Trattoria Masuelli, l’intramontabile vecchia Milano, sempreverde dal 1921

18/4/2018 3.9 MILA
Trattoria Masuelli, Milano, la porta d'ingresso in viale Umbria
Trattoria Masuelli, Milano, la porta d’ingresso in viale Umbria

di Marco Galetti

Trattoria Masuelli, Milano, negozio storico, il movimento Slow Food, è nato con Carlo Petrini alla tavola di questa trattoria

Trattoria Masuelli, Milano, negozio storico
Trattoria Masuelli, Milano, negozio storico

Trattoria Masuelli, Milano, mobile bar anni venti, così come le sedie e gli arredi in legno laccato, parafrasando uno bravo, a contenuto di livello e di tradizione storica, deve corrispondere contenitore adeguato, mai come qui è così, se invece ci piacciono le luci al neon e non sappiamo dare valore a chi è riuscito a preservare oggetti unici, Milano, a pochissimo meno, offre altro, de gustibus…

Trattoria Masuelli, mobile bar anni venti
Trattoria Masuelli, mobile bar anni venti
Trattoria Masuelli, Milano, dettaglio mobile bar
Trattoria Masuelli, Milano, dettaglio mobile bar
Trattoria Masuelli, Milano, una saletta
Trattoria Masuelli, Milano, una saletta
Trattoria Masuelli, Milano, lampadario originale anni trenta
Trattoria Masuelli, Milano, lampadario originale anni trenta

Trattoria Masuelli, Milano, i famosi lampadari firmati Giò Ponti, famoso architetto e designer milanese

Trattoria Masuelli, Milano, i famosi lampadari
Trattoria Masuelli, Milano, i famosi lampadari

Trattoria Masuelli, Milano, un’altra saletta, con le tovaglie immacolate, come sempre si dovrebbe… modi e luoghi da difendere strenuamente

Trattoria Masuelli, Milano, un'altra saletta
Trattoria Masuelli, Milano, un’altra saletta

Trattoria Masuelli, Milano, risotto Milano e botteghe storiche, pochi locali rappresentano Milano e la sua cucina come questo luogo, il piatto del Buon Ricordo è il risotto giallo con le milanesine, tanto per non uscire dal: seminato così bene da quasi cento anni

Trattoria Masuelli, Milano, risotto Milano e botteghe storiche
Trattoria Masuelli, Milano, risotto Milano e botteghe storiche
Trattoria Masuelli, Milano, targhe
Trattoria Masuelli, Milano, targhe

Trattoria Masuelli, Milano, insegna, 1921, Virginia e Francesco Masuelli (da Masio, Alessandria, ecco il perché delle incursioni piemontesi sulla carta delle vivande) rilevano la “Trattoria con alloggio San Marco”, in viale Umbria (dove c’era l’antico  Verziere) che nasce come bottiglieria con uso di cucina, oggi con Pino Masuelli (classe 1937) in sala e Max, il figlio in cucina siamo alla terza generazione

Trattoria Masuelli, Milano, dal 1921, insegna
Trattoria Masuelli, Milano, dal 1921, insegna
Trattoria Masuelli, Milano, gli esordi…
Trattoria Masuelli, Milano, gli esordi…

…di un esercizio storico gestito, nel tempo, con il rispetto per la tradizione e per la storia, il conto, fatto a mano, come avveniva una volta, muove un sorriso malinconico, prezzi medio alti adeguati al contesto, correttamente esposti sul sito, da martedì a Venerdì imperdibile e vantaggiosa pausa pranzo, menù fedele alla tradizione che segue la stagionalità delle materie prime, selezionate con attenzione, tutte le proposte sono di gran lunga sopra media, secondo la rivista Monocle (e molto più modestamente anche secondo chi scrive) il loro risotto giallo con ossobuco è tra le migliori cose da provare al mondo, sulla carta dei vini, curata da Pino Masuelli, si spazia da un rosso della casa a venti euro fino a rossi piemontesi a oltre dieci volte tanto, nel complesso essenzialità con accezione positiva, né benvenuto, né piccola pasticceria, ma non lesinano su quel che si ordina che arriva a tavola in porzioni di sostanza, adeguate, appaganti eppur curate.

Per voli pindarici ci si deve rivolgere ad altri scali (ma in fondo si deve divertire il cliente o si devono divertire i cuochi ?) qui si viaggia a bassa quota panoramica, qualche metro sopra gli altri in inutile fermento ma immobili sotto le stesse e spesse nubi milanesi, nessuna rinascita gastronomica quindi quanto più una benvenuta, consolante, ovattata e rassicurante fermezza gastroculturale.

Trattoria Masuelli, Milano, pane e grissini
Trattoria Masuelli, Milano, pane e grissini
Trattoria Masuelli, Milano, i rossi a calice
Trattoria Masuelli, Milano, i rossi a calice

Trattoria Masuelli, Milano, battuta di fassona piemontese e uovo di quaglia poché con puntarelle

Trattoria Masuelli, battuta di fassona
Trattoria Masuelli, battuta di fassona

Trattoria Masuelli, Milano, cervella di vitello fritta, qui è sempre in carta, bonus.

