Antica Osteria Rugantino: la cucina tradizionale romana nel cuore di Trastevere

1/6/2022 1.3 MILA

Antica Osteria Rugantino a Roma
Via della Lungaretta, 54
Aperta tutti i giorni a pranzo e a cena
Tel: 06 581 8517

Vanessa e Valerio Lubrano
Vanessa Gabrielli e Valerio Lubrano

di Floriana Barone

Fettuccine ar sugo de coda ‘a vaccinara, spaghettoni ar cacio e pepe, trippa ‘a romana e pollo co li peperoni: il menu dell’Antica Osteria Rugantino è scritto tutto in romanesco. Questa storica trattoria trasteverina di via della Lungaretta è stata presa in gestione da Valerio Lubrano nel 2007. Valerio ha iniziato a lavorare come rappresentante di vino per Villafranca a diciott’anni e, un paio di anni dopo, questo giovane della Garbatella ha avuto la fortuna di conoscere i proprietari dell’osteria e di iniziare con loro un rapporto lavorativo. Successivamente, ha ottenuto in gestione VinAllegro e, quindici anni fa, l’attività ristorativa, proprio di fronte Largo S. Giovanni de Matha. La trattoria, in realtà, era nata su viale Trastevere ed è stata riaperta, poi, negli anni Novanta, a via della Lungaretta con lo stesso nome. Al civico 40 si può ammirare un grande targa, che ricorda l’inizio della Dolce Vita con lo spogliarello della ballerina turco-armena Aïché Nana, avvenuto nel ristorante durante una festa il 5 novembre 1958.

Antica Osteria Rugantino - lo spazio esterno
Antica Osteria Rugantino – lo spazio esterno

Inizialmente l’Antica Osteria Rugantino aveva un’impronta prettamente turistica: Valerio ha proseguito con questa impostazione per circa sei anni. Poi, da autodidatta, spinto da una grande passione per la cucina, si è messo per cinque anni dietro ai fornelli, cambiando la brigata e ricominciando daccapo, insieme ad alcuni giovani cuochi romani. Ha cercato di valorizzare le autentiche ricette romane, le tradizioni di un tempo. Ha scoperto anche il suo grande amore per la sala: oggi Valerio è l’anima di questo locale, che ospita 76 coperti. È una persona genuina e allegra, che ha cambiato la storia dell’osteria.

Antica Osteria Rugantino - la sala interna
Antica Osteria Rugantino – la sala interna
Antica Osteria Rugantino - la finestra su viale della Lungaretta
Antica Osteria Rugantino – la finestra su viale della Lungaretta

Negli ultimi quattro anni, Valerio ha selezionato esclusivamente materie prime locali e romane, come la pasta all’uovo Renzo e Lucia della Garbatella, il pane di Lariano del forno La Renella, il fior di latte Lattesano, il pecorino romano Dop Deroma e Fulvi, la carne e il guanciale della Macelleria Angelo Feroci di Trastevere.

Per gli antipasti, si può iniziare con la “Tavolozza mista de robba bona romana” (20€, per due persone), con formaggi, salumi, ricotta romana, frittatona romana co le zucchine, ciliegine di fior di latte romano, olive dorci de Palombara Sabina e coppiette.

Antica Osteria Rugantino - La Tavolozza co li mejo primi nostrani
Antica Osteria Rugantino – La Tavolozza co li mejo primi nostrani

I primi all’Antica Osteria Rugantino “se magnano co ‘a pasta ar dente”. Impossibile non ordinare la “famosa e inimitabile tavolozza co li quattro mejo primi nostrani” (30€), abbondante per due persone, anche se “ce so stati eroi che je l’hanno fatta pure da soli”. La tavolozza comprende le fettuccine Rugantino (guanciale, cicoria e pecorino romano Dop), rigatoni ‘a amatriciana, rigatoni ‘a carbonara, spaghettoni ar cacio e pepe, preparati con 70g pecorino per ogni porzione di pasta.

Passando a “Li Secondi”, si consiglia anche di assaggiare la “Tavolozza con li mejo secondi nostrani” (36€), sempre per due persone, con costolette di abbacchio ‘a scottadito, saltimbocca di vitella ‘a romana, coda ‘a vaccinara, pollo co li peperoni e trippa ‘a romana. Sul menu spiccano anche le “polpette de nonna fatte ‘n casa come na vorta”, con carne di manzo selezionato, come quelle ar sugo de amatriciana (14€). La carta offre anche una selezione di formaggi, come la ricotta romana di pecora o il cacio Deroma, servita anche su Tavolozza, in base alle disponibilità dei produttori (16€).

Antica Osteria Rugantino – La Tavolozza con li mejo secondi nostrani

Nei progetti di Valerio c’è anche l’idea di programmare un giorno alla settimana in cui poter dare libero sfogo alla fantasia, anche se il suo obiettivo è quello di rimanere un punto di riferimento tradizionale per romani e turisti: un’osteria sospesa nel tempo, in cui si respira l’atmosfera trasteverina e si mangia bene.

La carta dei vini è stata risistemata un anno fa: qui si lavorano solo etichette regionali, con 20 bianchi e 20 rossi, 2-3 spumanti regionali e 3 rosati, oltre alla lista di mezze bottiglie. I dolci sono tutti fatti in casa da uno dei ragazzi della cucina: Simone, come la ricotta romana de pecora co zucchero e cacao o il tiramisù (6€).

Antica Osteria Rugantino - il tiramisu'
Antica Osteria Rugantino – il tiramisu’

“Preparamo tutto ar momento e pe magnà bene, bisogna aspettà” – si legge sulla copertina del menu -.

Se vai de fretta, nun t’offenne, ma è mejo salutasse subbito”.

Antica Osteria Rugantino - il Roma Doc di Poggio Le Volpi
Antica Osteria Rugantino – il Roma Doc di Poggio Le Volpi

Antica Osteria Rugantino a Roma
Via della Lungaretta, 54
Aperta tutti i giorni a pranzo e a cena
Tel: 06 581 8517

[email protected]

Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.