Pasta e fave: ricetta top!

23/3/2018 4.5 MILA

pasta e fave

La fava fresca è il legume più leggero e digeribile dopo il fagiolino. Quando si acquistano le fave bisogna accertarsi che il baccello sia turgido di colore brillante e senza macchie e screpolature. Possono essere consumate crude o cotte, si possono essiccare o congelare. Scegliete le fave che siano di colore brillante, senza macchie, regolare, con baccello turgido. Per verificarne la freschezza provate a spezzare in due un baccello, il suono deve essere pari ad uno schiocco. Sgusciatele solo al momento dell’utilizzo per evitare che perdano la loro tenerezza.


Quando le trovate al mercato, fate questa ricetta semplice e di facile esecuzione ma molto salutare

 

Pasta e fave

Ricetta di Luciano Pignataro

  • 5.0/5Vota questa ricetta

Ingredienti per 2 persone

  • g 180 di pasta
  • g 100 di fave fresche
  • g 100 di pecorino romano
  • 1 piccola cipolla
  • sale e olio extra vergine per condire

Preparazione

In una padella mettete tre cucchiai circa di olio e la cipolla tagliata a fettine sottili.
Accendete a fiamma bassa e unite le fave precedentemente sbucciate e lavate. Aggiustate di sale e fate andare a fiamma media per circa 15 minuti.
Intanto cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
Scolateli al dente e rigirateli nella padella con le fave.
Mantecate un paio di minuti e rimpiattate.
Spolverate con abbondante pecorino a scaglie.

Un commento

    Francesco Mondelli

    (23 marzo 2018 - 14:21)

    Siccome sono spesso”uccel di bosco”io aggiungo anche un odore di finocchietto selvatico che mi procuro nelle mie passeggiate in cerca di Lady Chatterley e ,visto che,in contemporanea cominciano a trovarsi i primi cipollotti preferisco usare quest’ultimi comprese le parti verdi(non si butta mai niente).Nonostante questa coda di freddo che purtroppo provocherà seri guai all’agricoltura BUONA PRIVAVERA A TUTTI da FM.

I commenti sono chiusi.