7 fast food 100% vegan nei pressi di Brick Lane a Londra

24/5/2019 1.3 MILA
Piatto super misto e ricco di Merkamo
Piatto super misto e ricco di Merkamo

di Salvatore Pope Velotti 

Brick Lane è una strada di East London famosa per i suoi negozi di abbigliamento vintage, per la street art che riempie ogni sua superficie, per i tanti ristoranti e negozi asiatici. Ma negli ultimi tempi sta diventando un vero concentrato di ristoranti e bar vegani.

Andiamo a vederne alcuni che si trovano in questa strepitosa strada o immediatamente nei pressi e che sono adatti per un pranzo veloce!

The Canvas: Cafè & Creative Venue

Un locale molto familiare, arredato con tavoli e sedie di recupero, omaggio al gusto vintage che pervade l’intera strada, il cui nome annuncia il concept della location: pareti bianche come tela (canvas) su cui scrivere e lasciare la propria traccia, sorta di omaggio alla Street Art di Brick Lane. Porzioni sostanziose e per nulla salutiste…  Piatto consigliato: Tofish&Chips (tofu rivestito di alghe da un lato e fritto servito con patatine fritte e mash di piselli).

Il sapido Tofish and Chips di The Canvas
Il sapido Tofish and Chips di The Canvas

Mooshies London Vegan Burger Bar

Esclusivamente burger e sides in questo locale arredato come un centro sociale degli anni Novanta. Un ottimo brioche bun è farcito da burger vegetali di cui uno variato ogni stagione. Elogio per il What’s Ur Beef, la cosa più inquietantemente vicina a un hamburger del cattivissimo zio McD mai assaggiata in tanti anni di vegan junk food scellerato!

Tipico menu di Mooshies
Tipico menu di Mooshies

Genesis. Organic + Healty

Nuova apertura, si tratta di un locale trendy, dai colori trendy, con un menu dalla grafica trendy e un’offerta organic ed healthy come prevede il trendy londinese. Un menu ampio (forse troppo) con piatti non all’altezza della location ma dal quale consiglio comunque il Woman American Burger (cui aggiungere una slice di coconut cheeze come extra).

L'impervia scalata di un burger di Genesis
L’impervia scalata di un burger di Genesis

The Vurger Co.

Defilato, offre una buona scelta di panini ma ha un difetto nel bun: meno brioche e più sbricioloso degli altri, leggermente sotto la media. Burger invece deliziosi e vi consiglio il MLT con funghi arrosto, pesto di noci, pomodori secchi e medaglione di fagioli.

 

Merkamo Ethiopian

Allo Spitalfields Market, aperto solo a pranzo, grande offerta di legumi e di tè, tuto preparato alla maniera etiope. Per me un green protein plate con tè alla menta, grazie!

 

Marees Sauce and Food

Avete presente quanto detto per Genesis? Ecco, questo locale è l’opposto. Grandi burger, come formato e sostanza nel più imprevedibile dei locali che con il più anonimo dei siti web, con pagine social al limite dell’imbarazzante e con un arredo da tre pounds vi serviranno un vegan burger da tre stelle e mezzo Michelin! Difficile consigliarne uno ma le loro patate alla paprika sono un must per accompagnare qualsiasi panino scegliate!

Burger di Marees con le inimitabili fries alla paprika
Burger di Marees con le inimitabili fries alla paprika

What the Pitta! Vegan Döner Kebab

Kebabbaro vegano nello Shoreditch Boxpark che al motto di “wow no cow” vi delizierà con il wrap più soddisfacente e sontuoso della vostra vita. Real vegan food porn! Evitate le patate (stranamente mediocri) ché le porzioni sono davvero enormi. Il Kebab vi darà ben 37 grammi di proteine ma ci saranno 800 kCal di contorno (tutte cruenti free, comunque!)