Alla ricerca della perfezione: Vigna Barbischio Chianti Classico Riserva 2016

21/9/2019 873
Vigna Barbischio Chianti Classico Riserva 2016
Vigna Barbischio Chianti Classico Riserva 2016

di Antonella Amodio

Il Chianti Classico è una pietra miliare del vino italiano, ed è tra i più conosciuti ed apprezzati vini del mondo. Sicuramente un’icona di eccellenza nazionale. Ben 70.000 ettari di territorio e oltre 7.200 ettari vitati iscritti all’albo della Docg ne fanno una delle denominazioni più importanti d’Italia. La struttura del terreno, il clima e le diverse altitudini rendono il territorio del Chianti vocato alla produzione di vini di qualità. A Gaiole in Chianti, in poco più di un ettaro coltivato a sangiovese, canaiolo, colorino e malvasia, Maurizio Alongi, enologo e proprietario della cantina, produce il Chianti Classico Riserva Vigna Barbischio. Un unico vino, che nasce da due vigneti di circa quaranta anni di età, posizionati a 435 metri sul livello del mare, nel piccolo areale di Barbischio.  I terreni sabbiosi, particolarmente sciolti e con pendenze rilevanti, le correnti d’aria regolari che arieggiano i filari, e i boschi di querce e castagno – che contribuiscono a mitigare gli sbalzi climatici –  creano un ecosistema propizio alla produzione di un grande vino. L’incredibile complessità e – nel contempo –  l’eleganza, sono i punti forte del vino Vigna Barbischio.  Un capolavoro prodotto con il 94% di sangiovese, il 4% di malvasia nera e il 2% di canaiolo. La macerazione senza raspi a temperatura controllata è svolta in tini di acciaio, mentre la maturazione avviene in tonneaux di rovere francese (nuovi al 15% e usati all’85%) per poco più di un anno, per poi affinare in bottiglia per almeno dieci mesi, prima dell’uscita in commercio.

Vigna Barbischio Chianti Classico Riserva 2016
Vigna Barbischio Chianti Classico Riserva 2016

L’annata 2016 di Vigna Barbischio è la seconda prodotta da Maurizio Alongi. Ordinato, preciso e nitido il corredo aromatico giocato su diverse sfaccettature. Si rincorrono le note di erbe officinali, la marasca e sensazioni di sottobosco nella definizione speziata. Una nuance di scorza di arancia e un perfetto – quanto personale –  richiamo all’affumicato, denotano un rigore formale e consapevole dello stile. Il tannino perfettamente integrato nella trama del vino, la bella acidità rinfrescante che aiuta a costituire l’armonia generale, lo rendono rigoroso e sottile.

Poche migliaia di bottiglie dell’annata 2016 ( 4373 ) in vendita a circa 28,00 euro in enoteca.

Maurizio Alongi Società Agricola
Gaiole in Chianti ( SI )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.