La Mandorla di Puglia | Le 4 contrade

13/6/2020 998
Piante con proprietari
Piante con proprietari – Le 4 contrade

di Michele Polignieri

A Castel del Monte, contrada andriese  che ospita  il monumentale  maniero Federiciano patrimonio dell’umanità, non ci si va solo per amore della bellezza e della pura aria della ruvida Murgia che li si respira.

Qui si incontrano erbaggi e fruttifere selvatiche da meritare visite di chefs, stellati e non, che trasferiscono con garbo gastronomico, la naturale esplosività di tali alimenti senza aggiunta di  alcun effetto speciale.

Frequente è l’incontro con greggi ovi caprine, che qui solitamente spaziano in lungo ed in largo per pascolo felice e ed abbeverate di soccorso.

La vista del panorama, ipnotico, e gli afrori animali  travolgono  il  visitatore, catalizzano lo sguardo su questo esempio di cultura alimentare più che mai autentica e mai doma alle ingerenze tecnologiche.

Qui, non solo uliveti, funghi, cardi, cicorie selvatiche, aglione, tarassaco ed altre erbe spontanee, ma anche mandorleti.

La pianta della murgia steppica per eccellenza, capace di sopportare tenacemente siccità ed irraggiamento solare, feroce durante i mesi estivi, aiuta ad interpretare il paesaggio, le genti e le bestie; una nota di dolcezza in tanta pietra grazie alle  cultivar più blasonate del germoplasma mediterraneo autoctono, la cui presenza è testimoniata dalle splendide fioriture tardo invernali e primaverili, e rami affollati da frutti, espressione di pura opulenza verso la fine dell’estate

Qui incontro Valeria Sulprizio e la sua bella realtà a marchio “Le 4 Contrade” di Andria, realtà produttive figlia dell’innovazione, con genie che rendono onore al lavoro dei campi, rinnovato ed implementato secondo scienza e coscienza.

Le 4 Contrade
Le 4 Contrade
La mandorla ed il suo guscio
La mandorla ed il suo guscio

Olio di Coratina e Mandorla Genco
L’olio è di c.v. Coratina, in piena concordanza con la culla ambientale  che ne determina le migliori performance; degna di nota la temperatura di estrazione inferiore a 20°C.

Fruttato verde e freschissimo, note erbacee di elevata intensità, gusto olfatto importante, con pasta fine dotata di lunga persistenza aromatica in bocca.

Per il mandorleto le varietà sono quelle autoctone tra cui la varietà Genco (il focus), Tuono, Filippo Ceo, Fra Giulio (antichissima varietà pugliese, usata anticamente dai confettifici per la sua forma e dolcezza, prima ancora della mandorla siciliana Pizzuta d’Avola,  e altre presenti in misura minore,  le alloctone Ferragnes, Supernova e la Guara.

Ogni varietà ha un corredo “fisionomico” e gustativo a se’.

È bellissimo perdersi tra i vari sapori , profumi e retrogusti.

Fortunatamente  la mandorla è un alimento che sta recuperando interesse da parte dei consumatori, pur se ancora poco conosciuta nelle sue varietà e interessantissime specificità gastronomiche ben oltre il semplice uso come ingrediente principale per la pasticceria secca.

Mandorleti
Mandorleti

Grazie alla perfetta sintonia del suo consumo con  un profilo alimentare in stile Dieta Mediterranea, se ne è rivalutato il ruolo in guisa di alimento funzionale (acidi grassi mono insaturi e poli insaturi, tanta proteina vegetale, fibra  ed un “bazooka” da 26 g/100 gr di prodotto di Vitamina E del cui potere antiossidante, a protezione della imponente frazione lipidica contenuta nei frutti oltre che per la neutralizzazione dei radicai liberi, siamo sostenitori e  lieti consumatori,

Mandorle sgusciate
Mandorle sgusciate

Alberi di età compresa tra 7 e 15 anni, densità di 400 piante per ettaro, vengono sottoposti a raccolta manuale da metà agosto a metà settembre con l’aiuto di scuotitori.

Qui tutto i parametri agronomici concorrono per una qualità assoluta del frutto: tessitura del terreno, stabilità della struttura, densità, infiltrazione, drenaggio e profondità utile all’apparato radicale.

Ramo con frutti
Ramo con frutti

 

Note di analisi sensoriale della Cultivar GENCO

Giochiamo con l’olfatto - foto Crea
Giochiamo con l’olfatto – foto Crea

 

Colore marrone, croccante alla texture; sapore deciso di farina e fiori bianchi.

La masticazione rivela una piacevolissima tendenza amarognola, tipica della varietà (da non confondere con l’amarezza delle mandorle amare impiegate per marzapane ed amaretti)  bilanciato e molto persistente.

Perfette per un consumo al naturale come snack o aperitivo; adatte in cucina per la preparazione di dolci e ricette salate (PESTO MURGIANO CON MANDORLE, BASILICO ED OLIO EVO); umidità al 4.95% e nessuna presenza di aflatossine, e già per questo,  vada preferita per i bambini.

Le 4 contrade
Azienda Agricola: Contrada Torre di Bocca S.N.C.
Sede Legale: Via Vaglio 3 – 76123 Andria (BT)
Telefono +39 0883 1927193 +39 389 804 2725
[email protected]
http://www.le4contrade.com/