Capri. Francesco De Simone stupisce alla Terrazza Tiberio

25/7/2018 3.6 MILA
Francesco De Simone
Francesco De Simone

di Ugo Marchionne

Premessa

Un percorso evolutivo lungo sette anni. Dai ranghi alle redini della cucina. Dalla tradizione alla contaminazione. Francesco De Simone dalla Terrazza Tiberio del Tiberio Palace a Capri rimane così, un po’ defilato dai riflettori, a dispensare una cucina incredibile. Cuore e tecnica. Di testa e di pancia. Di concetto e di servizio come aveva già annunciato il maestro Luciano Pignataro tempo fa. Devo esser sincero, nonostante sia una cucina estetica, mutevole e complessa, il livello della proposta di Francesco De Simone è tre spanne sopra il livello medio della ristorazione caprese. Dominato da una cifra stilistica inaspettata. Minuziosa.

Terrazza Tiberio, la sala
Terrazza Tiberio, la sala
Terrazza Tiberio, la sala
Terrazza Tiberio, la sala

Ecco, la cucina di Francesco De Simone alla Terrazza Tiberio è Minuziosa. Vi spiego perché. Terrazza Tiberio. Il polo gastronomico di uno degli Hotel più lussuosi di Capri. Una sala che parla di cibo.

Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio

A tutto tondo. Il decoro, la disposizione di servizio, le suppellettili. Tradizione vera che non millanta crediti. Tanta spregiudicatezza e arte che viene trasfusa nel menù. Il credo di Francesco De Simone: La territorialità. Ebbene se vi aspettate un menù di tradizione vi sbagliate. La Cucina con la C maiuscola di Francesco De Simone è si Italiana, ma mai scontata, mai banale, sempre ragionata. Tre metri sopra i cliché. È una partita a dama, piatto dopo piatto, a conquistarsi nuovi spazi. Diagonale, laterale, colori e profumi. Una cucina che vive di contrasti. Sapori forti e delicati al contempo. Totanetto di Capri su zuppetta di melone cantalupo. Capasanta, Lampone e salsa alle Mandorle. Un fiore di zucchina assoluto con cipollotto.

Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio

Primi di caratura assoluta. Inebriante il risotto al thé verde, aglio nero, Gari e crudo di Gambero Rosso. Spaghetto Setaro, Canocchia Arrostita, crema di Zucchetta Verde, olio alla bottarga e timo limone. Tortelli con fave secche, guanciale, fonduta di caciocavallo, cacao & tartufo bianchetto. L’autunno in anticipo che ben si sarebbe completato con un tocco di Caviale quì e là. Cucina marcatamente maschile, ma raffinata.

Terrazza Tiberio - primi
Terrazza Tiberio – primi
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio - primi
Terrazza Tiberio – primi
Terrazza Tiberio - primi
Terrazza Tiberio – primi

Secondi di struttura, corpo, sapore. Grande perseveranza evolutiva. La triglia con Nduja e carote baby è il simbolo di un Terra e Mare mai scontato. Ottimo il Maialino con peperoni verdi.

Terrazza Tiberio - secondo
Terrazza Tiberio – secondo
Terrazza Tiberio - secondo
Terrazza Tiberio – secondo

Dolci estetici e materici. “È l’ora della Caprese” & “Bellevue”. Rappresentazioni dolci del Campanile della piazzetta e del Belvedere di Axel Munthe. Legame territoriale ragionato e mai banale. Complimenti alla sezione di pasticceria.

Terrazza Tiberio - pre dessert
Terrazza Tiberio – pre dessert
Terrazza Tiberio - dolci
Terrazza Tiberio – dolci
Terrazza Tiberio - dolci
Terrazza Tiberio – dolci
Terrazza Tiberio - dolci
Terrazza Tiberio – dolci

La cifra gastronomica di Francesco De Simone non è agilmente codificante. Non fonda una base lineare per emulazioni. È fortemente identitaria. La Tradizione & l’Innovazione a lettere maiuscole sono due fattori di un’equazione difficile ma seducente. I sapori spesso vanno persino al di là della progettazione dello chef. Ancor più carichi e godibili. Il miglior risotto dell’isola lo trovate quì. Al Tiberio Palace non bisogna mai dare nulla per scontato. Suggestioni coloniali, cuore e tecnica. Penso che mai più di adesso le parole del maestro Luciano Pignataro siano quantomai attuali. “Una cucina solida, di buona tecnica, con idee creative che puntano a incuriosire e non arricchire, piatti sempre centrati sulla materia prima.”

Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio
Terrazza Tiberio

Fascia di prezzo finale 100 euro

Terrazza Tiberio del Capri Tiberio Palace
Via Croce, 11-15, 80076 Capri NA

Tel. 081 978 7111

Un commento

    Francesco Mondelli

    (25 luglio 2018 - 22:51)

    Vacanza “impegnativa” ma invidiabile nella sempre mitica Coccodrilla.Post decisamente intrigante in particolare per Encry ovvero lo Champagne di Enrico Baldin (detto Enry con l’aggiunta della C centrale a dare il nome aziendale)unico italiano ad essere accettato nel Comité du vin de Champagne.Buona estate in montagna o al mare (a Capri ci sono entrambi) con buon cibo relax e vini da amare.FM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.