Osterie d’Italia 2017: ecco le 269 chiocciole dalla Val d’Aosta alla Sicilia

27/9/2016 5 MILA
Chiocciole osterie 2017
Chiocciole osterie 2017

Sono 153 le novità recensite in questa edizione, di cui la maggior parte con un menù che non supera i 35 euro: «Abbiamo scelto di non inserire i ristoranti che per costi, spirito e proposte in carta non rappresentano il concetto tradizionale di osteria, togliendo la storica sezione Oltre alle osterie. Abbiamo comunque mantenuto alcuni locali storici che propongono menù completi sopra i 35 euro, ma che continuano a essere vere e proprie osterie d’altri tempi» proseguono i due curatori. La guida è stata alleggerita anche dagli Inserti regionali: sono rimasti solo quelli che raccontano la cultura del cibo e le modalità di preparazione legate al territorio e alla tradizione, come i cibi di strada siciliani, gli arrosticini abruzzesi, il morzello di Catanzaro, i trippai di Firenze e le malghe del Trentino Alto Adige.

L’attenzione al prezzo è rappresentata anche dal bollino con un euro e una freccia, il nuovo simbolo che semplifica la consultazione della guida, segnalando così i locali più costosi, aprendosi a tutte le tasche e mantenendo un occhio attento alla qualità. La ricerca è agevolata anche dai tre indici organizzati per prezzo, luogo geografico e ordine alfabetico dei locali. Rinnovate anche le schede di presentazione delle osterie: divise in due sezioni, raccontano da una parte la storia del locale e dall’altra quella dei suoi piatti. Osterie d’Italia diventa così una guida interattiva con elementi digitali, come i simboli, gli indici e le schede, che facilitano gli avventori nella lettura. Invariati invece i simboli storici della guida: la Chiave, assegnata alle osterie che offrono ospitalità per la notte; la Chiocciola, per i locali con un’atmosfera in perfetto stile Slow Food; il Formaggio, che indica le osterie che propongono una selezione di prodotti caseari; infine la Bottiglia, che si riferisce alle proposte eccellenti della cantina. Segnalate anche le osterie con un’accessibilità agevolata per i disabili, i locali gluten free e quelli con l’orto. In evidenza anche gli chef che aderiscono al progetto dell’Alleanza Slow Food dei cuochi.

 

Osterie d’Italia 2017, Sussidiario del mangiarbere all’italiana

Curatori: Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni – Pagine: 896 – Prezzo € 22

I numeri

1570 Locali segnalati

263 Chiocciole

199 Locali del Buon Formaggio

375 Locali celebri per i vini

479 Locali con orto di proprietà

428 Locali con menù vegetariano

277 Locali con alloggio

153 Nuove segnalazioni rispetto all’edizione 2016

340 Collaboratori

L’appuntamento con l’applicazione per i sistemi Android e iOs è per la fine di ottobre.

Chiocciole osterie 2017

Chiocciole osterie 2017

chiocciole 2017 tosc umbria emiliaChiocciole osterie 2017Chiocciole osterie 2017Chiocciole osterie 2017

 

Un commento

    Luca MIRAGLIA

    Scusate, ma l’assenza della Toscana è un refuso?

    27 settembre 2016 - 14:56

I commenti sono chiusi.