Alessio Attanasio, ambasciatore della cucina italiana ad Oslo

17/5/2022 599
Alessio Attanasio e i bigne'
Alessio Attanasio e i bigne’

di Marco Contursi

Alessio Attanasio è un ragazzo salernitano di 33 anni che vive da nove ad Oslo, in Norvegia, occupandosi di fotografia. Ma buon sangue non mente e ha ereditato dal papà ma soprattutto dalla madre, l’amore per la cucina e le cose buone, ed è diventato uno chef di cucina italiana, a domicilio. Qui apro una parentesi, Gianni Attanasio e sua moglie Gianfranca, i genitori di Alessio, sono amici carissimi, a cui voglio un mondo di bene.

Papa' Gianni e mamma Gianfranca
Papa’ Gianni e mamma Gianfranca

Nella loro casa di campagna abbiamo fatto cene memorabili, in un contesto bucolico davvero meraviglioso. Gianfranca cucina da dio (e Gianni è di valido supporto) e il figlio la passione per i piatti tradizionali, preparati con amore, maestria e materie prime eccellenti, ce l’ha nel dna.

Alessio Attanasio, gnocchi
Alessio Attanasio, gnocchi
Alessio Attanasio, matriciana
Alessio Attanasio, matriciana
Alessio Attanasio, lasagna
Alessio Attanasio, lasagna

E quindi un bel giorno Alessio, si inventa chef italiano a domicilio ad Oslo, sfruttando il sapere appreso vedendo la mamma preparare parmigiane e gnocchi.

Alessio Attanasio, parmigiana di melanzane
Alessio Attanasio, parmigiana di melanzane

Sapori nostri genuini che stanno letteralmente spopolando in Norvegia.

Alessio Attanasio, montanara
Alessio Attanasio, montanara

Si occupa lui della spesa, materie prime italianissime e prepara a casa dei clienti la cena, partendo dagli impasti di pasta (gnocchi, tagliatelle ecc..), pane e focacce. Realizza tutto a mano, finanche i bignè per fare i profiteroles.

Alessio Attanasio, tiramisu
Alessio Attanasio, tiramisu
Alessio Attanasio, profiterole
Alessio Attanasio, profiterole

Ad affiancarlo Antonio Martellotta, ingegnere con la passione del vino, che si occupa degli abbinamenti dei piatti di Alessio col nettare di Bacco. Ambasciatori dunque della cucina di casa italiana, nelle terre del nord, a cui Alessio porta un tocco di calore con i suoi piatti. Tra i cavalli di battaglia gli gnocchi, la focaccia, e naturalmente la parmigiana di melanzane, vero e proprio monumento della cucina campana.

Alessio Attanasio, agnello al forno
Alessio Attanasio, agnello al forno

Una bella storia dunque di cucina e intraprendenza giovanile, perché andarsene a venti anni a vivere da solo in Norvegia, non è da tutti. Rinunciando ai piatti di una mamma brava in cucina come Gianfranca poi….

Alessio e il battuto di prezzemolo
Alessio e il battuto di prezzemolo

Alessio ha creato anche un sito, www.italianinoslo.no dove è possibile ammirare le sue creazioni e contattarlo. Un bel “in bocca al lupo” per la sua nuova avventura lo merita tutto, e stesse tranquillo che i piatti di mamma Gianfranca nel frattempo non andranno sprecati perché me li pappo io.

 

3 commenti

    marco contursi

    Buon sangue non mente…

    18 Maggio 2022 - 07:27Rispondi

    Antonio Troisi

    Spettacolo…!! Speriamo presto in uno chef salernitano alla Corte dei Reali di Norvegia!!

    18 Maggio 2022 - 13:29Rispondi

    FRANCESCO MONDELLI

    Ma tu guarda un po’ questo:dove vede e dove stravede.Se a preparare a Roma una parmigiana ad inizio primavera è una comparsa come MONDELLI Apriti Cielo!Se a farlo ad Oslo è un suo amico di merende allora la parmigiana diventa un monumento della cucina italiana!Stupidate a parte fa sempre piacere che persone con altri interessi e cultura entrino nel non facile mondo della cucina ma qui credo si vada sul sicuro perché dietro ad un buon cuoco c’è sempre una mamma golosa che sa farsi valere in cucina.In bocca al lupo e……un motivo in più per interessarsi ad Oslo prima che se ne occupino i potenti del mondo FM

    18 Maggio 2022 - 13:59Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.