Albula Basilicata igt

Letture: 58

BASILIUM
Uva: aglianico
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Ecco un raro esempio di aglianico vinificato in bianco. Una tradizione che risale al 1982 e per comprendere il motivo bisogna fare un piccolo viaggio nel tempo, quando cioè si abbassava il consumo di vino e la tendenza del mercato sembrava volgere verso vini bianchi e comunque di pronta beva. Alcuni produttori cominciarono così a vinificare in bianco le uve rosse. Basilium ha fatto molto bene a conservare questa usanza: siamo di fronte ovviamente ad un vino ben strutturato, anche grazie al passaggio in legno, elegante, dai profumi floreali. In bocca è lungo. Da spendere su quasi tutti i piatti vegetariani della cucina contadina, sulle carni bianche non molto speziate, sulle frittate, sui formaggi freschi.

Sede: Contrada Pipoli ad Acerenza