Pizzeria Lievita Neapolitan Pizza 72 a Gallipoli

14/8/2020 4.4 MILA

Pizzeria Lievita 72 Gallipoli

Michel Greco
Michel Greco

di Enrico Malgi

Solitamente se m’interessa un vino, un’azienda, un locale, un ristorante o una pizzeria dove sono stato bene, dopo qualche tempo mi fa sempre piacere tornarci per verificare così eventuali cambiamenti oppure, meglio ancora, se nel frattempo ci sono stati tangibili progressi.

Insegna Pizzeria Lievita 72
Insegna Pizzeria Lievita 72

E così a distanza di poco più di un anno sono ritornato alla Pizzeria Lievita Neapolitan Pizza 72 di Gallipoli, per riassaggiare le ottime pizze del giovane e bravo pizzaiolo salentino Michel Greco, già vincitore a Foodexp due anni fa come miglior pizzaiolo emergente della Puglia, ed altre sfiziosità in carta.

Pizzeria Lievita 72 Pizze in preparazione
Pizzeria Lievita 72 Pizze in preparazione

Nel frattempo il locale si è arricchito del nuovo dehors, molto utile per l’estate e/o per l’emergenza coronavirus. All’interno si respira un’aria di festa e di allegria che contagia tutta la clientela, perché Michel è una persona solare, esuberante e scanzonata e fa il suo lavoro con scrupolo e molta passione da “verace pizzaiolo napoletano”, come lui tiene a sottolineare, tanto è vero che non perde occasione per affermare il suo amore per Napoli e la sua pizza. Nell’occasione ho lasciato fare a lui per il menù e ho fatto bene, perché alla fine sono rimasto davvero soddisfatto.

Pizzeria Lievita 72 Elenco pizze della settimana
Pizzeria Lievita 72 Elenco pizze della settimana

Per iniziare un fagottino di pasta ripieno di burrata di Andria, con pistacchio di Bronte in due versioni: sia in granella e sia in crema, con mortadella di maiale nero e rucola selvatica. Prezzo 7,50 euro. Emblematico il titolo: “Nu piezzo” in puro vernacolo napoletano. Una vera bontà.

Pizzeria Lievita 72 Fagottino ripieno di burrata, pistacchi di Bronte, mortadella e rucola
Pizzeria Lievita 72 Fagottino ripieno di burrata, pistacchi di Bronte, mortadella e rucola
Pizzeria Lievita 72 Burrata dolce con ricotta e cioccolato fodnente
Pizzeria Lievita 72 Burrata dolce con ricotta e cioccolato fodnente

Chips di patate cacio e pepe da libidine, tanto da meritare il bis. Prezzo 5,00 euro.

Pizzeria lievita 72 Patate cacio e pepe
Pizzeria lievita 72 Patate cacio e pepe

Ordino subito la classica Margherita (in napoletano Margherì). Pizza morbida, elastica, soffice, gustosa, buonissima e preparata con ingredienti di alta qualità. Ottima esecuzione davvero. Prezzo 4,50 euro.

Pizzeria Lievita 72 Margheri'
Pizzeria Lievita 72 Margheri’

Proviamo un’altra eccellente pizza a forma di stella ad otto punte ripiene di ricotta: Il Sole nel piatto. Bufala campana affumicata, pelato pugliese, pepe, basilico ed olio evo. Prezzo 8,00 euro. Un capolavoro. Eccezionale per gusto, cottura, lievitazione della pasta e digeribilità.

Pizzeria Lievita 72 Pizza Il sole nel piatto
Pizzeria Lievita 72 Pizza Il sole nel piatto

Ancora un’altra ottima pizza: Vegetariana secondo noi, con mozzarella di bufala campana affumicata, crema di melanzane, peperoni a listarelle e polvere di zucchine. Prezzo 8,00 euro. Una vera esplosione di sapori in bocca.

