Il Refettorio di Christoph Bob, il miglior ristorante d’Italia senza stella Michelin

13/11/2016 6.3 MILA
Christoph Bob, Monastero Santa Rosa
Christoph Bob, Monastero Santa Rosa

di Barbara Guerra
Quando si scrive sempre dello stesso oggetto, e nel mio caso di piatti e territori, il rischio è quello di dire con frequenza le stesse cose, di incartarsi cioè nei soliti termini ed usare definizioni simili per raccontare un’esperienza. Può capitare che uno specifico ventaglio di termini accompagni il food writer per un determinato lasso di tempo per poi ampliarsi e modificarsi ciclicamente. A distanza di un anno dalla mia ultima visita al Refettorio di Christoph Bob sono costretta però a dichiararmi apertamente ripetitiva.

Anche se non mi è mai piaciuto ficcare il naso in casa altrui sento comunque un urgente bisogno di dire ad alta voce che resta per me un grande mistero il fatto che qui non ci sia a brillare una stella Michelin.

Luogo incantevole il Monastero Santa Rosa a Conca dei Marini. Un hotel di lusso con splendida vista sul golfo di Salerno, sovrasta Amalfi con maestosa eleganza.

Monastero Santa Rosa
Monastero Santa Rosa
Monastero Santa Rosa
Monastero Santa Rosa

L’ambiente del ristorante è molto curato e mantiene una sobria semplicità. Il servizio di sala è garbato e qualificato. Vista l’importante clientela internazionale, spesso anche formata da VIP, in questo luogo non si dovrebbe scherzare in termini di garanzia della privacy.

La cucina è basata sulle tecniche classiche e guarda esclusivamente verso il mediterraneo. Un menù che racconta bene l’orto ed il mare.

Monastero Santa Rosa, Alice farcita con provola di Agerola su bruschetta con ragu'
Monastero Santa Rosa, Alice farcita con provola di Agerola su bruschetta con ragu’
Monastero Santa Rosa, Tartare di ricciola con ananas, yogurt di jersey, misticanza e coriandolo
Monastero Santa Rosa, Tartare di ricciola con ananas, yogurt di jersey, misticanza e coriandolo
Monastero Santa Rosa, Totani e patate
Monastero Santa Rosa, Totani e patate

I primi piatti sono particolarmente nelle corde dello chef che affronta sia la pasta secca che il risotto con cotture millimetriche, abbinamenti equilibrati e piacevoli, una mano che denota buon gusto e personalità.

Monastero Santa Rosa, Risotto con provolone del monaco, tartare di gamberi di nassa con olio alla vaniglia ed erba cipollina, polvere di prezzemolo e pomodoro
Monastero Santa Rosa, Risotto con provolone del monaco, tartare di gamberi di nassa con olio alla vaniglia ed erba cipollina, polvere di prezzemolo e pomodoro
Monastero Santa Rosa, Spaghetti dei Campi con vongole e salsa di friggitelli
Monastero Santa Rosa, Spaghetti dei Campi con vongole e salsa di friggitelli
Monastero Santa Rosa, Spaghetto dei Campi al pomodoro giallo
Monastero Santa Rosa, Spaghetto dei Campi al pomodoro giallo

Uno sguardo sicuro sul territorio, legami stretti con un piccolo nucleo di selezionati fornitori e coltivazione diretta di erbe aromatiche, pomodori e verdure.

Monastero Santa Rosa, Ricciola con insalata di erbe aromatiche
Monastero Santa Rosa, Ricciola con insalata di erbe aromatiche
Monastero Santa Rosa, Costolette di manzo bassa temperatura per 3 giorni a 58 gradi. Cottura completata su pietre del Vesuvio. Pomodoro di Sorrento grigliato, patate al forno, yogurt
Monastero Santa Rosa, Costolette di manzo bassa temperatura per 3 giorni a 58 gradi. Cottura completata su pietre del Vesuvio. Pomodoro di Sorrento grigliato, patate al forno, yogurt

Gusti netti che mettono in luce la materia prima senza essere mai caricaturali. Un cucina fresca e piacevole, che si muove con leggerezza verso note amare e iodiche e trattando le acidità con il buon senso di chi le usa per ingolosire e non per stupire.

Monastero Santa Rosa, Tortino al limone
Monastero Santa Rosa, Tortino al limone

Quella di Christoph Bob è una delle più belle cucine in Campania che anno dopo anno si dimostra sempre più sicura ed accattivante.

Monastero Santa Rosa Hotel & Spa
Ristorante Il Refettorio
Via Roma, 2
Conca dei Marini (Sa)
Tel. 089.8321199
www.monasterosantarosa.com

 

Un commento

    Marco Galetti

    (13 novembre 2016 - 17:54)

    “La cucina guarda esclusivamente verso il Mediterraneo” la stessa prospettiva del cliente, cucina a vista sul blu…il mare è calmo e il risotto non può essere all’onda ma cremoso quanto basta per farsi apprezzare anche qui al Nord…”trattando le acidità con il buon senso di chi le usa per ingolosire e non per stupire” ecco perché, forse, alle notti stellate sul Golfo manca una stella…bel post e bel posto.

I commenti sono chiusi.