Cosa trovate nel nuovo locale di Puok nel cuore del Centro storico a Napoli

11/12/2018 2 MILA
Puok
Puok

di Bruno Sodano
Egidio Cerrone continua il suo percorso deliziando i palati fast di una Napoli che non si ferma mai. Così, dopo il grande successo al Vomero, apre una seconda sede nel cuore del centro storico, a piazzetta Nilo.

Puok
Puok

È evidente quanto il centro storico stia diventando un punto di riferimento per la gastronomia mordi e fuggi ed è sempre di più la gente che rinuncia ad un tavolo per mangiare bontà, camminando camminando. Un fenomeno che nel resto d’Europa è molto più evidente. A Londra o ad Amsterdam è usuale vedere cittadini e turisti pranzare nei fast food take away. Pochi panini ma uno più invitante di un altro.

Puok
Puok

Prodotti di qualità e di sostanza, lo si percepisce fra un morso ed un altro. Le salse, accuratamente selezionate, fanno la differenza perché attentamente studiate per esaltare quelli che sono i prodotti utilizzati nel Puok Burger Store. La garanzia parte dalla base, ovvero dal panino. Un finto bun, artigianale, fatto in esclusiva per Puok dal panificio Petrone. Da oggi lo store è anche un punto di riferimento per gli amanti del veg che potranno gustare un profumato ed invitante bun fatto da una fettona di provola impanata e fritta, patate e puparuoli (peperoni) al forno con pesto di olive nere.

Puok
Puok

Molto equilibrato e giustamente succoso è Il Maestro Miyagi, con la cotoletta di pollo. Fritta perfettamente accompagnata da patate al forno ed una salsa, Puok Vol.2, studiata per assecondare il gusto tipico del pollame. Su richiesta è possibile aggiungere porro in agrodolce.

Puok
Puok

Non solo patate normali ma anche stick di quelle americane che rievocano un tuffo nei sapori proposti dalle nostre nonne. Il tutto accompagnato da una maionese all’aglio che contrasta la dolcezza ridando un sentore che personalizza il dolce tubero.

Puok
Puok – Patate Americane

Non lasciamoci spaventare dalla fila perché il servizio è davvero molto veloce ed il personale, sempre sorridente, vi farà compagnia nella breve attesa. Il costo dei panini varia da 6,90€ fino ad 8,00€ per una scelta di 6 panini fatti con il bun ed uno speciale Mammà fatto con una rosetta artigianale ripiena di polpetta napoletana fritta, provola affumicata, parmigiana di melanzane e fonduta di provola al basilico.

6 commenti

    Marco contursi

    (11 dicembre 2018 - 12:57)

    Le patate sono imbarazzanti…..sarà stato sicuramente un caso ma la foto cozza con la recensione.

    Bruno Sodano

    (11 dicembre 2018 - 13:56)

    “Non solo patate normali ma anche stick di quelle americane che rievocano un tuffo nei sapori proposti dalle nostre nonne. Il tutto accompagnato da una maionese all’aglio che contrasta la dolcezza ridando un sentore che personalizza il dolce tubero.”

    friariello

    (11 dicembre 2018 - 16:59)

    Imbarazzante l’insegna coloratissima nel contesto della città antica.

    Marco contursi

    (11 dicembre 2018 - 18:07)

    Forse non le ho capite perché mia nonna era napoletana e non di New York……oh my nice mother of the Carmine (trad: Maronn bell do Carmine).

    Bruno Sodano

    (11 dicembre 2018 - 23:58)

    Marco… ma tutt’apposto?

    Angelo Alfano

    (12 dicembre 2018 - 19:15)

    Mi sarà sfuggita una cosa… Ma della carne non si parla nell’articolo. Dovrebbe essere il pezzo forte, ma lo letto solo di patate fritte e salse segrete. Meno male che c’è la rosetta con la polpetta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.