Pizzeria Lievita 72 Pizza Vegetariana secondo noi
Pizzeria Lievita 72 Pizza Vegetariana secondo noi

Per finire due dolci: Burrata dolce con ricotta e cioccolato fondente 6,00 euro. Ricotta di bufala, crumble alla nocciola e mou salato al prezzo di 4,50 euro.  Due vere delizie.

Pizzeria Lievita 72 Ricotta di Bufala, crumble alla nocciola e mou salato
Pizzeria Lievita 72 Ricotta di Bufala, crumble alla nocciola e mou salato

Da bere si possono ordinare ottime birre nazionali ed estere alla spina ed in bottiglia. Disponibile anche una discreta batteria di vini per lo più locali.

Servizio d’asporto molto veloce, come ho potuto constatare. E così anche il servizio ai tavoli ben curato, che vede in prima linea papà Tony, sempre sollecito, gentile e sorridente. Il menù è digitale, basta scansionare il codice presente sul tavolo ed ordinare. Così si hanno meno contatti col cartaceo e con lo stesso personale addetto alle prenotazioni.

Insomma una pizzeria in puro stile partenopeo di altissimo livello, che utilizza soltanto straordinari ingredienti pugliesi-campani, per preparare pizze molto originali e di vario gusto ed i cui prezzi sono davvero molto convenienti.

Non solo pizza, però, perché Michel può contare su uno staff di cucina molto affiatato, attento ed organizzato, addetto alla composizione dei magnifici dolci, dei fritti e degli insuperabili e golosi panini. Si tratta di Giada Piro, Manuela Minisgallo e Lucia Greco.

Bene, posso affermare in tutta tranquillità che anche stavolta sono rimasto del tutto appagato. Penso che Michel abbia finito la fase di rodaggio e da crisalide, come pizzaiolo emergente, si è trasformato in una bella farfalla sicura di sé, consolidando così il suo grande talento di ottimo pizzaiolo. Allo stesso tempo, però, Michel si dimostra umile e desideroso di imparare meglio il suo mestiere, tanto è vero che ha voluto conoscere alcuni tra i migliori pizzaioli campani (Franco Pepe, Enzo Coccia, Paolo De Simone ed altri ancora) dai quali ha cercato di carpire i segreti per poter impastare un’ottima pizza napoletana.

La pizzeria Lievita 72 è collocata quasi al centro di Gallipoli ed è sempre affollata, nonostante questo periodo infausto. Infatti, mi sono trovato qui un lunedì sera e c’era davvero tanta gente che faceva la fila dentro e fuori il locale. A Michel poi non manca certo il coraggio, perché ha lasciato un posto sicuro da dipendente presso un’accorsata pizzeria gallipolina per aprirne una tutta sua, ma per fortuna ha avuto subito successo e la gente ha imparato ad apprezzarlo per le sue qualità e le sue eccezionali pizze. Bene, allora vai avanti così Michel!

Pizzeria Lievita 72 Neapolitan Pizza
Via Lecce, 85 – Gallipoli (Le)
Cell. 347 2265994
In sala 45 coperti, più 30 all’esterno, con tavoli ben posizionati e distanziati
Locale aperto tutti i giorni dalle 19,30 fino a mezzanotte
Anche servizio di asporto
E’ caldamente consigliata la prenotazione.

Da sx Tony Greco, Carlotta De Pascalis, Luciano Gaetani e Michel Greco
Da sx Tony Greco, Carlotta De Pascalis, Luciano Gaetani e Michel Greco

Pizzeria Lievita Neapoliatn Pizza 72 a Gallipoli

Report del 13 giugno 2019

di Enrico Malgi

Provai subito una sensazione di enorme impressione quando vidi per la prima volta il giovane Michel Greco, in cui colsi una ambizione che gli si leggeva negli occhi di volersi affermare nel mondo come pizzaiolo “napoletano”. E tengo a sottolineare “napoletano”, perché per lui, Salentino doc, è stato sempre motivo di orgoglio essere capace di impastare e cuocere la pizza proprio come un vero pizzaiolo napoletano. L’ho incontrato l’anno scorso a Foodexp a Torre del Parco di Lecce, dove ero giudice per la nomina dei tre pizzaioli e chef emergenti della Puglia. In quella occasione Michel è stato così bravo da convincere la giuria, che attraverso la sua performance lo ha inserito di diritto nella terna vincitrice.

