Vini Azienda Palazzo Vecchio

22/8/2020 537
Vini Palazzo Vecchio
Vini Palazzo Vecchio

di Enrico Malgi

La storica azienda toscana Palazzo Vecchio di Valiano, confinante col comune di Montepulciano, è posizionata ad oltre 350 metri di altezza lungo i colli della Valdichiana, cioè in un areale particolarmente vocato alla viticoltura di qualità. La famiglia Sbernadori, con papà Marco ed i figli Luca e Maria Luisa insieme col marito, è proprietaria di novanta ettari, ventisei dei quali vitati con tipiche varietà locali: Sangiovese, Canaiolo Nero e Mammolo, destinate interamente alla produzione della Docg Vino Nobile di Montepulciano. La prima vendemmia aziendale risale al 1990.

Sei le bottiglie che ho avuto l’occasione di assaggiare in questi giorni.

Controetichette vini Palazzo Vecchio
Controetichette vini Palazzo Vecchio

Dogana Rosso di Montepulciano Toscana Doc 2018. Blend di Prugnolo Gentile (così viene chiamato il Sangiovese a Montepulciano) all’85% e saldo di Canaiolo Nero e Mammolo. Maturazione del vino in acciaio e poi affinamento per otto mesi in botti di rovere. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale intorno ai 13,00 euro.

Nel bicchiere si coglie un colore rosso rubino vivace. Bouquet di  buona frutta fresca  e, soprattutto, con la caratteristica e varietale nota di viola. Gradevoli i sentori speziati e terziari. Srso bello fresco e fruttato e connotato da un’ottima propensione alla beva, anche in ragione di una morbida allure e di una trama tannica aggraziata ed equilibrata. Freschezza, sapidità, gradevolezza, scorrevolezza e succosità rappresentano gli altri importanti elementi gustativi. Finale gtadevole. Su piatti di terra, ma anche di mare col pomodoro.

Nobile di Montepulciano Toscana Docg Riserva 2016. Sempre un blend di Prugnolo Gentile all’85% e saldo di Canaiolo Nero e Mammolo. Fermentazione in acciaio, maturazione in botti di rovere francese per alcuni anni ed affinamento in vetro per qualche mese. Tenore alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale orientativo intorno ai 30,00 euro.

Colore rosso rubino più carico rispetto al Dogana. Nuances di ciliegia, prugna, ribes, mirtilli, viola e terra umida. Preziose fragranze speziate di noce moscata, chiodi di garofano e cannella. Gradevoli i toni terziari di china, grafite, balsamo, caffè e liquirizia. Sorso secco, teso, accomodante, avvolgente, fruttato ed equilibrato. Trama tannica gradevole. Gusto pieno, morbido, elegante, fine e dinamico. Chiusura appagante e lunga. Su un bel piatto di spaghetti al ragù e carne rossa.

Maestro Nobile di Montepulciano Docg 2015. Solito ed identico blend di Prugnolo Gentile all’85%, Canaiolo Nero al 10% e saldo di Mammolo. Dopo la fermentazione in contenitori di acciaio, il vino transita per due anni in botti di rovere francese e poi viene elevato in boccia per sei mesi. Alcolicità di quattordici gradi. Prezzo finale orientativo di 20,00 euro.

Alla vista si presenta un bel colore rosso rubino splendente. Rimembranza di frutta rossa a go go al naso, con prevalenza delle immancabili e varietali ciliegia e prugna, di viola e di vegetali di buona sostanza. In bella evidenza anche i rimandi speziati di pepe nero, zenzero, noce moscata e vaniglia. Sentori d’incenso, tabacco, mentolo e cacao. In bocca fa il suo ingresso un sorso piacevolmente morbido, agile, affilato e succoso. Tannini setosi. Silhouette spigliata, schietta, armonica ed avvolgente, che fa da apripista ad uno scatto finale propositivo e gradevole. Da provare su una grigliata di carne e magari un pecorino della vicina Pienza.

Maestro Nobile di Montepulciano Docg 2017. Si tratta del millesimo più giovane dell’etichetta precedente. Tutto uguale all’annata 2015.

Rosso rubino lucente. Bouquet deliziosamente affascinante di amarena, susina, fragole e lamponi anche in confettura e poi di viola, di menta ed a proposizioni speziate. Sorso ben cadenzato. Complessità gustativa, che denota corposità, precisione, sapidità. Tannini avvolgenti. Frutto maturo e croccante. Chiusura ben calibrata. Spiedini di carne e formaggi a pasta dura.

Testa Rossa Vino Nobile di Montepulciano Docg 2013. Prugnolo Gentile in purezza di un vino raro che viene prodotto soltanto nelle annate più favorevoli e con le uve raccolte nell’esclusiva “Vigna del Bosco”. Fermentazione in acciaio, affinamento in botti di rovere francese per due anni. Elevazione in vetro per sei mesi. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo finale sui 35,00 euro.

Colore rosso rubino gioioso, che già vira verso il granato. Esemplare il bouquet affastellato da profumi di drupe rosse piccole e medie, alleati poi a misurati sussurri floreali di viola e di ciclamino. In bella evidenza la festosa, armonica  speziatura. Fiuto tostato. Bocca radiosa, solida, materica, energica, pirotecnica, potente, tagliente e terrosa. Massa fitta e succosa e contrassegnata da tannini bene equilibrati e godibili. Approdo finale lungo ed elegante. Da spendere su un cosciotto di agnello al forno con patate e formaggi ovini e caprini toscani. Si tratta sicuramente di un ottimo vino dalla grande personalità.

Vino Nobile di Montepulciano Docg Riserva 2013. Uvaggio di Prugnolo Gentile all’85% e canonico saldo di Canaiolo Nero e Mammolo. Dopo la fermentazione in acciaio, il vino sosta per tre anni in botti di rovere francese e poi viene elevato in boccia per sei mesi. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale intorno ai 30,00 euro.

Colore rosso rubino intenso e sfavillante. Intensa e coinvolgente la componente olfattiva, che prende in ostaggio le narici. Tipicamente varietale il pot pourri che riverbera la ciliegia, la prugna, il ribes, il mirtillo e la classica viola. Genuini i sentori di noce moscata, chiodi di garofano e pepe nero. Gradevole la percezione di tabacco, liquirizia, balsamo, cioccolato fondente, ginepro e corteccia di china. Passando alla fase gustativa si evidenziano in prima istanza tannini già belli levigati, supportati poi da una dolce sensazione di calore. Sorso bene strutturato ed articolato e poi anche dinamico, elegante. La beva è profonda, stuzzicante, pimpante, espansiva, seducente, sensuale e morbida e che poi si dipana in un vorticoso finale accattivante e godurioso. Su piatti di pasta al ragù e cacciagione.

Azienda Palazzo Vecchio
Via Terra Rossa, 5 – Montepulciano (Si)
Tel. 0578 724170 – Cell. 338 7457493
[email protected]www.vinonobile.it
Enologo: Alessandro Leoni
Ettari complessivi: 90, di cui 26 vitati
Vitigni: Prugnolo Gentile (Sangiovese), Canaiolo Nero, Mammolo e Syrah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.