Caputo Pizza Village, 50 forni illuminano il Lungomare di Napoli

Letture: 154
Il Pizza Village stasera

Taglio del nastro per il «Caputo Napoli Pizza Village»  che trasformerà da oggi fino a domenica 7 settembre il lungomare Caracciolo in una pizzeria a cielo aperto. A inaugurare la manifestazione, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il presidente dell’Associazione Pizzaiuoli napoletani Sergio Miccù.

L’iniziativa, che gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, vede la partecipazione di 50 pizzerie che offriranno ai visitatori un menù completo con pizza, bibita, dolce e caffe. «Mi piacerebbe l’idea – ha detto de Magistris – di un grande Pizza Village che vada da Bagnoli a San Giovanni, passando per il lungomare. La manifestazione – ha aggiunto – è ormai diventata un brand internazionale richiesto da più parti, dagli Stati Uniti all’Asia, un marchio che produce».

Il primo cittadino ha auspicato che la pizza possa essere strumento «per rilanciare Napoli e la sua immagine». Ad arricchire la manifestazione, le finali del Campionato mondiale del pizzaioli che vedono in gara, oggi e domani, 500 maestri della pizza arrivati a Napoli da 40 Paesi. Gli organizzatori si attendono circa 500mila visitatori.

Sul lungomare, nel tratto da piazza della Repubblica a viale Dohrn, sono stati allestiti 4.700 posti a sedere e 24 casse per agevolare il flusso di visitatori che, oltre a godersi la pizza, potranno divertirsi con gli spettacoli e la musica offerta da Radio Kiss Kiss Napoli.

Tra le curiosità, la pizza Sofì realizzata dalla pizzeria Vesi per rendere omaggio a Sophia Loren che a settembre compie 80 anni e per onorare i 60 anni della pellicola di Vittorio De Sica che la vide protagonista «L’oro di Napoli».