È possibile rivivere le tradizioni? A Vietri di Potenza si. Ecco come

18/8/2017 3.4 MILA
Ingresso di Vietri
Ingresso di Vietri

di Federica Gatto

Siete mai stati a Vietri di Potenza? Personalmente mi è capitato spesso di girare per la Basilicata ma mai la mia curiosità si era fermata in quel fantastico borghetto alle porte della Lucania che accoglie e dà il benvenuto a chi arriva dalla Campania. É stato bello trascorrere due giorni lí nel bel mezzo di una rovente estate in occasione di “Tipica” respirando aria di tradizione vera e genuina, dove i Vietresi seppur non abituati a gente nuova, sanno donare accoglienza e calore a chiunque varchi la soglia del loro paesello.

Vietri di Potenza -Artigiani in strada
Vietri di Potenza -Artigiani in strada

Lo scenario naturalistico che circonda Vietri di Potenza coinvolge chiunque si accinge alla sua scoperta in appassionanti, romantiche e suggestive vedute che lasciano un ricordo indelebile ed emozionante, difficile da dimenticare e da custodire gelosamente al ritorno a casa. Potrei definire questo borgo uno di quei luoghi molto particolari dove la tranquillità, l’ordine ed il silenzio regnano sovrani. La prima bella scoperta perciò é data dal pregnante carattere rurale, da scenari paesaggistici originali e unici che a volte ignoriamo esistano perché presi dall’eccessivo “disordine”
della città. D’altronde é risaputo che la vera bellezza di una “vita in viaggio” é quella di scoprire posti a te sconosciuti e scovarne ogni piccolo particolare. Vietri non offre solo bellezze culturali e naturali ma negli ultimi anni punta a divenire un riferimento per interessanti manifestazioni enogastronomiche legate alle tradizioni del posto che attirano inevitabilmente la curiosità di tanti turisti.

Vietri di Potenza -Preparazione dei cavatelli
Vietri di Potenza -Preparazione dei cavatelli
Vietri di Potenza -Cavatelli
Vietri di Potenza -Cavatelli
Vietri di Potenza - Cavatelli al pomodoro
Vietri di Potenza – Cavatelli al pomodoro

La città dell’olio l’11 ed il 12 agosto ha dato il via alla 5 edizione di “Tipica”, la manifestazione enogastronimica più attesa e fortemente voluta in paese, dove ho visto giovani e anziani impegnarsi
davvero per la buona riuscita dell’evento. Bello apprendere che ci sono ragazzi così attivi in onore alla propria terra, suggestivo vedere le signore alzarsi al mattino prestissimo e per preparare la pasta a mano. Simboli di radici salde verso le tradizioni del sud. Due giorni che hanno contribuito ad arricchire le offerte di spettacolo e cultura locale che tanto piacciono e intrigano gli amanti del genere. Un bel percorso, che ha visto l’alternasti di artisti di strada, artigiani, sfide a morra e degustazioni di piatti della tradizione vietrese e lucana con qualche incursione in altre regioni d’Italia. Si dà il via così di ad un viaggio nei sapori antichi: olio, orecchiette lucane, struffoli salati, salumi e formaggi, “cauzon c’ la mnestra”, “ciambottola”, patat ross” “strascinati cu la muddica”.

Vietri di Potenza - Orecchiette lucane
Vietri di Potenza – Orecchiette lucane
Vietri di Potenza -Strufoli salati
Vietri di Potenza -Strufoli salati
11 Vietri di Potenza -Cauzon c’ la mnestra
Vietri di Potenza -Cauzon c’ la mnestra
Vietri di Potenza -Ciambottola in pane arabo
Vietri di Potenza -Ciambottola in pane arabo
Vietri di Potenza -Patat' ross'
Vietri di Potenza -Patat’ ross’

Un bel evento con ampissimi margini di crescita, un’attrazione da ampliare e migliorare che punta a divenire sempre più grande e conosciuta anche fuori regione. Un progetto che nasce dalla collaborazione delle associazioni Pro Loco, Teatrando, Vietri & La Movida e Città dell’Olio, con il patrocinio del Comune. Un plauso a quanti hanno contribuito alla buona riuscita e si impegnano quotidianamente alla promozione di un territorio ancora tutto da scoprire. Arrivederci all’anno prossimo.

Vietri di Potenza -Pane fatto in casa
Vietri di Potenza -Pane fatto in casa