riescono tra mille assaggi a far aprire la porta del per sempre.

Il Trebiano d’Abbruzzo 2004 Valentini lo ha fatto senza indugi. Un piccolo-grande capolavoro d’artigianato. Un bianco abruzzese che è riuscito a scalare le vette dei massimi punteggi. Una cantina storica, creata da Edoardo Valentini e ad oggi tra le grandi d’Italia. Uomo di cultura e tempra straordinaria, destinato all’avvocatura ma diventato vignaiolo per passione. Il figlio Francesco, vigneron maieuta, ne segue attualmente le orme nel dirigere l’azienda. Solo uve autoctone e metodi naturali in vigna e in cantina. Riflessi verdolini si alternano all’interno di una cromatura color giallo paglierino.

L’olfatto rende questo vino un capolavoro! Un assaggio in purezza che esplode in una pienezza di bocca mirabile. In apertura decise note di lieviti, crosta di pane, proprio come un vero champagne. Si spazia dalle piccole note fruttate bianche a refoli esotici di papaia, frutto della passione. Più rotea nel calice più conversa con l’olfatto. Note floreali di orchidea, gelsomino, magnolia. Leggera anima di spezie dolci. Zafferano. Non esiste un andamento lineare..tutto arriva, e poi irritualmente ritorna. Infinito!
Il palato è pervaso da una gradevolissima vivacità gustativa. La beva è ampia, maestosa, eppure fresca ed equilibrata. Ogni nota, al gusto, ritrova il suo posto. Il finale di bocca risulta copiosamente avvolto in sensazioni salmastre, eppure, senza esitare arrivano echi di frutta candita. Bevibilità eccelsa! Un grande bianco da bere su piatti importanti o da gustare da solo, in sua compagnia. Il Trebbiano d’Abbruzzo Valentini? Un “petrolio” tutto italiano!

Questa scheda è di Teresa Mincione

Azienda Agricola Valentini
via Del Baio, 2 – 65014
Loreto Aprutino – Pescara
Tel e fax 0858291138

Un commento

  • Mondelli Francesco

    (9 aprile 2015 - 08:26)

    Condensato,ma bel post nonchè efficace.Conosco bene l’azienda ,le persone e i vini,ma personalmente credo che eccellente sia sopratutto il trebbiano.Poetico ed originale il colloquio del vino ossigenato nel bicchiere con il naso.Scena fantastica.Solo una piccola ma veniale sbavatura:non amo associare il vino ed il cibo ad argomenti non piacevoli(vedi petrolio).Capisco il riferimento economico,ma dopo tanta bellezza e come entrare di botto nel caos del traffico di Roma.Con stima e simpatia Francesco Mondelli .

I commenti sono chiusi.