Cibus, la nuova pizza di Pepe celebra le nozze tra Mozzarella di Bufala Campana e Grana Padano Dop

7/5/2018 1.8 MILA
Cibus
Franco Pepe tra Nicola Cesare Baldrini e Mimmo Raimondo

Alla prima giornata del Cibus di Parma sono andate in scena le nozze tra Mozzarella di Bufala Campana Dop e Grana Padano Dop.

A celebrare il matrimonio del gusto è stato il maestro pizzaiolo Franco Pepe di Caiazzo, icona della pizza nel mondo, che ha inaugurato l’area comune dei Consorzi di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop e Grana Padano Dop nel Padiglione 2 – Stand L071-K072 all’insegna del claim “C’è più gusto a stare insieme”.

Per l’occasione Pepe ha presentato in anteprima “Colpo Doppio”, la sua ultima creazione, che è anche un omaggio alla città di Parma: un cono fritto che reinterpreta la Parmigiana di melanzane ed è composto da una fonduta di mozzarella di bufala campana Dop affumicata, chips di Grana Padano Dop e una parmigiana in crema con riduzione di basilico.  

Cibus, stand
Cibus, stand del Consorzio della Mozzarella e del Grana Padano

Testimoni delle nozze il presidente del Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, Domenico Raimondo, e il presidente del Consorzio Tutela Grana Padano Dop, Nicola Cesare Baldrighi. Questo matrimonio del gusto è un messaggio per il Paese: le eccellenze devono unire le forze a tutela del vero Made in Italy, contro ogni forma di imitazione che penalizza l’immagine e l’economia dei nostri tesori gastronomici”, commentano all’unisono i due presidenti.

Al Cibus il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop ha promosso un ricco palinsesto di attività, tra showcooking in fiera con grandi chef e un programma “Fuori Salone” che coinvolgerà luoghi storici della città emiliana.

Domani, martedì 8 maggio, spazio alle grandi potenzialità della ricotta, protagonista dell’iniziativa “Ricotta di bufala campana Dop, un’alleata del benessere”. Alle 12.30, nella sala Workshop del Padiglione 4, il Consorzio di Tutela Ricotta di Bufala Campana Dop, presieduto da Benito La Vecchia, presenterà i risultati della ricerca condotta con l’Università “Federico II” di Napoli, attraverso il Caisial, sugli aspetti nutrizionali di un prodotto sempre più amato. Seguirà lo showcooking di Rosanna MarzialeLe Mille…e una forma” con ricette a base di ricotta di bufala campana Dop e Grana Padano Dop al Padiglione 2 – Stand L71-K72.

Mercoledì 9 maggio alle ore 13 in scena negli spazi dello stand ci sarà lo chef Daddio, che proporrà “L’orgoglio della tradizione”, ovvero la sua versione dei piatti che hanno reso la mozzarella di bufala campana e il grana padano due simboli dell’Italia nel mondo. Daddio sarà inoltre presente tutti i giorni nello stand con appuntamenti tematici: “La bufala a colazione”; “La mozzarella Dop in compagnia” con aperitivi in punta di dita e “L’ora del thè” a fine giornata.

Cibus, robot
Cibus, robot

Fuori salone

Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop approda da stasera anche nel centro storico di Parma con tre giorni di “Fuori Salone” tra aperitivi, degustazioni e lezioni dal vivo sulla mozzarella Dop.

Tutti i giorni, da oggi al 9 maggio, sia all’enoteca Tabarro sia all’antica cappelleria Vender dalle ore 18.30 inizierà “Mozzarella di Bufala Campana & Friends – aperitivo in bianco” con originali abbinamenti tra bufala campana, cucina emiliana e bollicine, in collaborazione con il Consorzio Tutela Prosecco Doc.

Domani, martedì 8 maggio, alle ore 19.30 appuntamento speciale con “Metti una sera…una chef in vetrina”: tra i cappelli di Vender, Rosanna Marziale, ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana Dop, interpreterà l’eleganza del prodotto cucinando proprio all’interno delle grandi vetrate del negozio, che affaccia sulla splendida Piazza della Steccata.

Sempre domani, poco più tardi, dalle 21, è in programma “Filiamocela”, il laboratorio di filatura dal vivo della mozzarella Dop: negli spazi del Tabarro un casaro del Consorzio mostrerà al pubblico come nasce l’oro bianco.

 

7 commenti

    friariello

    (7 maggio 2018 - 22:10)

    Mi chiedo perchè in Emilia e Romagna è consentito produrre mozzarella di bufala.mentre dalle nostre parti a nessuno è venuto in mente di produrre grana Campano.

      Giancarlo

      (8 maggio 2018 - 06:19)

      Esiste un grana di bufala

    friariello

    (8 maggio 2018 - 08:07)

    Comunque sempre fatta al Nord.

    Marco Galetti

    (8 maggio 2018 - 09:28)

    Caro Friariello, anche in Liguria si chiedono come mai in Emilia Romagna, si ostinino tutti gli anni a ridipingere le cabine dei loro stabilimenti balneari e a sostituire i lettini… l’alloro lo usano per aromatizzare e non per dormirci sopra

    Giuseppe Capece

    (8 maggio 2018 - 09:46)

    Questo é veramente un paese bizzarro. Oramai siamo alla celebrazione del nulla. Poveri noi.

    Marco Galetti

    (8 maggio 2018 - 13:19)

    Gentile Giuseppe, magari ho mal interpretato le sue righe, ma parliamo di due tra le DOP più esportate (e taroccate, difendiamoli) con oltre l’ottanta per cento di crescita in dieci anni… non proprio il nulla dunque

    Francesco Mondelli

    (9 maggio 2018 - 16:54)

    La ricetta della mia modesta cucina più apprezzata dagli ospiti prevede Mozzarella Parmigiano ed uovo con cui farcisco il fiore fresco delle zucchine romane.PS.In Italia il successo desta sempre sospetto invidia ecc mai emulazione.Cibo e vino come cultura,ma purtroppo anche tante banalità .FM.

I commenti sono chiusi.