Falanghina 2004 Sannio doc

Letture: 26

NIFO

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 1 a 5 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Possiamo ormai parlare di una conferma, di una sicurezza: alla terza vendemmia consecutiva questo giovane viticoltore è capace di stupirci con un prodotto di altissima qualità proposto ad un prezzo da affare. Il giallo paglierino carico annuncia infatti un naso intenso di erbe da campo, poi di frutta bianca e gialla, persino sentori di ananas. E tuttavia questa sensazione prefigurata di zucchero sciroppato in bocca è invece subito bilanciata da note minerali. Un vino sicuramente grasso ma elegante,caldo ma fresco, di grande carattere, da utilizzare su gran parte dela cucina dei grandi chef giocata tra il pesce e le verdure, ma anche su paté e terrine, carni bianche e paste ben strutturate senza pomodoro. Nifo se la canta e se la suona: coltiva i suoi dodici ettari ben esposti a Ponte, poi lavora in cantina e infine vende il suo prodotto. Il segreto credo sia nella scelta sul tempo della vendemmia, le uve vengono raccolte mature ma non cotte sempre in un buon equilibrio tra zccheri e acidità, poi vinificate con molto semplicità.Un vignaiolo autentico, insomma. Un grande prodotto del Beneventano che ha fatto bella figura a questa quarta edizione di Falanghina Felix svoltasi a Sant’Agata dei Goti dalla quale ce ne siamo tornati carichi di meraviglia: c’è un Sud che funziona, c’è una Campania professionale capace di presentare in un solo colpo 42 produttori e quasi cento prodotti in grande forma, a buon prezzo, con spunti di notevole interesse, sino a farci affermare che in questo momento la Falanghina è sicuramente il bianco più tonico e in forma della produzione 2004.Soddisfacente Goodwin.

Sede a Ponte, via Piana. Tel. e fax: 0824.87640. l.nifo@libero.it . Enologo: Lorenzo Nifo. Ettari: 12 di proprietà. Bottiglie prodotte: 40.000. Vitigni: falanghina, coda di volpe, greco, olivella, aglianico, piedirosso, sangiovese.