La Figlia del presidente nuova città della pizza: Caserta si arricchisce di una storica pizzeria

7/12/2017 9.5 MILA
La Figlia del presidente
La Figlia del presidente

di Antonella Amodio
In una zona tranquilla, lontana dal centro, Maria Cacialli e Felice Messina eredi del patron della pizza tradizionale, Ernesto Cacialli, aprono i battenti alla moderna struttura di circa 70 posti, dove la protagonista non è solo la pizza, ma anche carni preparate alla brace.

Uno dei motivi che hanno spinto Maria e Felice a portare la loro esperienza a Caserta, è quello di dare la possibilità ad un pubblico esigente, esperto in diverse declinazioni della pizza, di poter conoscere e apprezzare attraverso la proposta nel nuovo locale della ” Figlia del Presidente”, la pizza napoletana, dando così anche continuità alla storica pizzeria della Napoli sotterranea.

La Figlia del presidente - lo staff
La Figlia del presidente – lo staff

Maria è cresciuta nella pizzeria in via dei Tribunali a Napoli dove suo padre venne alla ribalta per aver preparato la pizza a libretto al presidente degli U.S.A., Bill Clinton, nei giorni del G7 nel 1994.

Fu allora che Ernesto divenne noto con l’appellativo di “pizzaiolo del Presidente”, ma prima di quella data – fino alla sua prematura scomparsa – aveva dedicato la vita alla pizza napoletana, diventandone a tutti gli effetti il grande interprete.

Il menù proposto nella nuova sede di Caserta si avvale anche della presenza di tante pietanze della tradizione napoletana.

Tra gli antipasti prende posto la gustosa Parmigianella, composta da melanzane, pomodoro ramato, basilico e olio Evo.

La Figlia del presidente -Parmigianella
La Figlia del presidente -Parmigianella

Per iniziare consiglio inoltre i fritti, come la classica Frittatina di pasta, preparata con bucatini, besciamella, ragù bianco e provola, dall’aspetto invitante e dal sapore deciso e consistente.

La Figlia del presidente -Frittatina di pasta classica
La Figlia del presidente – Frittatina di pasta classica

La scelta però prevede anche arancini, crocchè, polpette in ragù, focaccia, bruschette e il classico tagliere di formaggio e salumi serviti con confetture e mieli, oppurre Crudo di Parma e mozzarella di bufala campana Dop.

Per la pizza – il quale impasto matura circa trenta ore a temperatura ambiente – la scelta è ampia:  margherita, marinara, bufalina, diavola, capricciosa per ricordare soltanto la lunga lista di quelle classiche.

La Figlia del presidente -Pizza Marinara
La Figlia del presidente -Pizza Marinara

Per le pizze bianche cito poi la Fiorillo, farcita con ricotta, provola, fiori di zucca, pancetta, olio, grana e basilico. Oppure la Gateau Bianca con panna, prosciutto cotto, crocchè e fior di latte di Agerola.

Per quelle definite Speciali, suggerisco la Vesuvio con mozzarella di bufala campana Doc, pomodoro del piennolo del Vesuvio, olio, grana e basilico.

La Figlia del presidente - Pizza Vesuvio
La Figlia del presidente – Pizza Vesuvio

La lista di quelle fritte si compone della Margherita fritta a forno, con passata di pomodoro, fior di latte di Agerola , grana padano e olio Evo, della Classica con ricotta, cicoli, pepe nero, pomodoro san Marzano e olio Evo, e della Grande Montanara farcita con passata di pomodoro, fior di latte di Agerola, olio Evo e grana padano.

Le carni godono di un giusto spazio. Cito la T-Bone di scottona razza bavarese, la manzetta prussiana e quella di razza chianina. Ma si possono scegliere anche tagli nobili differenti, come la Cube roll o la Costata.

Tra i dolci prendono posto il Millefoglie di crema chantilly e fragoline, oppure il classico Cheesecake.

Buona la lista delle birre ed essenziale quella relativa ai vini.

Costo medio di un entrè ed una pizza € 15,00

La Figlia del Presidente
Via Filippo Brunelleschi, 33  81100 Caserta
Tel. 320 1754524

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *