Il futuro a tavola, Bill Gates: il futuro è la carne sintetica

21/2/2021 2.4 MILA

 

di Albert Sapere 

Bill Gates, fondatore di Microsoft e tra gli uomini più ricchi del mondo, filantropo e magnate, ha pubblicato un nuovo libro, che è uscito in Italia il 15 febbraio 2021. Il titolo del libro è: “Clima. Come evitare un disastro. Le soluzioni di oggi. Le sfide di domani”

Bill Gates affronta la tematica del momento, il cambiamento climatico, provando a proporre dei metodi alternativi al nostro modo di vivere per provare a salvare l’ambiente, riducendo così l’impatto del quotidiano sul nostro Pianeta.

La rivista scientifica MIT Technology Review ha intervistato Gates, che prima nel libro e poi nel corso dell’intervista ha proposto di cominciare a consumare carne sintetica, perché è quasi impossibile convincere la popolazione mondiale a non consumare più carne. Ricordiamo che quasi 2/3 dell’inquinamento globale è prodotto dagli allevamenti intensivi e che per produrre un chilogrammo di carne occorrono circa 18.000 litri di acqua.

Al momento i prodotti sintetici rappresentano meno dell’1% della quota di mercato mondiale del consumo di carne, anche se nei prossimi anni Bill Gates prevede un cambio di rotta epocale grazie ad alcune start-up specializzate nella “coltivazione di carne”.

Cos’è la “carne sintetica?”
La carne coltivata o carne pulita (o anche carne sintetica, artificiale o in vitro) è un prodotto di carne animale che non è mai stato parte di un animale vivo.diversi progetti di ricerca sono riusciti nella produzione di carne in vitro nei laboratori. Il primo hamburger in vitro, creato da una squadra olandese, è stato mangiato ad una dimostrazione per la stampa a Londra ad agosto 2013. Rimangono diverse difficoltà da superare prima che la carne in vitro diventi disponibile in commercio. La carne coltivata è estremamente costosa, anche se ci si aspetta che il costo possa essere ridotto per competere con quello della carne ottenuta convenzionalmente grazie al miglioramento delle tecnologie.

Alcuni recenti studi hanno previsto che il business della carne sintetica crescerà del 40% nei prossimi cinque anni, ed arriverà ad un giro di affari di 6 miliardi di dollari. I costi sia pure in calo ma ancora veramente impossibili per un consumatore medio: se nel 2013 il costo per un Kg di carne sintetica era di 3500 dollari, oggi è sceso a 700 dollari.

«Le nazioni ricche dovrebbero mangiare carne sintetica al 100 per cento. Ci si può abituare alla differenza di gusto, senza contare che nel tempo verrà resa ancora più appetitosa» le dichiarazioni di Bill Gates.

A Singapore il primo via libera a carne “coltivata” in laboratorio. Per la prima volta al mondo la carne sintetica, ottenuta in laboratorio partendo da cellule animali, arriva in un vero ristorante. Succederà a Singapore, riporta la rivista del Mit, dove le autorità sanitarie hanno dato il via libera alla vendita di “nuggets” ottenuti appunto da carne “coltivata”.