Trattoria Masuelli, Milano, cervella di vitello fritta
Trattoria Masuelli, Milano, cervella di vitello fritta

Trattoria Masuelli, Milano, pasta e fagioli con il cucchiaio in piedi, l’amido della pasta, le proteine dei legumi, grassi impercettibili tranne un filo d’olio al piatto che precede il pepe nero macinato al momento, l’inconsapevole senno dei piatti antichi, intramontabile, saggezza tramandata, cultura popolana, godimento in allungo in persistenza, come un grandissimo supertuscan, calore, densità e ricordi toscani, essenzialità, fagioli, olio, pepe.

Trattoria Masuelli, Milano, pasta e fagioli
Trattoria Masuelli, Milano, pasta e fagioli

Trattoria Masuelli, Milano, tajarin al ragù bianco di coniglio di Cuneo, splendida la pasta che si offre al coniglio per una fusione che si fa ricordare, nessun grado di separazione tra il ragù bianco e la pasta all’uovo, “stravale” l’euro o due di differenza con un piatto anonimo di tagliolini in bianco, col pesce o al sugo, proposto dalla maggioranza (ad altissima percentuale d’ignoranza) dei ristoratori malpensanti, una tagliatella vale l’altra probabilmente pensano, sbagliandosi di grosso

Trattoria Masuelli, Milano, tajarin al ragu' bianco di coniglio
Trattoria Masuelli, Milano, tajarin al ragu’ bianco di coniglio

Trattoria Masuelli, Milano, risotto alla milanese (citato anche dal New York Times) con pistilli di zafferano iraniano

Trattoria Masuelli, Milano, risotto alla milanese
Trattoria Masuelli, Milano, risotto alla milanese

Trattoria Masuelli, Milano, dettaglio risotto, probabilmente uno dei migliori della mia ormai lunga carriera di risottaro seriale

Trattoria Masuelli, Milano, dettaglio risotto
Trattoria Masuelli, Milano, dettaglio risotto

Trattoria Masuelli, Milano, altra vista altro regalo

Trattoria Masuelli, Milano, altra vista altro regalo
Trattoria Masuelli, Milano, altra vista altro regalo

Trattoria Masuelli, Milano, costoletta alla milanese con patate al forno, in rigorosa modalità no words

Trattoria Masuelli, Milano, costoletta alla milanese con patate al forno
Trattoria Masuelli, Milano, costoletta alla milanese con patate al forno

Trattoria Masuelli, Milano,  guancetta di fassona stracotta alla Barbera con mais Otto File macinato a pietra, mais di bassa resa e alta qualità, che non ha subito modificazioni genetiche, coltivato con metodi naturali, una varietà pregiata e quasi scomparsa (meglio cardi che mais avranno pensato in molti) ma qualcuno caparbio, per fortuna, ancora esiste e resiste…

Trattoria Masuelli, Milano, guancetta di fassona stracotta alla Barbara e polenta otto file
Trattoria Masuelli, Milano, guancetta di fassona stracotta alla Barbara e polenta otto file

Trattoria Masuelli, Milano, bonet delle Langhe, spuma di nocciole e lamponi croccanti

Trattoria Masuelli, Milano, bonet delle Langhe
Trattoria Masuelli, Milano, bonet delle Langhe

Trattoria Masuelli, Milano, crema al mascarpone con lingua di gatto, anch’io, con inusuale foga, ci ho tuffato la mia…

Trattoria Masuelli, Milano, crema al mascarpone con lingua di gatto
Trattoria Masuelli, Milano, crema al mascarpone con lingua di gatto

Solo una considerazione, se non basta e non dovessi riuscire a spiegarmi, qualunque altra parola non servirebbe.

Qui ci si deve venire se non abbiamo ricordi o se, come nel mio caso, siamo legati ai ricordi in progressivo allontanamento di una Milano che sta scomparendo e di locali così che non esistono quasi più, questo è un punto fermo, una ben definita impronta milanese che non cede al movimento inarrestabile ed inevitabile dell’era digitale.

Amo le gestioni familiari e l’efficiente accoglienza, diffusa ma silente, in punta di piedi e di parole di luoghi come questo, l’ospitalità vecchio stampo di un gruppo coeso che lavora in armonia, detesto, di contro, l’accoglienza svogliata e sciatta di dipendenti indolenti che, nella maggior parte dei casi sono l’ossatura scricchiolante di esercizi che non lasciano il segno e, men che meno, il sorriso, qui, al contrario si sorride e se la spesa non può e non deve coincidere con quella di chi lima sui costi ma anche sull’offerta, poco male, saranno soldi spesi bene, quasi un secolo di affidabilità deve avere il suo costo,  pochi euro in più rispetto a offerte improponibili, daranno diritto a storia, fascino, eleganza, pulizia, armonia, percepiremo passione, amore, gentilezza, ci verrà offerto un piatto di tradizione e sostanza, piacevole, digeribile, intuibile, comprensibile, vero… a tratti indimenticabile, che è una bellissima parola.

Viale Umbria, 80, 20135 Milano MI
Tel. 02 5518 4138
www.masuellitrattoria.com

 

Un commento

    Enrico Malgi

    (18 aprile 2018 - 13:34)

    Bellissimo servizio. In alto i calici

I commenti sono chiusi.