Pizzeria Il Brigante a Venosa: ecco il regno di Michele Leo, nuovo campione del mondo

26/6/2017 3.8 MILA
Michele Dileo - campione del mondo - napoletana s.t.g.
Michele Leo – campione del mondo – napoletana s.t.g.

Pizzeria Il Brigante Venosa (Pz)
Via Colonnello Ruggero Albergo, 1
Tel. 0972 374203
Sempre aperto

di Feliciano Roselli
Arrivare a Venosa, città che ha dato i natali al poeta Quinto Orazio Flacco, fa sempre un certo effetto. Il Castello Aragonese Pirro dal Balzo ti accoglie con tutta la sua imponenza, e il borgo animato da giovani, da subito la sensazione di un posto accogliente, silente e laborioso durante il giorno, ma con una frenetica vita notturna.

Venosa
Venosa

Venosa, in Basilicata, è uno dei centri più popolosi della provincia di Potenza. Situato nell’area del Vulture, oltre ad essere patria dell’Aglianico, è un posto che trasuda una storia secolare di tradizione e folklore.

Michele Dileo - campione del mondo - Il Brigante
Michele Leo – campione del mondo – Il Brigante

Ed è proprio a Venosa (in Via Colonnello Ruggero Albergo), che mangi quella pizza che non ti aspetti. Guidati dal profumo di legno e lievito nell’aria arriviamo alla pizzeria Il Brigante di Michele Leo, Campione del Mondo dei Pizzaiuoli.

Michele Dileo - campione del mondo
Michele Leo – campione del mondo

Michele, lucano doc, ha ricevuto quest’anno il riconoscimento più ambito tra tutti gli impastatori di pizza, quello del Trofeo Caputo, arrivato alla XVI edizione e che premia la migliore pizza Specialità Tradizionale Garantita (S.T.G).

Michele Dileo - campione del mondo - Trofeo Caputo
Michele Leo – campione del mondo – Trofeo Caputo

Classe ’64, settimo di quattordici fratelli, a 18 anni si trasferisce in Germania, muovendo i suoi primi passi nel settore della ristorazione. Michele comincia dal basso come nella migliore delle tradizioni. Fa il lavapiatti in una pizzeria, e poco dopo riesce a farsi notare per le sue capacità da pizzaiolo. Da lì in avanti una formidabile ascesa.

Pizzeria Il Brigante - Venosa
Pizzeria Il Brigante – Venosa

Alla fine degli anni ’80, torna in Basilicata e apre la sua prima pizzeria a Venosa, che però chiuderà a distanza di qualche anno a causa di vicende familiari. Michele, che a sentirlo parlare ricorda quella generazione di uomini che se la sono dovuta cavare da soli, non molla. Con sacrificio e duro lavoro, giorno dopo giorno,ce la fa.

Così nel 2009 si rimette nuovamente in gioco con la pizzeria IL BRIGANTE.  Questa volta la scelta si rivela vincente e i venosini lo premiano immediatamente, facendo del suo locale un vero e proprio punto di riferimento culinario. Il passa parola consente a Michele di farsi conoscere sconfinando nella vicina Puglia. Molti appassionati di pizza, attirati dall’estro nella creazione di abbinamenti particolari, hanno modo di apprezzare la sua proposta. Il menù è composto da una sessantina di pizze, però la scelta di chi scrive si é orientata alla NAPOLETANA S.T.G. quella che gli è valsa il podio di campione del mondo.

Michele Dileo - campione del mondo, pizza
Michele Leo – campione del mondo, pizza

Oltre alla lavorazione della pasta, sottile gustosa e frutto di una lunga lievitazione, non manca l’attenzione agli ingredienti e alla loro tracciabilità, tutti rigorosamente made in Sud. La scelta delle materie prime, viene fatta da Michele in prima persona. Per cui la mozzarella di bufala viene prodotta a Lavello, sempre in provincia di Potenza, mentre ad esempio, le farine sono lavorate in Campania. Un mix di caparbieta’ e qualità, che fanno della pizzeria Il Brigante e del proprietario Michele, una formula vincente che ha come protagonista una pizza tutta da assaporare.

Michele Dileo - campione del mondo - pizza melone, crema di parmigiano, gocce di pesto genovese, spuma di filadelfia e prosciutto crudo
Michele Leo – campione del mondo – pizza melone, crema di parmigiano, gocce di pesto genovese, spuma di filadelfia e prosciutto crudo
Michele Dileo - campione del mondo - crema di tartufo, scaglie di parmigiano, pomodorini, carpaggio di manzo e glassa di aceto balsamico
Michele Leo – campione del mondo – crema di tartufo, scaglie di parmigiano, pomodorini, carpaccio di manzo e glassa di aceto balsamico