Non Fungible Token, il primo ristorante che adotta gli Nft è ovviamente a New York e dal 2023 sarà inaccessibile in altre forme di pagamento

22/1/2022 1 MILA
Nft. ossia Non Fungible Token

di Danilo Manzo

Con l’ascesa di Bitcoin ai massimi storici si è avuto un vero e proprio boom sul mondo delle crypto e degli nft. Tante sono le aziende che si sono avvicinate al mondo crypto investendo milioni di dollari, a queste si aggiunge il Flyfish nft un ristorante di Manhattan, New York, che nel 2023 aprirà le porte ai soli possessori di questo Token speciale. I biglietti di ingresso in forma digitale si dividono in standard dove il prezzo iniziale era di 2,5 eth circa 8000$, ed exclusive 4,25 eth circa 14000$. Si può già capire che i diversi token daranno accesso a sale differenti addirittura una sala dove sarà lo chef in persona a preparare per gli ospiti. I prezzi sono saliti vertiginosamente e fino ad arrivare a oltre 30000$. La società che gestisce il progetto la VCR Group ha annunciato di aver venduto già 1500 token per un valore di 15milioni di dollari.
Il possesso del Token non garantisce solo l’accesso al ristorante ma da la possibilità ai proprietari di rivendere o affittare il token stesso così da trarre un profitto.

Cosa sono gli NFT?

Un non-fungible token è un tipo speciale di token crittografico che rappresenta l’atto di proprietà e il certificato di autenticità scritto su Blockchain di un bene unico.
Chi acquista un nft acquista un opera digitale unica, ma non è solo arte, si va da semplici immagini fino a ticket esclusivi per accedere a eventi speciali, passando per musica, video e addirittura codici per l’acquisto di capi di abbigliamento.
Il record di acquisto è di 63milioni di dollari per un immagine che raffigurava centinaia di micro immagini.

Chi può creare un nft?

Gli nft posso essere creati da chiunque, rendere una collezione o un immagine unica costa circa 100$ una sorta di notaio in questo caso la blockchain che certifica tramite un codice univoco l’unicità dell’opera in questione. Dal quel momento in poi la collezione può essere venduta o messa all’asta al miglior offerente. Opensea, binance, crypto.com giusto per citarne alcuni sono le piattaforme che consentono di fare ciò.

Che cos’è la blockchain?

La blockchain è un database strutturato sotto forma di una catena di blocchi, ciascuno dei quali contiene una serie di informazioni. Ogni volta che si aggiungono nuove informazioni, infatti, si crea un nuovo blocco invece di modificarne uno già esistente. Pensate ad un grande libro che contiene operazioni, transazioni e certificati di autenticità, l’opera è resa unica proprio perché la blockchain riconosce l’originale da una copia.

Che vantaggi si possono avere?

La contraffazione, i diritti d’autore giusto per citarne alcuni. Quante volte in un concerto o davanti allo stadio qualcuno ci ha proposto l’acquisto di un biglietto “potenzialmente falso” ?
Ecco questo con gli nft non può avvenire proprio perché quel ticket scritto sulla blockchain è unico. Oggi la Lazio, il Paris Saint-Germain, il  Manchester city, la Juventus sono le squadre che hanno già creato i cosiddetti fan token.

Nella ristorazione possiamo già pensare come scritto in precedenza a ingressi unici in ristoranti esclusivi, a premi e riconoscimenti per gli chef, o perché no risolvere il problema della contraffazione dei vini. Le alternative sono tante basta saperle sfruttare.