Associazione Nazionale Le Donne del Vino | Carolin Martino delegata regionale per il triennio 2019-2022

8/2/2019 656
Carolin enoteca
Carolin Martino enoteca

La giovane imprenditrice del Vulture Carolin Martino resterà in carica per il triennio 2019-2022 insieme alla vice delegata Angela Dragone di Matera.
La delegazione lucana ha così deciso di dare un immagine coesa ed unita di tutto il territorio regionale.

L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino ha rieletto giorni fa Donatella Cinelli Colombini come presidente Nazionale.

Elezione delegata regionale per il triennio 2019-2022
Elezione delegata regionale per il triennio 2019-2022

“Per me essere alla guida di questa associazione è un grande onore, motivo di orgoglio e di stimolo a fare sempre più e sempre meglio per l’intero comparto. L’associazione riunisce produttrici, enotecarie, ristoratrici, sommelier, giornaliste. Nata 30 anni fa, conta oggi circa 800 associate tutte protagoniste di primissimo piano del mondo vitivinicolo italiano.

Elezione delegata regionale per il triennio 2019-2022
Elezione delegata regionale per il triennio 2019-2022

La delegazione lucana è in crescita grazie all’entusiasmo, al dinamismo ed alla voglia di fare delle donne della nostra vulcanica regione. Nello scorso anno siamo state infatti protagoniste e artefici del Trentennale dell’Associazione, evento mediatico di grandissimo livello svoltosi proprio in Basilicata a Matera, Capitale europea della Cultura 2019.

In Basilicata aderiscono all’associazione nazionale Le Donne del Vino:

Cristiana Corrado (Sommelier AIS), Elena Fucci (Azienda Elena Fucci), Erminia D’Angelo (Azienda F.lli D’Angelo), Angela Dragone (Azienda Dragone), Luana Lombardi (Cantine del Notaio), Carolin Martino (Casa Vinicola Martino), Isabel Montrone (Cantine Re Manfredi), Giovanna Paternoster (Azienda Quarta Generazione), Lucia Telesca (Sommelier AIS).

L’obiettivo per il prossimo triennio è quello di continuare a lavorare in sinergia apportando sempre nuove idee e continuare ad organizzare eventi nel territorio. Il bello della nostra associazione è quello di essere circondati da persone che amano lavorare in gruppo trovando stimoli ed entusiasmo nell’aggregazione. L’auspicio è sicuramente quello di allargare la base associativa.”