Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016 – Masseria Faraona

21/1/2018 1 MILA
Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016 Masseria Faraona
Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016 Masseria Faraona

di Enrico Malgi

Alza delicatamente la zampetta la faraona e con fare felpato mostra impettita ed orgogliosa tutta la sua magnifica livrea che, tra i molteplici colori che la contraddistingue, esibisce anche un cromatico rosato-violaceo. Proprio come quello simile al vino che ho assaggiato oggi.

Ma andiamo con ordine. L’azienda che produce questo rosato si chiama Masseria Faraona, opera sul territorio di Corato e risale al XIX secolo. Appartiene al Gruppo Armonie dei fratelli Casillo. La faraona, uccello dal carattere fiero e combattivo e da sempre presente nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, rappresenta il simbolo aziendale, tanto è vero che compare sulle etichette di ogni bottiglia. Trenta gli ettari vitati collocati nell’Alta Murgia, tra le province di Bari e Bat, da cui si ricavano circa 50.000 bottiglie l’anno. Fortunato è stato poi l’incontro con l’enologo Vincenzo Mercurio, che ha determinato la svolta decisiva per le sorti aziendali.

Controetichetta Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016 Masseria Faraona
Controetichetta Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016 Masseria Faraona

Già varie volte ho degustato i vini di questa azienda, traendone sempre ottima impressione. Stavolta l’assaggio riguarda l’etichetta Piuma Rosa Rosato Castel del Monte Doc 2016. Nero di troia in purezza allevato a circa 450 metri di altezza. Acciaio e vetro per la maturazione del vino per sei mesi. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale sotto i 10,00 euro.

Brillante il corallino colore rosato. Pregevoli ed esaltanti le note olfattive. Ecco qui il riconoscibile e gentile profumo di ciliegie belle mature,  con i gradevoli sentori di sottobosco. In appresso le narici scansionano note di petali di rosa, di chinotto, di mirto e di bacche mediterranee. La bocca accoglie un sorso vellutato, morbido, aggraziato, fresco, sapido e succoso. Personalità fine ed elegante. Gusto ingentilito da ricchi ricami saporosi. Frutto integro e polposo, che sfocia in un armonico equilibrio.  Vino bene strutturato, connotato da un incedere arioso e da un’espressiva silhouette. Chiusura leggiadra e persistente. Da abbinare ad un risotto ai funghi, pesce in guazzetto e linguine ai frutti di mare.

Masseria Faraona
Sede a Corato (Ba) – Via Sant’Elia – Zona Industriale
Tel. 080 9172412 – Fax 080 8729275
[email protected]www.masseriafaraona.it
Enologo: Vincenzo Mercurio
Ettari vitati: 30 – Bottiglie prodotte: 50,000
Vitigni: nero di troia, aglianico, montepulciano, cabernet sauvignon, bombino nero e bianco, pampanuto, chardonnay e sauvignon blanc