Michel Greco con Enzo Coccia, Paolo De Simone e Francesco Pellegrino
Michel Greco con Enzo Coccia, Paolo De Simone e Francesco Pellegrino

Detto fatto, Franco Pepe, Enzo Coccia e Paolo De Simone furono i primi big con cui l’ho fatto incontrare con suo grande stupore e meraviglia. In quel periodo Michel lavorava presso una pizzeria di Gallipoli, ma il suo sogno nel cassetto, che accarezzava da tempo, era quello di poter aprire un locale tutto suo. E così tre mesi fa questo sogno si è finalmente avverato, quando ha aperto i battenti in una frequentata via di Gallipoli. L’insegna della pizzeria recita così: Lievita Neapolitan Pizza 72, coerente con la sua passione di “verace pizzaiolo napoletano”.

In questi giorni sono andato a fargli visita per assaggiare alcune sue specialità.

Come inizio Michel mi ha proposto un tris di ottime montanarine, composte da una margherita; poi quella con datterino giallo, alici di Cetara e olive taggiasche; ed infine una con stracciatella affumicata e capocollo di Martina Franca. Una vera bontà. Prezzo 7,50 euro.

Pizzeria Lievita 72 Tris di montanarine
Pizzeria Lievita 72 Tris di montanarine

Imperdibile la Chips di patate cacio e pepe. Una sorprendente preparazione davvero. Patate gustose, buonissime, croccanti e non unte. Prezzo 4,50 euro.

Pizzeria Lievita 72 Chips di Patate, cacio e pepe
Pizzeria Lievita 72 Chips di Patate, cacio e pepe

Sotto con la classica Margherita (chiamata confidenzialmente Margherì) confezionata con fiordilatte, pelato pugliese, olio evo dell’azienda agricola salentina Adamo, spolverata di grana di trenta mesi e basilico. Niente da obiettare come tipica pizza napoletana, perché si dimostra morbida, elastica, leggera, soffice e bene idratata. Gusto perfetto.  Prezzo 4,50 euro.

Pizzeria Lievita 72 Margherita
Pizzeria Lievita 72 Margherita

Un capolavoro la Pizza Napulè (un vero atto d’amore per la città di Napoli). Fiordilatte, pelato pugliese, capperi, alici di Cetara, olio evo Adamo e origano di collina. Saporita, leggera e digeribile. Prezzo 6,00 euro.

Pizzeria Lievita 72 Napule'
Pizzeria Lievita 72 Napule’

E per finire per dolce un buonissimo cremoso al Kinder. Prezzo 4,00 euro.

Pizzeria Lievita 72 Dolce cremoso al Kinder
Pizzeria Lievita 72 Dolce cremoso al Kinder

Ovviamente la lista completa delle pizze è molto ampia, mentre in carta ci sono anche altre proposte di diverse sfiziosità. Discreta la lista delle birre alla spina ed anche in bottiglia, insieme a poche etichette di vino della Cantina Coppola. Una cosa che mi ha sorpreso particolarmente è stata l’utilizzo di una lampada a incandescenza che tiene in caldo le pizze appena uscite dal forno a legna, in attesa di quelle successive da portare tutte insieme in tavola. Trovata veramente geniale.

Pizzeria Lievita 72 Pizze sotto la lampada
Pizzeria Lievita 72 Pizze sotto la lampada

Al forno Michel è aiutato da Luciano Gaetani, mentre ai tavoli servono il papà Tony e la giovanissima Carlotta De Pascalis, con molto garbo e sollecitudine. Vengono impiegati soltanto prodotti di eccellente qualità, molto dei quali sono presidi Slow Food. Attivo anche il servizio d’asporto.

