LibriAmo│ A Meta “La Pizza – una storia contemporanea”

25/3/2019 544
LibriAmo - Luciano Pignataro
LibriAmo – Luciano Pignataro

Un volume dedicato alla pizza e firmato da Luciano Pignataro. L’appuntamento è venerdì 29 marzo dalle ore 19:00 nella Biblioteca Gastronomica Angie Cafiero

Dici pizza e pensi a Napoli. I profumi e i colori del piatto partenopeo riecheggiano nella storia e imprimono nell’immaginario collettivo un’ appartenenza tutta meridionale.

Il giornalista e critico gastronomico Luciano Pignataro, sviscera nel suo ultimo lavoro dal titolo “La pizza – Una storia contemporanea” (Hoepli Edizioni), la storia e la diffusione del piatto che ha conquistato il mondo e che continua a portare alto il nome di Napoli e della Campania.

Il libro, inserito nella rassegna metese LibriAmo, verrà presentato venerdì 29 Marzo 2019 alle ore 19, presso la sede dell’Associazione Culturale “Sfumature in Equilibrio”, nella stanza dedicata alla Biblioteca Gastronomica Angie Cafiero, prima in Campania e terza su territorio nazionale.

L’evento, patrocinato dal Comune di Meta e fortemente voluto dal primo cittadino Giuseppe Tito e dall’Assessore alla Cultura Biancamaria Balzano, è realizzato in collaborazione con la testata giornalistica Corso Italia News, il Forum dei Giovani di Meta e la Libreria Ubik di Vico Equense.

Relatrice d’eccezione sarà la giornalista de La Repubblica ed esperta gastronomica Carmen Davolo. I momenti espressivi a cura del Maestro Luisa Esposito. Ad offrire il buffet agli ospiti, la pizzeria-trattoria Mazz & Panell di Meta, sita in piazza Mulino.

La pizza la mangi a Roma, Milano, New York, San Paolo del Brasile. Ognuno la prepara a modo suo, ma sono varianti di un piatto universale. La pizza cambia, si evolve, proposta in mille modi e racconta mille storie di miseria e nobiltà. Dopo il riconoscimento Unesco dell’arte del pizzaiolo napoletano come Patrimonio immateriale dell’umanità, un libro che ne traccia finalmente la storia.

Un commento

    Mondelli Francesco

    (25 marzo 2019 - 12:26)

    Mi auguro per i cultori della pizza che questa sia solo una tappa e non la “Meta “visto che mai avrei immaginato di leggere un libro sulla pizza e trovarlo per di più interessante.Ad maiora da FM

I commenti sono chiusi.