Osteria di Chichibio di Polignano: viaggio e istruzioni per l’uso

9/9/2021 2.3 MILA
Osteria di Chichibio
Osteria di Chichibio

di Michele Polignieri

Visitare questo posto restituisce ciò che la esposizione fotografica del cibo offerta dai webnauti sottrae irrimediabilmente la curiosità di provare cucine autentiche, pur se innovative…

La ragione è  senz’altro dovuta alle rapide condivisioni  che la rete offre alla fruibilità di informazioni  ed immagini, della gemmazione di portali e dei suoi nuovi interpreti cosi come, analogamente, dei  tiro al piccione offerto dalle passerelle “avvaisoriane” (chi legge libri possibili  sa di che cosa parlo…). Sostare in questa osteria, si può esserne ben certi, è un bel godere, a partire dall’empatia degli attori, dai colori e dal fascino dei luoghi ospitanti.

Il virtuale scompare e la realtà che osserviamo con i nostri occhi, colora immediatamente, pervadendole all’istante, quelle aree  chiaro-scure della nostra mente che  smartphone e personal computer da un pò di anni ci hanno regalato; il viaggio gastronomico è, invece, tutto per  la conoscenza così come deve essere,  non contraffatta, sic et simpliciter, dalla introiezione di cibo, ma comprende  storie di uomini, di zoo agricolture e di alimenti, vettori non solo di  nutrizione ma, soprattutto, di gioia. Esserne testimoni ci fa essere donne e uomini migliori.

E’ opinione condivisa da molti amici che la piacevolezza della cucina marinara in alcuni ristoranti si coniughi frequentemente con passaggi scanzonati o caratterizzati  da estrema faciloneria in stile  cucina domestica, mentre ciò che accade qui è studio calibrato delle proposte,  offerte sulle istanze di quel pubblico esigente alquanto, quello cioè che  in un determinato locale non ci arriva per caso.

E’ forse questo uno dei meriti più riconosciuti a Vito e  Giacomo Bianchi  con  Girolamo De Bari: saper ammaliare il visitatore con eleganza e maestria gastronomica nella creazione dei vari piatti, pur non rinunciando alla proposta, mai banale, di crudo mare ed ittico di grande valore.

I primi riportati in menù (“non della tradizione”) indicano a tutto spessore il taglio che Osteria di Chichibio si è guadagnato nel tempo rappresentato da fantasiosa cucina,  generosa ed  opulenta, mai grottesca, raffinata sempre.

Non si lasci Polignano senza aver indagato QUANTO SEGUE:

  • Crostino ai ricci di mare
  • Gazpacho con tocchi panati di rana pescatrice
  • Parmigiana di mare (melanzane e molluschi e fonduta al caprino)
  • Gamberi speck e salsa al formaggio
  • BACCALA’ PREGIATO CON LECCINE CAPPERI E PATATE
Osteria di Chichibio
Osteria di Chichibio

E D I PRIMI PIATTI

– Spaghetto artigianale aglio olio peperoncino fonduta di Parmigiano, tartare di gambero rosso e caviale

Osteria di Chichibio - speghettoni
Osteria di Chichibio – speghettoni

Il piatto che  piace segnalarvi oggi  (e che fa il paio con lo spaghetto aglio olio e peperoncino per creatività ed efficacia  del semplice costrutto), è

  • fusilloni pomodori infornati, gambero   rosso e lime che segna la visita….  una elaborazione di gradevole effetto:
Osteria di Chichibio - fusilloni
Osteria di Chichibio – fusilloni

fresco di fragranze agrumate, garbate pur se decise, tutte in un botto; grassezze del crostaceo a bilanciare le note acide del pomodoro, il piatto  si esprime  armonico con un  bel 10 in pagella.

Costruito secondo le nuove tendenze degli abbinamenti, oggi molto apprezzati da tante cucine tricolore con il rincorrersi tra  agrumi e crostacei, qui la modulazione stilistica è affidata all’amido della ottima pasta appulo/lucana/gravinese che qui si usa da un pezzo, piuttosto che al riso da poter usare in alternativa, al pomodoro addomesticato  dall’infornata  e al succo di lime a marchiare il sugello di fabbrica della pietanza.

Osteria di Chichibio - dolci
Osteria di Chichibio – dolci

Il menù.

Lo troverete ben fatto quello di Chichibio con titoli asciutti quanto indicativi;

basta scorrerlo per  capire come la faciloneria di cui parlavo, è attentamente evitata al fine di delineare il profilo alto di  una  “osteria di mare”: “dalla pescheria”, “i cotti di Chichibio”, “affumicati e caviale”, “le nostre paste” e “le paste e risotti solo per due” con, in fondo, ma proprio ij fondo i piatti della tradizione, quasi un timido, quanto eloquente invito, a scegliere la prima parte del menù.

Trascuro di sprecare aggettivi e tessere lodi della qualità immacolata del pescato e dei molluschi : siamo in Puglia o no?

 

Ricca come si conviene, la lista dei dolci, degli olii e della carta dei vini pur se va detto, chiosando il maestro Gualtiero Marchesi, che “non si viene qui per bere”……….   su cui mi allineo e mi arresto come uno scolare distratto difronte alla maestra.

Assaggiateli  i  piatti della tradizione, come  il risotto ai frutti di mare, ovvio, ma  per ri-assaporare un classico piatto “dal volto umano”, ma fatto benissimo.

Osteria di Chichibio - risotto
Osteria di Chichibio – risotto

Osteria di Chichibio
Largo gelso, n. 6 – 70044 Polignano a Mare
Contatti: 080 4240488
@[email protected] (no prenotazioni via mail)

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA tel. 080 4204488

Carte di credito TUTTE

Costo della sosta……Dipende da ciò che scegliete…ovvio!!!