Isabella de Cham pizza fritta alla Sanità, a Napoli tutto il potere alle donne

30/4/2018 4.9 MILA

 

Isabella de Cham con il suo staff, quasi tutto al femminile

di Albert Sapere 

Isabella de Cham Pizza Fritta a Napoli. Negli ultimi anni Napoli sta subendo una vera e propria rivoluzione, prima di tutto culturale. Ovviamente il centro di questa rivoluzione è la pizza.

Se Milano è il centro della ristorazione italiana, quella che detta mode e tendenze, Napoli è senza alcun dubbio il centro del movimento mondiale della pizza. Pizze buone in Italia, ma anche all’estero ce ne sono sempre di più, ma quello che offre Napoli in questo momento in termini di qualità, di cura del bello e del buono in questo settore è irraggiungibile per tutti.

Ad esempio la nuova pizzeria di Isabella de Cham, in via Vergini 27, pizzaiola dell’anno nel 2017 per 50 top pizza.

Negli passati il quartiere della Sanità era preso ad esempio per raccontare di una Napoli non proprio sicura, oggi invece proprio i quartieri come questo, sono il fulcro di una rinascita culturale che la città sta vivendo.

In un quartiere popolare, la pizzeria di Isabella è uno spaccato di design, moda e tendenza. Divanetti e sedie tutte nere, inserti di pregio, una cura del dettaglio davvero notevole. Una bella carta dei vini, curata con passione da Imma Verde.

Troverete solo pizza fritta, anche da asporto. Napoli ti rende ricco anche con poco, 2 euro, una pizza fritta, da mangiare per strada o comodamente in un locale bello e confortevole, se non è una rivoluzione questa!

L’impasto è davvero eccellente, Isabella dimostra di dare del “tu” al mondo della frittura, anche con una scelta per certi versi presuntuosa, quella di servire i fritti su piatti neri, dove ovviamente l’olio della frittura risalta di più. Una sfida, un modo forse per tenere sempre la concentrazione e l’attenzione alta.

La rivoluzione sta proprio nel poter trovare la semplicità a 2 euro, ma anche delle pizze più complesse e ragionate. In queste preparazioni c’è l’aiuto di Alessandra Ferriero in cucina.

Le montanare, con il polpo, la burrata e i gamberi e la genovese, davvero ottima, raccontano la voglia di mettersi in gioco, di alzare l’asticella, di mostrare con orgoglio quello che è questa città, nel suo passato ma anche nel futuro.

Il ripieno con il soffritto, un piccolo capolavoro. Il soffritto è elegante, nel taglio delle frattaglie, nel gusto, a dimostrazione che la tecnica è sempre necessaria, l’impasto è sottile, morbido e scioglievole.

Napoli capitale mondiale della pizza, forse ha trovato la sua Regina.

le frittatine

 

le montanare, con il polpo, con i gamberi e burrata e con la genovese

 

il ripieno con provola e rucola

 

il ripieno con il soffritto

Isabella de Cham pizza fritta
via Vergini 27, Napoli
Sempre aperto