In definitiva Michel possiede un proprio talento naturale, che gli consente di preparare eccellenti pizze d’autore molto apprezzate dalla sua fidelizzata clientela di tutte le età. Ha dimostrato di avere coraggio nel lasciare un posto sicuro per mettersi in proprio, rischiando di trovarsi in difficoltà. Per sua fortuna però fino adesso le cose vanno a gonfie vele, ma deve sempre stare attento agli imprevisti.

Pizzseria Lievita 72 Insegna
Pizzseria Lievita 72 Insegna

Pizzeria Lievita 72 Neapolitan Pizza
Via Lecce, 85 – Gallipoli (Le)
In sala 45 posti, più 30 all’esterno
Cell. 347 2265994
Prezzi molto contenuti e senza fare pagare il coperto.
Locale aperto tutti i giorni dalle 19,30 a mezzanotte.
Tra pochi giorni pizzeria aperta anche a pranzo.

Pizzeria Lievita Neapolitan Pizza 72 a Gallipoli

9 commenti

    Francesco Mondelli

    Non soddisfatto del solo stappo anche con la pizza ci va di matto.PS.Certo che con tutor di valore nazionale non poteva che esserci un lieto finale FM

    13 giugno 2019 - 14:13Rispondi

    Enrico Malgi

    Caro Francesco il Salento è una miniera di tante cose buone da scoprire sempre . Ottimo cibo, eccellente vino, gente cordiale e accogliente, paesaggi meravigliosi, mare pulito e prezzi fantastici. Cosa vuoi di più?

    14 giugno 2019 - 09:42Rispondi

    Mondelli Francesco

    Un Lucano.Pardon una spiaggia non lontano da Vallo della Lucania: il cosiddetto Porto del Fico a Pioppi dove passere giorni felici e romantiche notti.FM

    14 giugno 2019 - 11:04Rispondi

    Marco Galetti

    Burrata, burrata dolce, cacio e pepe, fiordilatte, bufala, ricotta… se l’uva non è ancora matura la volpe si muove di conseguenza e per tenersi leggera rinuncia a malincuore al piattino di forMalgi in chiusura di pasto.
    Dottore Lei è instancabile, giovani e diversamente giovani Le fanno un baffo.

    14 agosto 2020 - 14:36Rispondi

    Enrico Malgi

    Grazie marco. A quando una visita insieme?

    14 agosto 2020 - 16:14Rispondi

    Marco Galetti

    Preferirei andarci col Dottor CONTURSI che non ama i formaggi, altrimenti con lei parto sfavorito…

    14 agosto 2020 - 19:08Rispondi

      Marco Contursi

      Ok ci sono,ma ci andiamo a piedi.Partenza ore 15 p.m.

      14 agosto 2020 - 20:21Rispondi

    Mondelli Francesco

    Qui se c’è uno che va a piedi in pellegrinaggio alla Madonna del Sacro Monte Gelbison è il sottoscritto: il resto è, come da parecchio non sento più dire forse perché passato di moda ,FUFFA,Partenza all’alba da Novi Velia Messa officiata da Don Carmine e ritorno con tappa obbligata alla Chioccia d’oro col suo nido fumante nel “pignatiello”di argilla senza farsi mancare , a proposito di formaggi ma c’è anche il salame per le esigenze della stampa di settore leggasi CONTURSI,la mozzarella nella mortella .Buon ferragosto con tanta carne arrosto e, nonostante il caldo,un gran vino rosso e tosto.FM

    15 agosto 2020 - 06:44Rispondi

    Enrico Malgi

    Ok senza formaggio va bene caro dr. Galetti, basta che lei venga subito qui. E così ci faremo una scarpinata fino al monte Gelbison, dove lei già c’è stato. Dopo, come da consiglio di Mondelli, andremo tutti da Giovanni alla Chioccia d’Oro, un altro locale a lei molto caro.

    15 agosto 2020 - 10:45Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.