TENDENZE | Dal Four Seasons di Firenze ai Portici di Bologna: la pizza napoletana entra nei grandi alberghi

9/5/2018 1.4 MILA
Four-Seasons-Ritratto- Romualdo Rizzuti Vito Mollica
Four-Seasons-Ritratto- Romualdo Rizzuti Vito Mollica

Sarà un caso che due grandi alberghi a cui siamo molto affezionati siano i primi ad accogliere la pizza napoletana?
Certamente no.
A Firenze dal primo giugno  il pizzaiolo de “Le Follie di Romualdo”, Romualdo Rizzuti, inizierà una collaborazione con l’Hotel Four Seasons. Sarà il ristorante-pizzeria ”Al Fresco”, oasi estiva immersa nel Giardino della Gherardesca, che riaprirà venerdì 1 giugno, a presentare un menù di pizze pensato dallo stesso Romualdo, che fornirà le sue celebri basi  in collaborazione con lo Chef Vito Mollica, che avrà un occhio di riguardo per la selezione dei condimenti.
Da non perdere, “O’ Panuozzo di Romualdo”, con Ragù Napoleano e Ricotta Di Bufala, “La Lucana”, con Pomodorini, Pecorino Di Filiano, Melanzane Rosse, Borzillo e Polvere Di Peperoni Di Senise, e “La Napoli di Romualdo”, con Pomodoro DOP, Mozzarella di Bufala, Acciughe Tiras San Filippo, Capperi Di Salina, Origano e Basilico.

I Portici, il Pizzaiolo
I Portici, il Pizzaiolo Peluso

Da venerdì, invece a Bologna apre direttamente sul Parco della Montagnola, Pizzeria Portici per regalare a tutti gli amanti della pizza – non solo agli ospiti dell’hotel – la specialità italiana più popolare e apprezzata al mondo.
A partire dall’11 e 12 maggio, per l’intero periodo estivo, la cena in pizzeria sarà allietata da una programmazione di musica acustica: i primi artisti saranno By Chance Jazz Entertainement, un quartetto franco-italiano, che interpreta un repertorio della canzone francese anni 50 con i ritmi coinvolgenti ed eleganti del jazz. Qui il menù propone stabilmente quattro tipi di pizze, più una proposta del giorno, che cambia in base alla creatività del pizzaiolo, tenendo sempre conto, però, della stagionalità e reperibilità degli ingredienti sul mercato. Quello che non cambia mai è la scelta accurata delle materie prime, come il Parmigiano Reggiano 36 mesi, il pomodorino del Piennolo, la provola affumicata, il Prosciutto di Parma 18 mesi, come pure la pancetta di puro suino italiano (Mora romagnola e Nero di Caserta).

La pizza napoletana inizia così a completare l’offerta dei grandi alberghi italiana (all’estero ce ne sono molte tra Dubai e Hong Kong) più dinamici sul fronte della ristorazione.
E a Napoli? Come si dice, si dorme con la zizza in bocca:-) Troppa abbondanza e, non dichiarata, l’assurda convinzione che la pizzeria sminuisca il tono dell’albergo. Pensate un po’ la mente umana sin dove si può spingere.

Al Fresco
Four Seasons Hotel Firenze, Borgo Pinti, 99
Apertura dal 1 di giugno: 12.00 – 18.30, 19.00 – 23.00
Le pizze saranno disponibili tutte le sere a cena, e il sabato e la domenica anche a pranzo. 

Pizzeria I Portici
Portici Hotel Bologna
Via dell’Indipendenza 69
Aperto la sera