Falanghina 2005 Sant’Agata dei Goti doc

Letture: 24

MUSTILLI

Uva: falanghina
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Ho appena finito di assaggiare i bianchi 2005 di casa Mustilli. Tra falanghina, greco e fiano tutti rigorosamente provenienti dal Sannio, senza cadere nella tentazione di uscire fuori dalla propria terra d’elezione (tentazione nella quale sono caduti in in molti pur di proporre un’offerta “commerciale” esaustiva di tutte le Docg campane), ho scelto di recensire quello che da sempre è considerato l’etichetta simbolo di questa storica cantina. Il colore è un classico paglierino carico con riflessi verdognoli. I profumi sono delicati ed allo stesso tempo molto precisi di fiori gialli e frutta bianca. La presenza ancora avvertibile di aromi post fermentativi ed un lievissimo residuo di carbonica tradiscono la gioventù del campione. Al palato la gradazione alcolica non appare così sostenuta (13.0%) come dichiarata in etichetta sottolineando l’equilibrio con le altre componenti, acide innanzitutto. Al gusto evidenzia una semplicità non comune nè banale che rappresenta la vera forza distintiva del suo carattere e della sua personalità: un bianco leggero e senza fronzoli da bere e da godere per tutta l’estate sfruttandone la sua grande versatilità negli abbinamenti e, soprattutto, senza dover svuotare il portafoglio. La considerazione
generale, complessiva, dopo l’assaggio di tutti e tre i bianchi, è quella che lascia intravedere segnali positivi da una vendemmia, la 2005, accolta senza particolari entusiasmi eppure di assoluto valore e dalle prospettive-aspettative molto interessanti.

Questa scheda è di Fabio Cimmino


Sede a Sant’Agata dei Goti, via dei Fiori, 20. Tel. 0823.774433 , fax 0823.717619 . E mail: info@mustilli.com. Sito www.mustilli.com. Enologo: Mauro Orsoni. Ettari: 21 più 13 da reimpiantare. Bottiglie prodotte: 150.000. Vitigni: aglianico, piedirosso, merlot, falanghina, greco