Federazione Italiana Associazioni Pizzerie e Pizzaioli: Chiediamo aiuti come in Germania

26/10/2020 513

Il comunicato dellaΒ π—™π—˜π——π—˜π—₯π—”π—­π—œπ—’π—‘π—˜ π—œπ—§π—”π—Ÿπ—œπ—”π—‘π—” π—”π—¦π—¦π—’π—–π—œπ—”π—­π—œπ—’π—‘π—œ π—£π—œπ—­π—­π—˜π—₯π—œπ—˜ π—˜ π—£π—œπ—­π—­π—”π—œπ—’π—Ÿπ—œ

Albert Sapere

La Pizza, l’alimento Italiano piΓΉ conosciuto al mondo, brutalmente sotterrato nella tomba dell’inedia della politica: 150.000 pizzerie chiuse, oltre 600.000 addetti senza lavoro, 300.000 famiglie sul lastrico e senza speranza. Secoli di onorata tradizione seviziati e sepolti in dieci mesi. Ieri a Napoli e Roma, oggi a Ravenna e a Piazza Plebiscito, iniziano a rivoltarsi le Associazioni di categoria per arginare lo scempio che, senza cognizione e pietΓ , politica e circostanze critiche stanno perpetrando da dieci mesi a questa eccellenza alimentare che tutto il mondo ci invidia.

L’Unesco e il mondo intero riconoscono ed osannano il prodotto piΓΉ consumato e conosciuto al mondo, mentre noi Italiani a colpi di decreto uccidiamo la PIZZA e con essa, tutte le pizzerie e l’arte del Pizzaiolo che il mondo dell’UNESCO ha unanimemente voluto decretare PATRIMONIO DELL’UMANITΓ€. Le Pizzerie, nel novanta per cento dei casi, come Γ¨ tradizione secolare, aprono alle 18 per espletare la propria attivitΓ , con il decreto β€œcoprifuoco”, che inizia alle 18, dovranno restate chiuse, cioΓ¨ morire. GiΓ  fortemente seviziate dai mesi addietro, ora il colpo di mannaia le decapita definitivamente. Mangiare in pizzeria, seguendo correttamente il distanziamento e le altre normative, giΓ  dalle pizzerie a proprie spese applicate, Γ¨ certamente uno dei luoghi meno a rischio di contagio, tenendo presente che il tempo espletato per il consumo non supera quasi mai la mezza ora, e che il prodotto viene cotto ad alta temperatura, consumato da congiunti e su tavoli massimo per sei persone.

Se questo Γ¨ il volere dei governanti, per tentare di salvare almeno in parte questa drammatica situazione, chiede la β€œFEDERASSOCIAZIONI PIZZERIE E PIZZAIOLI”; che si versi immediatamente sulle corrispettive partite IVA un congruo β€œRISTORO” di almeno euro 15.000, a sostegno della categoria e delle Pizzerie, cosΓ¬ come altri governi europei hanno giΓ  fatto, oltre le altre misure agevolative. E dichiarano: “Noi vogliamo lavorare per vivere e non campare a carico dello Stato,” urlano con orgoglio, tutti i Pizzaioli e le loro famiglie.

π—™π—˜π——π—˜π—₯π—”π—­π—œπ—’π—‘π—˜ π—œπ—§π—”π—Ÿπ—œπ—”π—‘π—” π—”π—¦π—¦π—’π—–π—œπ—”π—­π—œπ—’π—‘π—œ π—£π—œπ—­π—­π—˜π—₯π—œπ—˜ π—˜ π—£π—œπ—­π—­π—”π—œπ—’π—Ÿπ—œ

APA – Ass. Pizzerie Abruzzesi
AVPN – Associazione Verace Pizza napoletana
API – Ass. Pizzaioli Italiani
A.N.Pi.R
APES
APM – Ass. Pizz. Marche
AE – Ass Europizza – Caorle
UEPT&R
Ass. Pizz. Pugliesi
UPS (Unione Pizz. Sicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.