Cetaria ristorante a Baronissi: la buona cucina di Salvatore Avallone

22/2/2017 5.1 MILA

16880374_10212489071526983_1720967672_o

di Barbara Guerra 

Nel piccolo corso di Baronissi una cucina di mare semplice e golosa. Salvatore Avallone da quattro anni conduce con entusiasmo un piccolo ristorante di circa trenta posti. Entrato in cucina per mantenersi all’università nutrendo anche la passione nata aiutando la nonna a Cetara.

16833629_10212489071086972_401338647_o
tartare di tonno con melannurca e finocchio

Ha poi girato l’Europa fino a diventare chef su un grande yatch di rappresentanza. Arriva poi in questo lembo di Campania tra la provincia salernitana e quella irpina portando in tavola una bella varietà di piatti di pesce coniugati con il territorio che è diventato la sua casa.

16910934_10212489070886967_869634672_o
rombo con verza e cipolla ramata

Tra gli antipasti Il rombo rinfrescato dalla verza saltata velocemente con cipolla ramata e poi  la tartare di tonno con mela annurca e finocchio. Piatti che portano un pizzico di personalità come abbinamento ad ingredienti classici.

 

16833015_10212489071006970_1990294970_o
spaghettoni con pomodorino giallo e colatura di alici

 

Tra i primi la scelta non poteva che cadere su uno spaghettone alla colatura di alici,  in questo caso abbinato ad una salsa di pomodorini gialli della piana del Sele che lo rendono molto piacevole conferendo  acidità e freschezza al piatto. I paccheri alla genovese di ricciola sono godibili e migliorabili, hanno bisogno di trovare un allungo aromatico diverso da quello che in questo caso gli apporta il gorgonzola che tende a stancare appesantendo il palato di dolcezza.

16832930_10212489071686987_1932991325_o
paccheri con genovese di ricciola e gorgonzola

 

I paccheri alla genovese di ricciola sono godibili e migliorabili, hanno bisogno di trovare un allungo aromatico diverso da quello che in questo caso gli apporta il gorgonzola che tende a stancare appesantendo il palato di dolcezza.

Sulla pasta secca Salvatore ha una mano felice con cotture perfette.  Ugualmente i pesci sono ben preparati come il filetto di ricciola con zuppetta orientale ed il baccalà cotto in bassa temperatura con pure di patate e olio a limone.

In conclusione si riesce qui a trovare la cucina di materia tipica di una trattoria presentata ed abbinata in modo contemporaneo. Cetaria è un ristorante che entra a pieno titolo tra le tavole campane che amiamo segnalare in questo blog. Ha come obiettivo il piacere degli ospiti che soddisfa attraverso una cucina di tradizione  elaborata attraverso buone basi tecniche che la rendono personale, elegante e godibile.

Ristorante Cetaria

Piazza della Repubblica, 9
Baronissi (Sa)
Tel 089.2961312
Chiuso lunedi e a pranzo dal martedì al giovedì

 

Un commento

    bruno soviero

    (23 febbraio 2017 - 20:45)

    ma è mai possibile , signora Guerra, che non si riesce a capire che, se si vuole svolgere un servizio utile al blog e ai lettori,bisogna, insieme alle lodi , talvolta ingiustificate, indicare la spesa media per un pasto nell’esercizio recensito? Come faccio a sapere se posso portarci la mia famiglia?

I commenti sono chiusi.