Vini Azienda Sangiovanni – Nuove Annate

6/8/2020 604
Vini Azienda Sangiovanni
Vini Azienda Sangiovanni

di Enrico Malgi

A tutti piacerebbe d’impossessarsi di uno spicchio di Paradiso in qualche posto meraviglioso e così godersi la vita in santa pace, ma purtroppo pochi ce la fanno. Invece è proprio quello che è capitato a Ida Budetta e Mario Corrado, quando nel 1993 hanno deciso coraggiosamente di trasferirsi armi e bagagli da Salerno a Punta Tresino di Santa Maria di Castellabate per godere di un panorama stupendo e cominciare a produrre vino cilentano di alta qualità, superando ogni forma di ostacoli.

Ida Budetta e Mario Corrado

Con la collaborazione dell’enologo irpino Michele D’Argenio hanno iniziato in sordina, coltivando pochi ettari vitati, ma poi sono stati investiti da un grosso successo, tanto che adesso la loro minuscola Azienda Agricola Sangiovanni è considerata tra le migliori del Cilento e di tutta la regione Campania.

Come al solito, anche quest’anno ho avuto l’occasione di assaggiare quattro etichette di nuove annate, due bianchi e due rossi.

Controetichette vini azienda Sangiovanni
Controetichette vini azienda Sangiovanni

Fiano Paestum Igt Vino Bianco Biologico 2019. Blend di Fiano all’85%, Trebbiano al 10% e saldo di Greco. Classico uvaggio cilentano non troppo usato ultimamente, realizzato però con una punta di Greco al posto della Malvasia che apportava al vino una dolce nota aromatica. Maturazione in acciaio. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale intorno ai 15,00 euro.

Colore giallo paglierino abbastanza carico. Spettro aromatico di ottima presa, che attacca subito le narici costringendole ad annusare pregevoli profumi di clementina, mela, pera, susina, fiori bianchi e gialli. Ancora macchia mediterranea e salsedine. Sorso elegante, ammiccante e sapido e connotato poi da un’ottima spalla acida. Beva seducente, vivace e slanciata. Chiusura su toni morbidi e godibili. Da preferire su un piatto di vermicelli alle vongole.

Tresinus Fiano Paestum Igt 2019. Fiano in purezza lavorato in acciaio. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale intorno ai 25,00 euro.

Colore giallo paglierino luccicante con riflessi verdolini. Ventaglio olfattivo ricco di pulsazioni territoriali: pesca, fico, albicocca, nespola, camomilla, biancospino, gelsomino, ginestra, acacia e timo. L’ingresso del sorso in bocca è fresco, succoso, sferzante, vibrante, scattante sapido, fruttato e dotato di buon corpo. Silhouette in perfetto equilibrio, sensuale, fine, accattivante e dinamica. Si tratta di un vino ancora molto giovane che migliorerà col tempo, com’è costume del maratoneta Fiano. Il finale è appagante e persistente. Su carne bianca e latticini.

Maroccia Paestum Igt 2015. Aglianico al 100% lavorato in acciaio e legno. Tasso alcolico di quindici gradi. Prezzo finale sotto i 30,00 euro.

Classico Aglianico cilentano. Il colore che traspare nel bicchiere è connotato di un rosso rubino. Bouquet intensamente impregnato di un pot pourri di nuances fruttate, floreali e vegetali che si concretizzano in profumi di ciliegia, prugna, sottobosco, viola e macchia mediterranea. Rimandi speziati di noce moscata, chiodi di garofano, zenzero e pepe nero. Bocca ampia e solidale, che accoglie un sorso caldo, fiero, sensuale, tonico, vitale, rotondo, sapido e bene strutturato. Sensazione di freschezza. Tannini presenti, ma sotto stretto controllo. Potenziale di conservazione a lunga scadenza. Retroaroma lungo e vibrante. Sicuramente uno dei migliori Aglianico del Cilento, da abbinare ai piatti della terragna cucina locale.

Ficonera Piedirosso Paestum Igt 2017. Soltanto Piedirosso, una rarità per il Cilento. Maturazione in acciaio e vetro. Gradazione alcolica di tredici e mezzo. Prezzo finale di 25,00 euro. Meno di mille bottiglie prodotte annualmente.

Colore rosso rubino scintillante. Naso di frutta fresca di amarena, lamponi, ribes, mora e mirtilli, in combutta con deliziosi ascendenti floreali. L’impatto del sorso sulla lingua si dimostra elegante, fine, aggraziato, carezzevole, funambolico, agile ed armonico. Bocca bella fresca, salivante. irresistibile e goduriosa. Tannini teneri. Sviluppo palatale raffinato ed avvincente. Da spendere su una zuppa di pesce e su una parmigiana di melanzane. Ottimo Piedirosso questo, che è stato allevato su un terreno non di natura vulcanica, come accade per tutti gli altri areali campani, ma che alla fine fa la sicuramente sua bella figura.

 

Sede a Santa Maria di Castellabate (Sa) – Contrada Punta Tresino
Tel. 0974 965136 – Fax 0974 2754259
[email protected]www.agricolasangiovanni.it
Enologo: Michele D’Argenio
Ettari vitati: 4 – Bottiglie prodotte: 20,000
Vitigni: Aglianico, Piedirosso, Fiano, Greco e Trebbiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.