Aspettando Paestum, la mozzarella sexy di Alberto Cauzzi

Letture: 488

Luisa Ranieri in Mozzarella Stories

Sulle Strade della Mozzarella. Dopo Maffi ora ospitiamo l’intervento dell’amico Alberto Cauzzi, suo Passione Gourmet e autore di 10 cammei sulla Guida Espresso. Prossimo spacciatore di salumi delle Nebrodi:-)

di Alberto Cauzzi

Quando addenti una succosa millefoglie bianca, tenuta rigorosamente in mano, e ne fai sgorgare i succhi un po’ ovunque stai compiendo un gesto tanto primordiale quanto sensuale. Ecco perché tutti noi siamo attratti da questo stupendo oggetto del desiderio, che non si può definire formaggio … è mozzarella e basta!

Strano a dirsi per un nordico tutto d’un pezzo come me ma la mozzarella, a differenza di ristoranti, vini e golosità varie, è stata sin da subito consumata di prima qualità. Fortuna vuole che al paese in cui sono cresciuto si producessero ottime mozzarelle per via di una famiglia, guarda caso proveniente dal Cilento, che ha stabilito il suo caseificio proprio ad Oleggio, in provincia di Novara.

Certo, nulla a che vedere con la divina poesia di alcuni prodotti che mi capita di degustare oggi, che arrivano da Paestum e dintorni.

Mozzarella si … ma fiordilatte o bufala ? Dilemma atavico. Diciamo che, complice il parentado pugliese, ho una discreta esperienza anche in merito al fiordilatte di sponda adriatica. Che è ben diverso dalla Bufala di sponda tirrenica. E’ che su questi temi, come ai tempi dei guelfi e ghibellini, si sprecano gli scontri campanilistici.

Io adoro entrambi, mi manca solo un approfondimento sul fiordilatte di sponda Tirrenica, con al mio attivo un solo assaggio sfuggente in quel di Vico … no non dove pensate voi ma un pochino più in alto, sopra la torre saracena, in un negozietto di prelibatezze non male, mi pare anche conosciuto in zona :)

L’oro bianco, come qualcuno ama apostrofarlo, è un piacere istantaneo e persistente. L’oro bianco ha una carica sensuale infinita. Peccato per il colesterolo …

2 commenti

  • enrico malgi

    (18 maggio 2011 - 18:09)

    Ciao Alberto,
    è da un pò che non ci si contatta, è vero?
    Volevo dirti: hai provato la mozzarella da latte vaccino ind’a murtedda di Novi Velia (il comune dove abito attualmente), cioè nelle foglie di mirto e che ha una frorma piatta e allungata? Prova e mi dirai
    Abbracci.

  • tommaso esposito

    (19 maggio 2011 - 14:39)

    Colesterolo? Ecco i sensi di colpa che riemergono!
    Da vetero catcom?
    Caro Alberto parafrasando un antico proverbio napoletano:
    ‘A muzzarella e pure n’ata cosa nu’ portano penziere!

I commenti sono chiusi.