Vini Giuseppe Apicella

6/8/2021 508
Vini Apicella
Vini Apicella

di Enrico Malgi

Sempre affidabili e connotati di sicuro successo gli ottimi vini della Costa d’Amalfi di Giuseppe e Prisco Apicella di Capitignano, piccola frazione di Tramonti il paese dei pizzaioli.

In questi giorni ho avuto l’occasione di assaggiare sei vini aziendali: due bianchi, un rosato e tre rossi.

Costa d’Amalfi Tramonti Bianco Doc 2020. Tipico il blend territoriale di Falanghina e Biancolella. Lavorazione in acciaio. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 10,00 euro.

Colore giallo paglierino tenue, giovane e lucente. Impatto olfattivo segnato da un gradevole pot pourri di elegiaci profumi, che svelano al naso le loro odorose composizioni di mela verde, pesca bianca, pera, nespola, cantalupo, ananas, mango e gelsomino, insieme ad intrecci vegetali di una folta macchia mediterranea dei Monti Lattari. Sorso bello fresco e gioioso, morbido e rapinatore, sensitivo e sapido, suadente e fruttato, elegante e comunicativo. Palato aggraziato, intrigante e raffinato. Allungo finale rinfrescante e godurioso. Da spendere sulla classica cucina di mare della Divina Costiera.

Costa d’Amalfi Colle Santa Marina Tramonti Bianco Dc 2019. Blend composito di Falanghina, Biancolella, Ginestra e Pepella allevate in alto su un terreno di origine vulcanico. Vendemmia leggermente ritardata. Maturazione in acciaio e poi breve passaggio in legno. Tasso alcolico di quattordici gradi. Prezzo finale di 15,00 euro.

Lucente di gioia il giovane colore giallo paglierino. Il fidato bouquet rievoca deliziose percezioni olfattive, che ricordano in modo particolare l’albicocca, la mela, gli agrumi della Costiera, la susina gialla, la mandorla tostata, la ginestra, il biancospino ed il ciclamino. Godibili poi le proposizioni di erbe aromatiche e di spezie orientali. In bocca esordisce un sorso fresco, asciutto, sapido, ammorbidito, elegante e sulfureo e dotato anche di cristallina purezza gustativa. Palato intrigante, fine e seducente. Ottima serbevolezza. Chiusura estasiante. Da preferire su un risotto ai frutti di mare e fiordilatte di Agerola.

Costa d’Amalfi Rosato Doc 2020. Blend di Sciascinoso e Piedirosso. Lavorazione in acciaio e vetro. Alcolicità di dodici gradi. Prezzo finale di 10,00 euro.

Tipica la veste cromatica segnata da un colore rosato corallino. Lo spettro aromatico rilascia composite e gioviali suadenze di marasca, melagrana, clementina, sottobosco, primula, zenzero, menta e salvia. Sorso attraente per freschezza, piacevolezza, scorrevolezza, pulizia, fruttuosità, succosità, sapidità e vellutatezza. Silhouette aggraziata, affusolata, agile, gentile e ben ricamata e che prelude poi ad un finale appagante. Da consumare su una zuppa di pesce amalfitana e/o su un’insalata di mare.

Controetichette vini Apicella
Controetichette vini Apicella

Costa d’Amalfi Tramonti Doc 2017. Blend di Tintore al 60% e saldo di Piedirosso. Maturazione in acciaio per sei mesi. Affinamento in legno grande per due anni e poi elevazione in vetro. Tenore alcolico di tredici gradi. Prezzo finale di 12,00 euro.

Bello vivo e luminoso il colore rosso rubino. Il ventaglio olfattivo desta subito grande attenzione da parte di un naso indagatore e birichino, che così può annusare esemplari profumi fruttati di amarena e di drupe del sottobosco, innestati su pregevoli nuances di fiori rossi, di spezie e di erbe officinali. In bocca esordisce un sorso gradevole, teso, cadenzato, polposo, morbido e sapido. Spunti gustativi fini, tonici, avviluppanti e stuzzicanti. Ne avrà ancora per alcuni anni. Retroaroma bene articolato. Da abbinare ad un piatto di pasta al sugo e tagliere di salumi.

Colli di Salerno Piedirosso Igt 2019. Blend di Piedirosso all’85% e saldo di altre varietà locali a bacca rossa. Lavorazione soltanto in acciaio e vetro. Gradazione alcolica di dodici e mezzo. Prezzo finale di 10,00 euro.

Nel bicchiere si staglia un colore rosso rubino non troppo carico. Dal sensitivo crogiolo il naso aspira come incipit voluttuose e variopinte fragranze di un’ottima scorta di tanta buona frutta fresca, con in prima linea l’immancabile e delizioso sentore di ciliegia. A registro poi anche i tipici e varietali profumi di geranio e di violetta. In bocca fa il suo ingresso un sorso fine, aggraziato, immediato, vellutato, accomodante, genuino e succoso. Ottima la freschezza che alita per tutto il cavo orale, frutto di una pregevole spalla acida. Tannini godibili. Gusto ben bilanciato, sapido, armonico e lineare. Chiusura edonistica. Da consumare su una bella parmigiana di melanzane ed affettati vari.

A’ Scippata Costa d’Amalfi Tramonti Rosso Riserva Doc 2016. Blend di Tintore in modo predominante e briciole di Piedirosso per ammorbidire la beva. Vendemmia leggermente ritardata. Lunga macerazione e poi il vino trascorre tre anni a maturare in botti di rovere. Gradazione alcolica di quattordici e mezzo. Prezzo finale sui 30,00 euro.

Bicchiere tinto da uno splendido colore rosso granato concentrato. Impulso aromatico costellato da intense e persistenti credenziali fruttate, floreali e vegetali di estremo interesse olfattivo. In appresso si evidenziano poi corroboranti percezioni speziate di noce moscata, pepe nero, zenzero e chiodi di garofano. Sulla lingua plana un sorso caldo, austero, materico, centrato, temprato, vibrante, sostanzioso ed ottimamente strutturato. La pregnanza gustativa esprime poi uno step teso, profondo, cangiante, rotondo, istintivo, affascinante e singolare. Trama tannica aristocratica. Zenit ancora molto lontano. Retroaroma leggermente amaricante. Da provare su un piatto di lasagna ed un capretto di Cannalonga al forno con patate.

 

Sede a Tramonti (Sa) – Frazione Capitignano – Via Castello S. Maria, 1

Tel. 089 856209 – Cell. 346 12642001 – Fax 089 876075

[email protected]www.giuseppeapicella.it

Enologo: Prisco Apicella

Ettari vitati: 7 – Bottiglie prodotte: 50.000

Vitigni: Tintore, Aglianico, Piedirosso, Sciascinoso, Falanghina, Biancolella, Pepella, Ginestra, Ripoli, Biancazita e Biancatenera.