Villa Gemma 2007 Cerasuolo Montepulciano d’Abruzzo doc

Letture: 48

MASCIARELLI
Uva: montepulcianoFascia di prezzo: da 5 a 10 euroFermentazione e maturazione: acciaio
Ma sì, ecco Napoli. Esco dal giornale, due passi e vado a Terrazza Calabritto a Piazza Vittoria, tra sole e brezza marina. Nel locale di Enzo Politelli mi sento davvero a casa, sensazione di cui ti accorgi quando non perdi la familiarità psicologica e fisica con un ambiente anche quando ci manchi da parecchio. Ho voglia di sapidità, niente preavviso: gamberi e scampetto crudo, un’ostrica, ricciola sfilettata, julienne di seppioline, tartare di tonnacchio rosso e poi un po’ alla piastra per chiudere caldi. A Milano avrei dovuto farmi pignorare un quinto dello stipendio, qui bastano trenta euro, quasi meno che in pescheria, perché la filiera è diretta: Enzo è di antica famiglia di ristoratori ed è uno dei pochi a Napoli ad avere riferimenti di barche. La sua materia prima ha conquistato la clientela locale, lui la roba di mare la tocca appena, la cuoce con un soffio, ci affianca a volte un po’ di frutta, altre volte erbette e qualche spezia ben pensata a bordo piatto. Dire crudo di pesce è come dire comprare gioielli, bisogna farlo solo da gente di fiducia e di mestiere altrimenti è come investire in un edge found, ti può andare bene una volta, male le altre cento. Già, ma cosa beviamo? Un rosato of course, buona e solida carta di vini del cugino sommelier, ricarichi onesti intorno al 50 per cento sui vini più cari per far girare la cantina e venderli in tempi un po’ difficili. Già, ma il Villa Gemma di Masciarelli non ha bisogno di presentazioni, esce dalla cantina ormai da più di venti anni, cosa c’è da dire ancora? Parlare della sua freschezza, del suo frutto robusto, della conferma di una grande annata, dell’appagamento con cui accompagna cibo su cui ci vorrebbero bianchi belli tosti. L’affidabilità di una grande azienda nel proporre oltre 50.000 bottiglie tutte buone e da finire, magari ci sta bene pure la botta dopo il gelato alla meringa. Un’ora tra i sapori del mare coccolati dalla professionalità partenopea, davanti la Villa Comunale e il mare, un dolce pensiero alla finale di Vini Buoni d’Italia con gli amici che ritrovi: come stare un mese in vacanza. Napoli è questo: naturalità assoluta, nel male come nel bene. Non c’è cattiveria, neanche buoni sentimenti, si fa perché è così.

Sede a San Martino sulla Maruccina. Via Gamberale, 1
Tel. 0871.85241, fax 0871.85330
Sito: http://www.masciarelli.it
Enologo: Romeo Taraborrelli
Ettari: 256 di proprietà più 18 in affitto
Vitigni: montepulciano, trebbiano, chardonnay, cabernet sauvignon