A Terra delle Rose un Giovedì di Primavera con Casa di Baal

Letture: 323
Da sinistra: Gennaro Vicinanza, Ornella Carusi, Francesca Salerno, Anna D’Elia e Vincenzo Di Landri

di Novella Talamo

Una bellissima serata all’insegna delle grandi materie prime locali abbinate ai vini di Casa di Baal di Macchia di Montecorvino Rovella.

Così si è concluso il 26 maggio scorso il primo ciclo degli appuntamenti “I Giovedì di Primavera” organizzati e promossi da Ornella Carusi e Vincenzo Di Landri in collaborazione con Gennaro Vicinanza, titolare  dell’Agriturismo Terra delle Rose di Battipaglia, un antico casale immerso nella natura nel cuore della Piana del Sele dove dal 1938 tre generazioni si avvicendano nella gestione dell’azienda di famiglia.

Le bellissime rose dell’agriturismo
La facciata esterna di Terra delle Rose

Vincenzo Di Landri, che lavora nel settore della sanità, a un certo punto della sua vita ha deciso di investire nella sua grande passione per la cucina e di trasformarla in un qualcosa di più. Forte del bagaglio personale delle ricette di famiglia della tradizione salernitana, ha seguito dei corsi alla Città del Gusto del Gambero Rosso a Napoli con lo chef Nicola Miele.

Animato da grande entusiasmo e determinazione e aiutato in cucina dal giovane nipote Gabriele, appena ventiduenne, ha proposto un menu basato su prodotti stagionali del territorio in abbinamento ai vini dell’azienda agricola gestita con dedizione e tenacia da Annibale Salerno con la moglie e i figli Francesca, Gisuy, Laura e Mario. “La nostra è prima di tutto un’azienda agricola e poi cantina e tante altre cose”, sottolinea Francesca Salerno.

I vini di Casa di Baal proposti in abbinamento ai piatti della serata
Gli ospiti in sala

Questi i piatti e i vini in abbinamento.

Francesca Salerno mentre illustra le caratterestiche del Rosso di Baal

L’antipasto: mini quiche con fiori di zucca, zucchine e provola di bufala su crema di fave bianche e favette all’agro abbinato al Bianco di Baal 2010 Colli di Salerno IGT, un blend di Malvasia, Moscato e Fiano aziendale di beva facile, gradevole e fresca che ben si accompagna a questo piatto esaltandone i profumi.

Mini quiche con fiori di zucca, zucchine e provola di bufala, su crema di fave bianche e favette all’agro

Il primo: risotto al ragù di agnello con piselli e fonduta di pecorino abbinato al Rosso di Baal 2008 Colli di Salerno IGT, quello che Francesca Salerno definisce “il vino di nostro padre”.

Risotto al ragù di agnello con piselli e fonduta di pecorino

Il secondo: filetto di maiale con salsa di mele annurca, verdurine e chips di patate abbinato all’Aglianico di Baal 2008 Colli di Salerno IGT, blend di Aglianico, Barbera e Merlot, prodotto di punta dell’azienda, che con la sua struttura riesce a compensare la corposità del piatto.

Filetto di maiale con salsa di mele annurca, verdurine e chips di patate

Per finire un cremosissimo semifreddo al torroncino con mousse di cioccolato e granella di mandorla.

Semifreddo al torroncino con mousse di cioccolato e granella di mandorla

“Il riscontro avuto nel corso di queste serate è stato incoraggiante e mi ha dato la spinta ad andare avanti”, ha affermato Vincenzo Di Landri. Dunque ci sono le premesse per continuare a percorrere la strada che potrà portarlo a realizzare il suo sogno più grande: trasformare questa passione in un vero e proprio lavoro.

Da sinistra: Francesca Salerno, Vincenzo Di Landri, Ornella Carusi e Anna D’Elia

Agriturismo Terra delle Rose
Via Provinciale 312 n. 2
Località Santa Lucia
84091 Battipaglia (SA)
Tel.  0828 343629 – 327 7023182 – 333 9050181
www.terradellerose.com
terra_delle_rose@libero.it

Foto di Novella Talamo

Un commento

  • Delfino

    (31 maggio 2011 - 19:09)

    Complimenti per l’articolo col quale si sono squisitamente elogiate le pietanze e i protagonisti di questi appuntamenti enogastronomici.
    Ma è doveroso un complimento speciale al vero chef: Gabriele !

I commenti sono chiusi.