A Torino inaugurata Maison Massena. Testimonial d’eccezione Heinz Beck

1/11/2011 1 MILA
Heinz Beck e Maria Luisa Coppa

di Cosimo Torlo

… E con Beck, prove in cuicina con i VIP ai fornelli

E’stato il grande Heinz Beck, “Executive Chef” del Ristorante “La Pergola”, all’Hotel Hilton di Roma, nonché “Tre Stelle Michelin”, l’ospite d’onore che a Torino, in corso Stati Uniti 18/A, ha inaugurato oggi “Maison Massena”, il nuovo Centro di Formazione Professionale dedicato all’Enogastronomia d’Eccellenza fortemente voluto da Ascom-Confcommercio Torino,  con il sostegno della Camera di Commercio torinese, di Regione, Provincia e Comune di Torino.

E certo non potevano mancare i politici locali e non; Piero Fassino, Roberto Cota, Antonio Saitta, al richiamo dell’Associazione dei commercianti torinesi, che da sempre sulla politica locale e non esercita un “discreto fascino”.

Momento clou dell’inaugurazione  l’esibizione dei “VIP AI FORNELLI”, con i già citati esponenti politici, ma anche dell’economia e del giornalismo.. i quali si sono cimentati nei Laboratori del “Salato” e del “Dolce”, seguendo le indicazioni di Heinz Beck.

Heinz Beck con Roberto Cota

Una Scuola – Bottega, capace di fare incontrare e interagire fra loro mondo delle “imprese” e “momento formativo”: offerta e domanda di lavoro.

Questo intende essere “Maison Massena”: Polo Educativo che, contando su docenti– “Maestri” di altissimo livello professionale,  “formerà” ed “informerà” spaziando a tutto campo dalla Ristorazione alla Pasticceria, dalla Gelateria alla Gastronomia per finire con la Panificazione e la Pizzeria, così come con il Servizio di Sala e la “nobil” arte dell’Accoglienza.

Da destra Piero Fassino, Antonio Saitta, Heinz Beck

La struttura del Centro

I lavori di messa in opera di Maison Massena sono durati circa un anno e progettati con soluzioni architettonico-strutturali tese al massimo della resa funzionale.

Il Centro, dotato delle più moderne attrezzature operative e didattiche, si sviluppa su un’area di circa 300 mq, al cui interno sono stati ricavati quattro locali adibiti alla didattica, oltre a spogliatoi, dispense e spazi di servizio. I vari corsi programmati si svolgono all’interno di due ampi e pluricomprensivi Laboratori dedicati a: “Salato” (Ristorazione e Gastronomia) e “Dolce” (Pasticceria, Gelateria, Pizzeria e Panetteria).

Il primo si sviluppa su 55mq di superficie e vanta ben 16 postazioni completamente attrezzate, oltre a quella in uso al Docente. Il secondo può invece contare su un’area di 35mq, con 15 postazioni perfettamente attrezzate, oltre a quella riservata al Docente. Momenti formativi rivolti all’accoglienza, al servizio di sala,
alla conoscenza e alla degustazione dei vini si terranno in altri due locali appositamente “programmati”, all’interno dei quali saranno anche ospitate lezioni puramente teoriche su argomenti di volta in volta definiti e programmati.

Da destra Piero Fassino, Antonio Saitta, Heinz Beck

Ancora da evidenziare, la dotazione di attrezzature fra le più sofisticate e aggiornate, insieme alle dotazioni multimediali attraverso le quali riprendere (e rendere dunque sempre disponibili all’occorrenza) le lezioni degli stessi Docenti.

Un commento

    Grazia Sosso

    Buongiorno,

    sono un amante della cucina sana, composta da alimenti semplici e tradizionali.
    Lavoro come dipendente presso un azienda, ma vorrei fare un corso di cucina per una eventuale possibilita’ di cambiare tipologia di attivita’, unendo la passione .
    Posso avere informazioni in merito?
    Grazie in anticipo.

    17 novembre 2011 - 15:32

I commenti sono chiusi.